Nel segno di FRANCESCO LO SARDO

Dai Fasci siciliani a twitter: le lotte per il lavoro, la libertà e la giustizia sociale.

VENERDÌ 17 GIUGNO 2011 – ORE 16.30 SALONE DELLE BANDIERE DEL COMUNE MESSINA

Francesco Lo Sardo, cui è intitolata la Camera del lavoro di Messina, fu avvocato, sindacalista, politico, antifascista, primo deputato siciliano comunista del Parlamento italiano. Leggi il seguito di questo post »

In carovana per quattro si

di Tonino Cafeo

La spesa del sabato mattina riempie i mercati rionali di gente e le strade di automobili, ma questo non ha fermato gli attivisti dei comitati per il si ai quattro referendum di domenica 12 e lunedì 13 giugno. Un’allegra carovana di macchine, rese riconoscibili dai manifesti  e dalle bandiere contro il nucleare e il legittimo impedimento e a favore dell’acqua pubblica, ha infatti attraversato Messina, da piazza Castronovo al rione Aldisio, fermandosi nelle principali piazze e nei pressi  dei  mercati di quartiere per ricordare ai cittadini come e perché votare fra due fine settimana. Leggi il seguito di questo post »

Sciopero generale. Anche a Messina SEL manifesta con la CGIL

 Di Tonino Cafeo

Sinistra Ecologia Libertà’ aderisce e sostiene con forza le ragioni dello sciopero generale indetto dalla Cgil per venerdì 6 maggio e da appuntamento alle proprie iscritte e ai propri iscritti alla manifestazione provinciale con concentramento previsto a Milazzo, davanti alla stazione vecchia, alle ore 9.30 ( per la città di Messina, invece, ci si troverà alle ore 8.15 a piazza Duomo, da dove partiranno gli autobus per il centro tirrenico.)
E’ quanto afferma la segreteria della federazione messinese di Sel in un comunicato dell’ufficio stampa del partito.

Leggi il seguito di questo post »

Per la scuola della repubblica anche Messina in piazza sabato 12 marzo.

di Tonino Cafeo

“L’operaio che vuole il figlio dottore” della famosa canzone di Paolo Pietrangeli deve essere certamente fra le ossessioni favorite del Presidente del Consiglio, quando non si occupa di tribunali e pubblici ministeri. Non si spiega altrimenti l’ostinazione con cui il governo insiste nel voler demolire sistematicamente la scuola e l’università pubbliche.

Tagli selvaggi e ondate di esternazioni si susseguono ininterrottamente e delineano -come le ultime- una netta preferenza per un sistema formativo in cui la scuola pubblica è abbandonata a se stessa e quella privata -connotata ideologicamente come “meritocratica” e “in sintonia con i valori familiari” – fa la parte del leone. Leggi il seguito di questo post »

Una vita “in direzione ostinata e contraria”. La Cgil e l’istituto Salvemini di Messina hanno ricordato oggi Alfredo Bisignani

Un momento del convegno su Alfredo Bisignani

di Tonino Cafeo

Era nato nel 1929, l’anno del crollo di Wall Street, Alfredo Bisignani, ma lui amava dire sommessamente che era nato “un anno dopo Che Guevara”. Una data  di nascita, comunque la si guardi, fortemente simbolica per una persona che ha dedicato la vita alla causa della liberazione dei lavoratori e di ogni soggetto debole e sfruttato. Un percorso che ha incrociato la storia del secondo Novecento dal dopoguerra alla fine degli anni ’90, quello del dirigente comunista scomparso lo scorso anno che è stato rievocato stamattina nell’aula magna dell’Università di Messina in una giornata di studio a cura della CGIL e della fondazione Salvemini. Leggi il seguito di questo post »

Messina ricorda Alfredo Bisignani

di Tonino Cafeo

La vita di Alfredo Bisignani ha attraversato la storia della sinistra politica  e sociale messinese per più di mezzo secolo, identificandosi totalmente con le ragioni dei lavoratori e degli esclusi. Ha diretto la camera del lavoro di Messina dal 1959 al 1966 ed è stato eletto deputato alla Camera  per il Partito Comunista  Italiano nel 1972 svolgendo l’attività di parlamentare fino al ’79. Negli anni ’90 ha vissuto una “seconda giovinezza” facendo il segretario provinciale di Rifondazione Comunista a Messina e, infine, contribuendo alla costruzione del Partito dei Comunisti Italiani. Leggi il seguito di questo post »

Una nuova “Onda” contro la Gelmini. Mercoledì 17 tutti in piazza per la Giornata dei saperi.

di Tonino Cafeo

Gli studenti e i ricercatori dell’Università di Messina proseguono, come nel resto del paese,  la mobilitazione contro il ddl Gelmini, che compromette  di fatto – fra tagli ai finanziamenti e precariato “a vita” – il carattere pubblico e democratico degli atenei italiani.

Le assemblee che si sono svolte in questi giorni nelle diverse facoltà – l’ultima ieri mattina nell’aula “Vincenzo Tomeo” della facoltà di Scienze Politiche – sono state molto partecipate. Leggi il seguito di questo post »