Al via la quarta edizione di : Sulla scia di Alamak. Rodia non dimentica il comandante Mafodda.

Un’immagine suggestiva del monumento dedicato al comandante Mafodda, sulla spiaggia di Rodia. ( foto Speziale)

di Tonino Cafeo

Rodia ( Messina).   Rodia ancora una volta  ricorda  il comandante del Segesta Jet, Sebastiano Mafodda,  che il 15 Gennaio 2007 perse la vita nel tragico incidente avvenuto nelle acque dello Stretto, assieme ai suoi colleghi d’equipaggio Marcello Sposito, Palmiro Lauro e Domenico Zona.

Oggi e domani , infatti, nella frazione marinara del comune di Messina , si svolgerà  la quarta edizione della rassegna di eventi “Sulla scia di Alamak”, organizzata dall’ Associazione Alamak – Sebastiano Mafodda.
Si comincia stasera , alle 19.00, nell’area del sito monumentale dedicato al marittimo messinese, alla foce del torrente Rodia,  con  una Santa Messa officiata da Padre Carlo Oliveri, parroco di Rodia, a suffragio del comandante scomparso e degli altri marinai del Segesta. Leggi il seguito di questo post »

Processo Segesta. Parla il comandante Pino: “dall’inchiesta formale emergono le responsabilità della Zancle”

il comandante Sebastiano Pino ( foto Corrado Speziale)

di Tonino Cafeo

Si torna a discutere dell’incidente del Segesta al tribunale di Messina,mentre si avvicina il quarto anniversario della tragedia che costò la vita al comandante e ad altri tre membri dell’equipaggio del mezzo veloce delle Ferrovie dello Stato.

Era il tardo pomeriggio del 15 gennaio del 2007, infatti , quando -nelle acque dello stretto di Messina, a circa un miglio e mezzo dal porto della città peloritana- si verificò la collisione fra l’aliscafo e il portacontainers Susan Borchard , che uccise il comandante Sebastiano Mafodda e i suoi collaboratori Palmiro Lauro, Marcello Sposito e Domenico Zona. Leggi il seguito di questo post »

Incidente del Segesta si avvicina l’udienza preliminare del processo. l’opinione dell’associazione Alamak-Sebastiano Mafodda

Riceviamo e ,volentieri, pubblichiamo il documento dell’associazione Alamak-Sebastiano Mafodda che fa il punto sull’inchiesta giudiziaria riguardante l’incidente del Segesta.

Il Segesta prima dell'incidente

di Francesco Musciumarra

(presidente associazione Alamak)

Ci stiamo avvicinando al quarto anniversario di quel tragico pomeriggio del 15 gennaio 2007, momento che segnò la drammatica fine dei quattro innocenti marinai del “Segesta Jet”, mezzo veloce di “Bluvia”, a seguito della collisione con la nave porta-container “Susan Borchard”, occasione in cui persero la vita il comandante Sebastiano Mafodda, il direttore di macchina Marcello Sposito e i marinai Palmiro Lauro e Domenico Zona.

Leggi il seguito di questo post »

“Sulla scia di Alamak”. Quattro serate dedicate al mare e al comandante del “Segesta jet”

Rodia. il monumento al comandante Mafodda

di Tonino Cafeo

E’ iniziata ieri e continuerà fino a sabato prossimo ,a Rodia, la seconda edizione della rassegna di eventi “Sulla scia di Alamak”, organizzata dall’Associazione Alamak – Sebastiano Mafodda, dedicata quest’anno al mare, all’arte ed alla poesia.

La manifestazione, creata per mantenere vivo il ricordo del comandante del “Segesta Jet”, che perse la vita nel tragico incidente avvenuto nelle acque dello Stretto il 15 Gennaio 2007, assieme ad altri tre colleghi d’equipaggio, si svolge a partire  dalle 21.00 nell’area antistante la Circoscrizione comunale.

Durante la prima serata sono stati premiati i  vincitori della seconda edizione del premio di poesia “Sebastiano Mafodda”, sul tema “voci e suggestioni dal mare”.  Si tratta di:  Aurora Carbone  con la poesia “Amico mare”;  Francesca Guglielmo , con la poesia “Dove va     quell’uomo per mare?” e Carmela Abate con la poesia “orizzonte” per la sezione adulti. Per la sezione giovani risultano premiati  Federica Fresta con la poesia “O mare!”; Salvatore Rizzo , con la poesia “Il mare” e Maristella De Prisco con la poesia “Guardo di notte il mare”. Il premio per la sezione poesia in dialetto è stato invece assegnato ad Aristide Casucci per “Timpurali”. Leggi il seguito di questo post »