Regione, i consumatori candidano Emilia Grasso

 Trentarè associazioni a difesa dei cittadini, utenti, consumatori, lavoratori e ambientaliste, con in testa il movimento dei Consumatori italiani, hanno candidato alla presidenza della Regione siciliana il direttore nazionale del dipartimento affari sociali ed emarginazione del Codacons Emilia Grasso. Lo ha reso noto con un comunicato il Movimento consumatori italiani. “La necessità – afferma il movimento – di porre al centro della politica e delle sue scelte i problemi del carovita, della mancanza di controllo sui prezzi di beni e servizi e sulle tariffe pubbliche, e la mancanza sempre più esasperante di indispensabili e non dilazionabili strumenti di tutela del potere di acquisto dei salari, delle pensioni, e, soprattutto, del risparmio, hanno spinto i consumatori a cercare una candidata lontana dalla logiche dei partiti e vicina ai problemi reali degli elettori”.

“Uniti per Messina”

Avviare un dialogo con le Istituzione per arrivare alla costruzione un percorso di sviluppo per il territorio. Con questo scopo il  Tavolo “Uniti per Messina” ha inviato nei giorni scorsi una lettera aperta al Prefetto di Messina Francesco Alecci, all’assessore regionale alle Attività Produttive Marco Venturi, al Presidente della Provincia Nanni Ricevuto, al Sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca, al responsabile dell’Ufficio Unico per le aree ad alto rischio Antonino Cuspilici e al commissario straordinario del Consorzio Asi Salvatore La Macchia. Al momento uno solo dei destinatari della lettera aperta ha risposto all’appello di Uniti per Messina. L’unico che ha risposto all’appello è stato l’assessore alle Attività Produttive, Marco Venturi che incontrerà i rappresentanti del Tavolo mercoledì 27 giugno alle 11 presso i locali della Camera di Commercio.

Profumo: “Accelerare la spesa”

MESSINA – “Per un Paese la formazione e l’educazione sono due elementi centrali dello sviluppo e della crescita e questo naturalmente deve essere a livello di politica generale ma nel caso del nostro Paese, dove c’è un forte decentramento di queste politiche, ci vuole una stretta interazione con le Regioni”. Il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo ha così risposto ieri alle domande dei giornalisti sul mancato impiego da parte della Regione Siciliana dei fondi destinati alla formazione professionale.
“Da parte nostra – ha precisato Profumo – c’è una spinta perchè le Regioni operino in modo sinergico con le politiche nazionali e abbiamo un tema che è quello dei tempi: purtroppo si è accelerata la fase dei tempi sui tutti i processi e naturalmente anche sull’impiego delle risorse. Mi auguro che nel prossimo futuro ci sia una accelerazione dell’impiego per  le risorse”.

CGIL MESSINA. DOMANI, 25/06, ORE 10 CONFERENZA STAMPA PRESENTAZIONE 2° FESTA PER IL LAVORO

Messina – Domani mattina, lunedì 25 giugno, alle ore 10, nel saloncino della Camera del lavoro di via Peculio Frumentario, si terrà la conferenza stampa di presentazione della 2° edizione della FESTA per il LAVORO, organizzata dalla Cgil di Messina. Il lavoro, la crisi economica e le soluzione per uscirne, il rilancio del territorio e il caso Messina, saranno al centro della 4 giorni di dibattiti e approfondimenti che si  terranno nelle sale della Fiera dove verranno contemporaneamente allestite mostre, spettacoli, stand di artigianato e produzioni locali. Nel corso della Conferenza stampa, alla quale sarà presente il segretario generale della Cgil di Messina Lillo Oceano e il gruppo dirigente del sindacato,  verrà presentato in dettaglio il programma degli eventi e dei dibattiti ai quali saranno presenti  esperti, tecnici, politici, giornalisti e dirigenti sindacali nazionali e territoriali. Una iniziativa che la Cgil di Messina organizza per il secondo anno consecutivo con l’obiettivo di stimolare il dibattito e l’analisi su tematiche nodali e, contemporaneamente, un’occasione per trasformare  lo spazio della Fiera in un Parco cittadino, rendendolo fruibile e vivibile per tutti. 

I suicidi della crisi a Welcome to Paradise

di Carmela Grasso

Welcome to paradise 2011 le sedie dei precari di Giancarlo-Giannone

Circa quaranta artisti, italiani e stranieri, con opere singole o installazioni collettive, animano stasera e domani i vicoli della collina di Monserrato, nel quartiere Madonna delle Grazie, per la seconda edizione di Welcome to Paradise, l’art-show in notturna organizzato per Modica Miete Culture da Rionarte con la direzione artistica di Marcel Cordeiro. Inizio ore 20.30.

