Enti locali, risorse e politiche sociali. Un incontro di SEL a Barcellona Pozzo di Gotto

Immaginedi Tonino Cafeo

Sceglie la Barcellona che si apre alla buona politica dopo la recente elezione a sindaco di  Maria Teresa Collica, Sinistra Ecologia e Libertà per discutere di Enti locali, risorse finanziarie, trasferimenti regionali e nazionali , diritti di cittadinanza e politiche di sviluppo. E’ questo infatti il tema del convegno che si svolgerà domani alle 17.30 nell’aula consiliare del comune del Longano. Porteranno il loro cotributo alla discussione , oltre alla “prima cittadina” di Barcellona Pozzo di Gotto, il vicesindaco Giuseppe Saia (SEL), Rosario Ansaldo Patti, segretario regionale della Lega per le autonomie locali. Leggi il seguito di questo post »

Siria, fallisce il piano Onu di Annan: possibile intervento della Nato?

di Fabrizio Vinci

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha dichiarato che il piano di pace per la Siria, proposto da Kofi Annan, potrebbe essere destinato al fallimento. L’ultimo attacco contro la città di Deraa , roccaforte anti-governativa, è costato la vita a 20 civili tra cui 10 donne. Si assottigliano sempre più le possibilità di risolvere il conflitto attraverso il dialogo; un intervento di polizia internazionale appare oramai inevitabile. Leggi il seguito di questo post »

Per una politica della partecipazione. Libertà e giustizia incontra il neosindaco di Barcellona PG Maria Teresa Collica.

Il circolo di Libertà e Giustizia di Messina organizza domani 8 giugno alla libreria Circolo Pickwick di Messina, dalle ore 18, un incontro con Maria Teresa Collica, sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto e Massimo Marnetto, coordinatore del circolo di Libertà e Giustizia di Roma. Il tema dell’iniziativa- scrive la portavoce dell’associazione Giusi Furnari- è : “Per Una Politica della Partecipazione. Ruolo delle Associazioni, Partiti e Politiche Locali “. La discussione sarà introdotta da Giusi Furnari Luvarà, a cui seguiranno la dott.ssa Collica e il dott. Marnetto che presenteranno le loro considerazioni. Brevi Interventi di Piero David, Lillo Oceano, Rosaria Catanoso e Santi Di Bella apriranno il dibattito, moderato da Giuseppe Vitarelli. Si Tratta di un’occasione per riflettere su possi Insieme esperienze di rinnovamento dal basso della politica e di rafforzamento delle istituzioni.

Crisi economica: rivoluzione o suicidio di massa?

di Fabrizio Vinci

Continua inarrestabile la catena di suicidi in Italia. La stretta finanziaria, operata dal governo Monti, è riuscita ad ottenere i primi tangibili quanto macabri effetti: i cittadini non riuscendo a far fronte all’immenso carico fiscale e in previsione di non poter più provvedere al sostentamento personale e dei loro cari, preferiscono togliersi la vita. Ormai quotidianamente si allunga il triste elenco di coloro che cedono alla disperazione, nell’assoluta indifferenza delle istituzioni. Il popolo italiano paga così il proprio tributo di sangue per sanare (forse) l’economia del Paese.

Dopo il fallimento della partitocrazia, conclamato dalla corruzione dilagante che ha interessato la quasi totalità delle forze politiche italiane, l’obiettivo principale dell’attuale classe dirigente è quello di tutelare ad oltranza la propria casta. Tutto ciò accade in perfetta armonia e coordinazione con gli interessi delle grandi lobby bancarie. Credere che esistano ancora divisioni politiche significa illudersi, destra e sinistra rappresentano, oggi più che mai, due facce della stessa medaglia. Leggi il seguito di questo post »

Fli a congresso per la prima volta in Italia

Al via il primo congresso provinciale di Futuro e Libertà: a presiedere i lavori, che si svolgono all’hotel Esplanade, oltre al coordinatore regionale, Daniele Toto, quello nazionale Roberto Menia. «Sin dall’inizio – ha spiegato Menia – avevamo detto di voler dare vita ad un partito che deliberava e sceglieva i propri rappresentanti. Ci siamo dunque impegnati a realizzare al più presto i congressi con i quali eleggere la classe dirigente. Leggi il seguito di questo post »

il dato della politica italiana è tutto qua

di Riccardo Orioles

Le maggiori società industriali quotate in Borsa a Milano hanno chiuso il 2010 (analisi R&S-Sole24Ore) con un aumento medio del margine operativo netto del 19 per cento, e dei profitti del 29 per cento. Il margine della Fiat sale del 108 per cento ma la sua quota di mercato è scesa, in Italia, del 30 per cento. Marchionne, in altre parole, ha perso un terzo delle vendite, ma ha raddoppiato i profitti. Leggi il seguito di questo post »

Messina toma la calle. Sabato prossimo a Piazza Duomo i giovani Indignati.

di Tonino Cafeo

“Strani” adesivi fanno capolino da ieri sera dai muri delle vie di Messina. Sopra c’è scritto grande “toma la calle” e c’è l’invito a ritrovarsi  sabato pomeriggio nella piazzetta all’incrocio fra via Lepanto e via San Giacomo, accanto a piazza Duomo, quindi nel cuore della movida messinese.

“Toma la calle” è la parola d’ordine con cui le ragazze e i ragazzi – ma anche molti meno giovani – di Madrid si sono dati  appuntamento nelle scorse settimane presso Puerta del Sol per dare vita, attraverso un presidio permanente di massa, ad un vasto movimento di resistenza all’esclusione sociale e civile di intere generazioni provocata dalle politiche di austerity che le istituzioni finanziarie internazionali concordano con i governi europei – di centro destra come di centrosinistra – per  affrontare gli effetti della crisi economica. Leggi il seguito di questo post »