Melanzane tarocche sui banchi del supermarket

VITTORIA (RAGUSA) – Melanzane taroccate sui banchi di un ipermercato di Vittoria. Lo ha denunciato alla Guardia di Finanza, un imprenditore Maurizio Ciaculli, che ha individuato una partita di questi ortaggi di tipo spagnolo in un negozio della grande distribuzione con imballaggio e bollino, evidentemente contraffatto, che riportava in calce il numero del suo documento d’identità. I finanzieri sono intervenuti sequestrando la merce e avviando un’inchiesta. “L’indagine è solo all’inizio – dice il comandante provinciale delle Fiamme Gialle, Francesco Fallica – perchè dobbiamo verificare la provenienza della merce e verificare i vari passaggi commerciali”. “Siamo vicini agli imprenditori vittoriesi – dice il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia – e siamo pronti a costituirci parte civile nell’eventuale processo a carico dei responsabili che le fiamme gialle individueranno”. (lasiciliaweb)

Annunci

Invasione di droni nei cieli della Sicilia

di Antonio Mazzeo

Droni, droni e ancora droni. Sarà intensissimo, in estate, il via vai di aerei militari senza pilota sui cieli siciliani. Decine di decolli ed atterraggi nella base USA e NATO di Sigonella che faranno impazzire il traffico aereo nel vicino scalo civile di Catania Fontanarossa. Grandi aerei spia del tipo Global Hawk e i Predator e i Reaper carichi di bombe e missili che sorvoleranno l’isola e solcheranno i mari, pregiudicando la sicurezza dei voli e delle popolazioni. Le notificazioni ai piloti di aeromobili (NOTAM) emesse lo scorso 4 giugno lasciano presagire tragici scenari di guerra in Siria e nell’intero scacchiere mediterraneo e mediorientale. Tre riguardano lo scalo di Fontanarossa e sono distinti dai codici B4048, B4049 e B4050. Impongono la sospensione delle procedure strumentali standard nelle fasi di accesso, partenza e arrivo degli aerei, tutti i giorni sino al prossimo 1 settembre, “causa attività degli Unmanned Aircraft”, i famigerati aerei senza pilota in dotazione alle forze armate statunitensi e italiane.

Leggi il seguito di questo post »

Avviso a tutti i lettori del NuovoSoldo!

Avviso a tutti i lettori del NuovoSoldo!

Ci siamo trasferiti all’indirizzo www.nuovosoldo.it !
Questo portale rimmarrà online per la consultazione dei vecchi articoli!

La corsa agli armamenti non conosce crisi: 14 miliardi per 131 cacciabombardieri F35

Mentre Giulio Tremonti propone una manovra di tagli che – secondo lui – permetterebbe all’Italia di rispettare gli impegni assunti con l’Europa (“pareggio del bilancio entro il 2014”) un altro ministro, La Russa, si appresta a rifinanziare il programma Joint Strike Fighter (JSF), finalizzato alla realizzazione del F-35 Lightning II, caccia multiruolo capace di sfuggire ai radar. In tempi di vacche magre, un controsenso: “Sospendere fino al 2014 il programma di acquisizione dei 131 aerei e poi ridurlo almeno del 50% consentirebbe di ottenere nel triennio risparmi per 3,6 miliardi di euro.
Leggi il seguito di questo post »

I DUE POLI DEL FUTURO SICILIANO: PORTAEREI E HUB ENERGETICO

di Agostino Spataro

Quello che si temeva sta accadendo o è già accaduto: il mutamento del ruolo militare e della prospettiva generale della Sicilia nei suoi rapporti con l’area mediterranea.

Da ponte di cooperazione pacifica e vantaggiosa con i paesi rivieraschi a “portaerei della Nato nel Mediterraneo” come l’ha ribattezzata l’eclettico ministro della difesa, il siciliano Ignazio La Russa, che, già agli inizi dei bombardamenti sulla Libia, l’ha messa a disposizione della triade interventista: Sarkozy, Cameron e Obama. Leggi il seguito di questo post »

Terremoti: Scossa di gradi Richter 2.4 nella Valle del Belice

Un lieve terremoto di magnitudo (Ml) 2.4 è avvenuto alle ore 08,48 di stamattina 24 giugno 2011 (06:48:44 del 24/06/2011 – ora UTC). La scossa ha avuto l’epicentro 1 km a est del centro abitato di Partanna (TP). Gli altri comuni ricadenti nel raggio di 10 km dall’epicentro sono: Gibellina (TP), Santa Ninfa (TP) e Montevago (AG). L’ipocentro è stato individuato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV alla profondità di 10,6 km. Non si registrano danni a cose e/o persone.

Tagli Difesa, La Russa: nessuna preoccupazione …. Per l’industria militare

Le Bourget, 20 giu. “Ci sono tagli per lo più nella spesa corrente, non sugli investimenti. Non ci sono tagli preoccupanti”. Così il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, dal salone aeronautico di Le Bourget, precisando che tutto “il sistema deve fare i conti con l’attuale quadro economico” anche se, ha concluso “non vedo preoccupazioni particolari per l’industria militare”. ”Non è cambiato l’orientamento” sulle quattro fregate militari Fremm, che vengono costruite da Orizzonte sistemi navali (Finmeccanica-Fincantieri), e che l’Italia valutava se acquistare per la Marina Militare. Nessun accenno alle ripercussioni che avranno i tagli previsti dalla prossima manovra sul trattamento economico del personale il quale, visti i precedenti, ogni qualvolta che il mefistofelico ministro apre bocca sono ormai adusi ad ogni tipo di gesto scaramantico, l’unica protezione ormai rimasta.