Crotone: Auto in una scarpata dalla 106, un morto

Un giovane, S.C. , di 26 anni, è morto nella notte in un incidente stradale avvenuto sulla statale 106 a Crotone. Il giovane era a bordo con altre due persone rimaste ferite in modo lieve.

L’auto, per cause che sono in corso di accertamento, ha sbandato ed è precipitata in un canneto a dieci metri dalla strada.

Le condizioni del conducente dell’auto sono apparse subito molto gravi ai soccorritori. Il ragazzo è stato portato in ospedale, dove è deceduto per la gravità delle ferite riportate. (Ansa, 26 giugno)

Messina: incidente sul lavoro

di Maria Chiara Ferraù – Eco di Sicilia

Sembrerebbero gravi le condizioni di un cinquantacinquenne di Rometta rimasto ferito questo pomeriggio in località Timpazzi a Messina. L’uomo è stato travolto dal proprio trattore, mentre era impegnato in lavorazioni per conto terzi in un terreno di proprietà privata.
L’uomo è stato soccorso e trasportato con l’elicottero al policlinico di Messina dove si trova ricoverato in prognosi riservata nel reparto di terapia intensiva. Leggi il seguito di questo post »

Incidenti: giovane motociclista muore nell’Agrigentino

Un motociclista, Alberto Turco, 29 anni, originario di Piazza Armerina (EN) ma residente a Mazzarino (CL), è morto in un incidente lungo la strada statale 576 che collega Agrigento con Naro. Turco, in sella alla sua Yamaha R1, era in compagnia di alcuni motociclisti per una gita fuori porta quando, all’altezza di contrada ‘Borgo La Loggia’, in territorio di Agrigento, ha perso il controllo della motocicletta ed è finito per terra. Il giovane è deceduto sul colpo. (Ansa, 29 maggio)

Processo Segesta. Parla il comandante Pino: “dall’inchiesta formale emergono le responsabilità della Zancle”

il comandante Sebastiano Pino ( foto Corrado Speziale)

di Tonino Cafeo

Si torna a discutere dell’incidente del Segesta al tribunale di Messina,mentre si avvicina il quarto anniversario della tragedia che costò la vita al comandante e ad altri tre membri dell’equipaggio del mezzo veloce delle Ferrovie dello Stato.

Era il tardo pomeriggio del 15 gennaio del 2007, infatti , quando -nelle acque dello stretto di Messina, a circa un miglio e mezzo dal porto della città peloritana- si verificò la collisione fra l’aliscafo e il portacontainers Susan Borchard , che uccise il comandante Sebastiano Mafodda e i suoi collaboratori Palmiro Lauro, Marcello Sposito e Domenico Zona. Leggi il seguito di questo post »