Ardizzone (Udc): caso Siremar, Cascio convochi Lombardo per riferire

Palermo – “Il presidente dell’Ars, Francesco Cascio, convochi con urgenza, a data e giorno certo, il presidente Lombardo per riferire in aula sulla vicenda Siremar. Una vicenda che può essere ormai considerata una metafora triste di quattro anni di malgoverno“. Lo ha affermato con forza nel corso del suo intervento a Sala d’Ercole il deputato regionale dell’Udc Giovanni Ardizzone.”Di fronte ad una gara annullata dal Tar – prosegue Ardizzone -assistiamo ad un presidente della Regione che persevera nel mortificare e offendere il ruolo dell’Assemblea e dei suoi deputati. Inizialmente mi era stato negato l’accesso agli atti e solo dopo un atto stragiudiziale notificato alla Regione sono stato messo a conoscenza di alcuni di quegli atti procedurali. Il governo ha il dovere di riferire in Aula su questa vicenda, soprattutto in un momento in cui i trasporti per le isole minori sprofondano nella più totale incertezza. Una grave compromissione per il turismo siciliano”.

Ponte sullo Stretto, D´Alia: al Sud serve altro

Ponte sullo Stretto, D´Alia: al Sud serve altro“Le parole del ministro Passera dimostrano un buon senso che in passato, quando si parlava di realizzare il Ponte sullo Stretto, è mancato a parecchi“. Lo afferma in una nota il presidente dei senatori dell´Udc e segretario regionale siciliano, Gianpiero D´Alia, commentando le parole del titolare dello Sviluppo. “In tempi di crisi come questi – aggiunge D´Alia – vanno immaginate opere concrete e utili alla crescita del Mezzogiorno. Ma soprattutto opere che siano tecnicamente fattibili, ecocompatibili ed economicamente realizzabili, altrimenti si alimentano solamente illusioni di cui francamente non abbiamo bisogno“.

Messina – La zona sud prossima al blocco veicolare, il Circolo PD “Pippo Spadaro” di Contesse presenta progetto

VIABILITA’ II° CIRCOSCRIZIONE: PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI DUE ROTATORIE A LARGO LA ROSA E ALL’INCROCIO DI VIA COLLEONI E VIA ADOLFO CELI NEL RIONE MINISSALE

La settimana scorsa, il consiglio della II Circoscrizione ha annunciato alla stampa di aver inviato al Sindaco e all’assessore alla Mobilità Capone una delibera contenente due proposte progettuali in cui sono indicate alcune misure per lo snellimento del traffico della II Circoscrizione.

Per la zona del rione Minissale, in particolare nei tratti di Largo La Rosa e dell’incrocio tra Via Colleoni e Via Adolfo Celi, il progetto, curato dall’ingegnere Bitto, prevede la realizzazione di due rotatorie, con l’obbiettivo di ottenere una canalizzazione circolare del traffico e impedire il confliggere degli automobilisti provenienti da diverse direzioni, un problema che tende a verificarsi quotidianamente mettendo in serio pericolo automobilisti e pedoni in transito.

Leggi il seguito di questo post »

Il crac dei trasporti Siremar, inchiesta sulla gara annullata dal Tar

LA PROCURA di Roma indaga sull’ operazione Siremar portata avanti dalla Regione e adesso bloccata definitivamente dal Tar del Lazio perché si configura l’ ipotesi di aiuti di Stato. La Guardia di finanza ha sequestrato documenti e hard disk di funzionari e dirigenti del dipartimento regionale Bilancio coinvolti nella gara per l’ acquisizione della Siremar, aggiudicata in un primo momento proprio alla cordata della Compagnia delle Isole guidata da Palazzo d’ Orleans. Gara appena annullata dal Tar perché a sostegno dell’ offerta vi era una fideiussione da 30 milioni di euro emessa da Unicredit ma garantita in prima battuta solo dalla Regione. Da qui il ricorso presentato dalla Navigazione siciliana spa della famiglia Franza e di Vittorio Morace, che hanno chiesto e ottenuto lo stop della gara per aiuti di Stato alla Compagna delle Isole. Ma rischia di avere anche uno strascico giudiziario il flop dell’ avventura di Palazzo d’ Orleans nel settore dei trasporti marittimi. Un’ avventura voluta fortemente dal governatore Raffaele Lombardo, che prima ha rifiutato di ricevere la Siremar gratuitamente dallo Stato perché in questo caso si sarebbe dovuto accollare debiti per quasi 100 milioni di euro. E, successivamente, ha messo in piedi in poche settimane attraverso un avviso pubblico lampo una cordata di armatori a lui graditi per rilevare la Siremar ripulita dalla zavorra dei debiti. Un affare che avrebbe consentito a Palazzo d’ Orleans di entrare direttamente nella gestione di un’ azienda da 500 marittimi.

Leggi il seguito di questo post »

Capitaneria di Porto Milazzo – Operazione “Mare Sicuro 2012”

Nell’ambito del Compartimento Marittimo di Milazzo anche per l’anno in corso avrà luogo l’operazione “Mare sicuro”. L’attività vedrà impegnato tutto il personale della Guardia Costiera e prevede una prima fase “preparatoria” durante la quale saranno diffuse informazioni utili per l’utenza, con un duplice scopo: incrementare la cultura marinaresca e prevenire comportamenti pericolosi. I dati infatti indicano che un alta percentuale di incidenti dovuti ad imperizia, imprudenza, negligenza e scarsa conoscenza del codice della navigazione e delle altre norme vigenti nel settore marittimo.

Per le emergenze in mare è attivo sul territorio nazionale il numero telefonico gratuito “1530”.

Leggi il seguito di questo post »

LA NOTTE BIANCA DI S. ANTONIO E DOMENICA 17 LA PROCESSIONE DEL CARRO TRIONFALE CON LE RELIQUIE DEL SANTO

Domani sabato 16, dalle ore 8, e sino alle 13 di domenica 17, per la notte bianca di S. Antonio, vigeranno i divieti di sosta 0 – 24 e di transito nel tratto di strada di collegamento tra le vie A. Martino e C. Battisti, adiacente il lato nord di piazza Padre Annibale; dalle ore 21 di sabato 16 alle ore 1 di domenica 17 sarà vietato il transito in via A. Saffi, tra le vie C. Battisti e Ghibellina. L’evento è organizzato dal Comitato Feste Antoniane e da alcuni amici della Basilica, ove dalle ore 20 si volgeranno sei concerti di musica classica e moderna; artisti di strada, giocolieri, musicisti e tante altre iniziative animeranno le vie S. Cecilia, Cesare Battisti e piazza Di Francia. Leggi il seguito di questo post »

Senza contributi statali sarà difficile per Ferrovie dello Stato garantire il servizio di trasporto pubblico locale

Se non verranno aumentate le tariffe o i contributi statali sarà difficile dal 2013 per Ferrovie dello Stato garantire il servizio di trasporto pubblico locale. È quanto dichiarato dall’ad di Trenitalia Mauro Moretti durante il suo intervento a un convegno sul trasporto pubblico locale . “O si aumento le tariffe o i contributi oppure non si può andare avanti. Se non ci sono i soldi noi non possiamo ricapitalizzare, possiamo solo interrompere il servizio, cosa che comporta una denuncia penale. Ci denuncino pure e poi vediamo cosa succede”, ha dichiarato Moretti.