Consapevoli della funzione sociale dell’arte, dell’invito alla riflessione e all’affermazione della dignità umana di ogni individuo, gli artisti che hanno accolto l’invito di Rionarte hanno scelto per le opere del 2012 temi di grande attualità: i suicidi legati alla crisi, l’emergenza femminicidio in Italia, il ventennale della guerra nell’ex Yugoslavia, il dramma del terremoto, morte e rinascita e, in campo di salvaguardia ambientale, la tutela della mucca modicana, razza autoctona in via di estinzione: un modo per ricordare alla comunità del territorio, ma il messaggio è rivolto all’umanità intera, l’urgenza di non perdere le proprie radici – ma anche la storia, la cultura, le tradizioni, il linguaggio – in un mondo sempre più globalizzato e uniformato.

Leggi il seguito di questo post »

Domani bus a rischio: sciopero sindacati di base

Sciopero generale dei sindacati di base compresi i trasporti, per l’intera giornata di domani, contro la politica economica e sociale del ‘Governo Monti’.

Due le manifestazioni principali: una a Milano, alle 9.30 da largo Cairoli a piazza Duomo; l’altra a Roma, dalle 9 con concentramento in piazza della Repubblica. Iniziative analoghe si terranno in altre città. Leggi il seguito di questo post »

Messina: “Conferenza stampa ORA design – arredi unici d’arte e design 100% sostenibili. Expo 24-27 giugno 2012”

Giovedì 21 giugno 2012, alle ore 10:30, nel Salone delle Bandiere del Comune di Messina:

ORA design presenta la seconda expo di arredi unici d’arte e design realizzati con materiali di post-consumo e scarti aziendali, che si terrà a Messina nella chiesa di Santa Maria Alemanna dal 24 al 27 giugno 2012 (ore 18-22) con il patrocinio dell’Assessorato alle politiche per la famiglia. Leggi il seguito di questo post »

“Conferenza stampa ORA design – arredi unici d’arte e design 100% sostenibili. Expo 24-27 giugno 2012”

Giovedì 21 giugno 2012, alle ore 10:30, nel Salone delle Bandiere del Comune di Messina, ORA design presenta la seconda expo di arredi unici d’arte e design realizzati con materiali di post-consumo e scarti aziendali, che si terrà a Messina nella chiesa di Santa Maria Alemanna dal 24 al 27 giugno 2012 (ore 18-22) con il patrocinio dell’Assessorato alle politiche per la famiglia. Il team composto da 3 donne, Lucy Fenech, un chimico; Caterina Fiorino, l’artista;  e Barbara Oteri architetto, interverrà presentando la seconda expo ORA design in programma nei 4 giorni a Santa Maria Alemanna. Leggi il seguito di questo post »

La ricetta dei ‘saggi’ per uno sviluppo sostenibile: ridurre nascite e consumi

Popolazioni e consumi sono le aree su cui i governi dovrebbero concentrare i loro sforzi per tentare di arginare le gravi crisi ambientali. E’ questa la tesi di autorevoli scienziati, rappresentanti di 105 accademie scientifiche internazionali, che a Rio+20 stanno cercando di sensibilizzare i negoziatori presenti al vertice mondiale sull’ambiente. I ricercatori sottolineano che mentre a Rio si discute su come diminuire la povertà ed invertire il processo di degrado dell’ambiente, non si parli delle due soluzioni che a parer loro potrebbero effettivamente cambiare le cose.

I motivi di questa reticenza, secondo gli scienziati, sono da ricercarsi su questioni etiche e politiche che sembrano non tener conto della vera emergenza. Le aree su cui gli scienziati sollecitano i governi sono il controllo delle nascite, su base volontaria, che dovrebbe essere introdotto nelle strategie politiche dei Paesi in via di sviluppo e la limitazione dei consumi, determinando dei tassi limite di sfruttamento, da applicarsi nei Paesi sviluppati. ”Entro il 2050, si sostiene nel rapporto, la popolazione della terra arriverà a 11 miliardi mentre il consumo delle risorse supererà del 50% la capacità di autogenerazione delle risorse stesse del pianeta, una situazione intollerabile che portera’ l’umanità al collasso”.

”Stiamo vivendo al di sopra delle nostre possibilità”, ha aggiunto Gisbet Glaser, rappresentante della comunità scientifica che ha Rio+20 ha presentato il rapporto, “non si vuole parlare delle soluzioni possibili e si preferisce concentrarsi sulla titolazione dei capitoli del documento finale che sulla sostanza delle cose”. Sembra tuttavia che difficilmente, qui a Rio, questi argomenti verranno affrontati in modo così esplicito, il controllo delle nascite e la limitazione dei consumi restano argomenti tabù, che non trovano spazio tra le carte dei negoziatori. (Adnkronos.com)

