Vi racconto i concorsi

di Angelo D’Orsi

Ho lanciato qualche tempo fa, con il collega Piero Bevilacqua, l’appello L’Università che vogliamo, che non solo ha avuto un notevole successo, ma ha prodotto una serie di assemblee culminate negli Stati generali dell’Università italiana (il 31 marzo a Roma), da cui è poi scaturito, in un paziente lavoro di raccolta di suggerimenti, aggiunte, correzioni e revisioni, un documento che abbiamo chiamato Carta di Roma (ora sui siti http://www.amigi.org e www.historiamagistra.it). Leggi il seguito di questo post »

Liberate Cracolici, aprite il recinto …..

Fidanzamento rotto?

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum. Leggendo l’intervista di Errico Del Mercato pubblicata su “Repubblica-Palermo”, pare proprio che Cracolici non riesca a fare autocritica. Dall’intervista – che pubblichiamo di seguito – emergono le qualità del capo gruppo all’ARS del PD, il quale dichiara serenamente: 1. che ripeterebbe la politica “fidanzandosi” nuovamente con Lombardo (l’amore è amore); 2. che l’area di centrosinistra è un recito, quindi non ha perso perché vuole andare oltre il recinto; 3. difende il modello di partito in cui c’è una classe dirigente che decide e la base tace; 4. che il fidanzamento con Lombardo si è rotto per colpa di Lombardo (Cracolici lo ama ancora); 5. che a Palermo il PD non ha perso a causa del sostegno a Lombardo e lo sconfitto non è Cracolici che avrebbe voluto alleanze extralarge, la colpa è del recinto.

Intervista di Enrico Del Mercato pubblicata su “Repubblica-Palermo”.

Leggi il seguito di questo post »

Gli Europei 2012 e la vergognosa strage di cani in Ucraina

di Oscar Grazioli                     Avevo in animo di scrivere di quest’argomento, qualunque fosse stato il risultato. Vista la figuraccia rimediata contro la Croazia, dalla nostra nazionale di calcio, ne scrivo con maggior vigore, dal momento che si prospetta un ignominioso ritorno a casa. Si è scritto più sull’insinuazione di Cecchi Paone, circa la presenza di due omosessuali tra i nostri calciatori, che sul massacro dei cani randagi in uno dei due paesi che ospitano questi europei.

Leggi il seguito di questo post »

Il realismo di D’Alema e la carica ideale che ci vorrebbe

foto di Elina Gugliuzzo

«Dobbiamo renderci conto che noi siamo un grande Paese europeo, con vincoli economici internazionali». Lo ha detto Massimo D’Alema in un’intervista rilasciata a Marco Damilano (nel Settimanale L’Espresso, 31 maggio 2012, p. 46). In quest’espressione c’è la sintesi del pensiero politico di D’Alema. Bisogna essere realisti e muoversi nei limiti delle compatibilità date. Se i politici avessero sempre ragionato così, la Storia non sarebbe andata avanti. Dopo il Congresso di Vienna nel 1815, si sarebbe preso atto che l’Europa era governata dalla Santa Alleanza. Nessun pensiero critico avrebbe mai avuto senso se, comunque, non bisognava andare oltre le colonne d’Ercole fissate dal realismo. Leggi il seguito di questo post »

Pio La Torre, mistero italiano

di Paolo Mondani e Armando Sorrentino (il manifesto)

Pio La Torre, dopo un lungo periodo di incarichi politici e parlamentari di rilievo nazionale,
torna in Sicilia alla fine del 1981 per dirigere il partito comunista siciliano mobilitandolo, subito, su due parole d’ordine: lotta contro la mafia e battaglia pacifista contro l’installazione
dei missili Cruise a Comiso. Della mafia aveva una visione più profonda e articolata di tanti suoi compagni di partito. Ne conosceva i legami e gli intrecci con la politica, l’economia e la finanza, i suoi rapporti internazionali, sapeva che era diretta da cervelli insospettabili e non da viddani. Leggi il seguito di questo post »

Cracolici invita a non essere ipocriti, dopo aver tenuto un corso di ipocrisia durato circa 4 anni

Che faccia tosta onorevole. Adesso gli ipocriti sarebbero quelli che hanno subito il tradimento della loro volontà da un loro rappresentante politico. Si perché è oggettivo che Cracolici, Lumia e soci hanno usato il consenso elettorale per attuare una politica perfettamente opposta alla volontà degli elettori del PD siciliano, alleandosi con Lombardo e facendo da stampella al suo governo. I risultati sono davanti agli occhi di tutti.

Forse per scimmiottare Grillo il nostro onorevole, capo gruppo del PD all’ARS, ha rilasciato delle dichiarazioni che considerare ipocrite sembra un eufemismo. Ne pubblichiamo 3:

Cracolici 1: -“Riteniamo chiusa la fase del sostegno al governo tecnico, anche perché alla luce degli assessori recentemente nominati da Lombardo, non c’è più un governo tecnico. Adesso si apre una nuova fase che deve portarci a costruire un’alleanza tra le forze progressiste, moderate ed autonomiste in vista delle elezioni di fine ottobre”.

Leggi il seguito di questo post »

Spazio pubblicitario: FESR 2011: Collaudato il nuovo laboratorio linguistico della “Manzoni”

di Giacomo Gugliandolo

È stato collaudato dal prof. Antonio Spoto, esperto di tecnologie informatiche dell’I.C. “Manzoni – Dina e Clarenza”, alla presenza del prof. Giacomo Gugliandolo, responsabile del progetto PON FESR “My foreign languages lab” B-1.B-FESR_POR_SICILIA-2011-1505, del docente Funzione Strumentale Prof. Giampaolo Bertuccelli e del dott. Alessandro Zurro, amministratore unico della ditta “CubeCurve” People, vincitrice della gara di fornitura.

Si tratta di un laboratorio dotato di apparecchiature informatiche e tecnologiche di ultima generazione, che lo rendono un vero e proprio fiore all’occhiello del plesso di Scuola Secondaria di primo grado “Manzoni”. Il laboratorio linguistico, inserito nel Piano Integrato PON FESR d’Istituto e approvato dal MIUR con la Circolare Ministeriale 10373 del 15/09/2011, è stato acquisito e con i finanziamenti del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale di cui al Bando 5685 del 20/04/2011 Circolare Straordinaria POR annualità 2011/12 ed è costituito da: Leggi il seguito di questo post »