Cisl: lavorerà solo 40% dei siciliani

MESSINA – In Sicilia quest’anno il Pil regionale calerà di quasi il 3% e del 2,2% si ridurranno gli occupati “cosicché a lavorare sarà poco più del 40% dei siciliani in età da lavoro”. I dati emergono dall’assemblea generale dei delegati, 700 rappresentanti sindacali delle nove province dell’Isola, riuniti a Messina. E non è andata meglio l’anno scorso. Nel 2011 il tasso di occupazione s’è attestato al 56,4% per gli uomini (-0,7%) e al 27,7% per le donne (-1%). Complessivamente ha perso 0,4 punti. Sempre nel 2011 nell’Isola l’indebitamento delle famiglie è aumentato del 3% ed “è, ora, più alto della media nazionale”. E’ cresciuto inoltre, secondo il sindacato, l’indebitamento della Regione (5,3 miliardi) e degli enti locali dell’Isola (oltre 7 miliardi). E solo nell’ultimo anno è calato di oltre un miliardo il gettito delle entrate fiscali prodotte nella regione. Ancora, sono crollati gli investimenti industriali: -8%. E quanto ai giovani, è su loro che pende, soprattutto, una spada di Damocle: il 36% di chi ha tra 15 e 29 anni, non studia né lavora. Per la Cisl, un “fallimento storico”. Così come per il sindacato il fallimento della classe politica regionale è “un fatto smaccatamente doloso. E’ dal 2009 che governo e politica siciliani ricevono suggerimenti, proposte, contributi, indicazioni dal mondo del lavoro e delle imprese. Ma non s’è mossa foglia. Se ne vadano a casa”.

Banca d’Italia, debito record a 1.948 mld

MILANO – Non c’è tregua per l’Italia. Ad aprile il debito pubblico che grava sul Paese non cede di un centesimo rispetto a marzo. Anzi sale di un paio di miliardi e raggiunge il nuovo record storico di 1.948 miliardi. Il tutto mentre le entrate tributarie che dovrebbero contribuire alla riduzione crescono “solo” dello 0,2%, nonostante la pressione fiscale sia una delle più alte d’Europa.  Secondo i dati di Bankitalia, contenuti nel supplemento al bollettino statistico sulla finanza pubblica, lo stock del debito è salito a 1.948,6 miliardi di euro, rispetto ai 1.946 miliardi di marzo. Nel mese di aprile del 2011 il debito pubblico ammontava a 1.889,6 Miliardi di euro. Le entrate tributarie nei primi quattro mesi del 2012 si sono attestate a quota 111,295 miliardi di euro, in lievissimo aumento (+0,2%) rispetto ai 111,056 miliardi dello stesso periodo del 2011.Tuttavia nel solo mese di aprile, le entrate si sono salite del 2,4% rispetto allo stesso mese del 2011 a 28,127 miliard. (La Repubblica.it)

Monti: cederemo quote del patrimonio pubblico

Berlino (TMNews) – “Non solo non escludiamo una cessione di quote del patrimonio pubblico, ma la stiamo preparando”. Lo ha detto il premier Mario Monti da Berlino. “Il sistema italiano – ha sottolineato tra le altre cose il premier ricevendo il premio Responsible Leadership Award – non è fragile, ha aspetti che sono più fragili di altri sistemi, in particolare l’alto debito pubblico, e ha aspetti più solidi che in altri sistemi. Non sono sicuro quale tra il sistema bancario italiano e tedesco sia il più solido, tenuto conto di tutti gli elementi che vanno tenuti in conto. L’Italia ha un elevato debito pubblico ma uno scarso debito privato, le famiglie si sono poco indebitate per consumo rispetto a altri Paesi”. “Sui conti pubblici – ha spiegato – abbiamo fatto pesantissimi interventi, va continuata l’opera sui conti pubblici”. E ancora: “l’Italia ha dei punti di forza e debolezza, ha un tessuto di piccole e medie imprese, ha molti punti di forza. Noi italiani oscilliamo tra momenti di euforia irresponsabile e momenti di depressione ingiustificata”.

Exodus

di Pippo Martino

Senza contributi statali sarà difficile per Ferrovie dello Stato garantire il servizio di trasporto pubblico locale

Se non verranno aumentate le tariffe o i contributi statali sarà difficile dal 2013 per Ferrovie dello Stato garantire il servizio di trasporto pubblico locale. È quanto dichiarato dall’ad di Trenitalia Mauro Moretti durante il suo intervento a un convegno sul trasporto pubblico locale . “O si aumento le tariffe o i contributi oppure non si può andare avanti. Se non ci sono i soldi noi non possiamo ricapitalizzare, possiamo solo interrompere il servizio, cosa che comporta una denuncia penale. Ci denuncino pure e poi vediamo cosa succede”, ha dichiarato Moretti.

11 giugno, il Corpo Volontari Gerosolimitano presenta il “Progetto per la Vita”

L’Associazione di Volontariato di Protezione Civile Corpo Volontari Gerosolimitano di Messina presenta alla stampa e alla cittadinanza lunedì 11 giugno, alle 10.30, presso il Sala Giunta del Comune di Messina, il “Progetto per la Vita in memoria di Giacoma Giordano”, un primo progetto di defibrillazione precoce nel territorio messinese, nel segno della prevenzione della morta improvvisa a causa di un arresto cardiaco. Leggi il seguito di questo post »