Messina: mezzi fermi, raccolta di rifiuti a singhiozzo

La raccolta rifiuti è ferma da alcuni giorni in diverse aree di Messina, in particolare nella zona sud nel territorio della seconda circoscrizione e nella zona nord in via Palermo e nel rione Annunziata perchè funzionano solo otto camion per la raccolta su 17. Il commissario liquidatore dell’azienda, Armando Di Maria, spiega che “per il futuro si cercherà di acquistare nuovi mezzi”. “Intanto – aggiunge – si sta cercando di riparare i mezzi guasti e già da oggi pomeriggio si organizzerà un servizio straordinario di raccolta per iniziare a tamponare i problemi nei posti in cui i sacchetti si stanno accatastando”.

Cani a passeggio: A Messina si discute di una fantomatica ordinanza che eleverebbe verbali contro i padroni fino a 600 euro di multa e minacciando 6 mesi di arresto: ma é costituzionale tutto ciò?

di S.I.

Nemmeno un centesimo in più per provare, se non a risolvere, almeno a tamponare il gravissimo problema del randagismo nella città peloritana (cifre stimate tra le 4mila e oltre le 12mila unità solo in termini canini e a seconda delle fonti citate, quella più ansiogena da parte dell’associazione ‘Chi li ama ci segua”) ma continue minacce per i possessori di cani (multe fino a 600 euro e 6 mesi di arresto per la mancata raccolta delle deiezioni canine), terrorizzando anche i più civili tra i conduttori di cani, che si portano dietro l’occorrente per raccogliere il tutto e devono sentirsi persino insultati da altri cittadini che, spesso senza prova alcuna,  li accusano di misfatti inesistenti o prodotti da altri, dalle stesse persone che sarebbero capaci di innescare una sorta di rivoluzione per la parvenza di presenza di una pipì canina anche a distanza chilometrica ma poi assolutamente passivi di fronte ai chili di eternit o di materiale non biodegradabile e pericoloso scaricato dietro la porta delle loro case.

Sono i paradossi i quali si é costretti a subire adesso un pò dappertutto, da quando contro la presenza di normali popolazioni canine al guinzaglio, o feline in colonia, si é innescato un invivibile processo di sfogo delle frustrazioni personali ed istituzionali che fa di ogni animale un potenziale alibi, politica spesso inopportunamente sostenuta anche da elementi componenti dei mass-media che dovrebbero certamente adottare maggiore moderazione.

Leggi il seguito di questo post »

Sindaci talebani contro i cani, con la solita stupida e ridicola giustificazione dell’igiene pubblica

di Oscar Grazioli

Adesso è ora che questi sindaci talebani la smettano con ordinanze assurde che mettono in serie difficoltà chi possiede un cane ed è talmente civile da portarsi dietro, oltre al quadrupede, regolare paletta e sacchetto per allontanarne le deiezioni gettandole negli appositi contenitori (quando le amministrazioni si degnano di metterli). Leggi il seguito di questo post »

“Nelle mani di nessuno”. Alluvione 22 novembre, le aziende vanno in Procura

A sette mesi dall’alluvione che ha messo in ginocchio gran parte della provincia tirrenica di Messina molte aziende, esercizi commerciali, imprese non hanno ancora potuto riprendere l’attività. In molti casi i locali sono stati devastati, macchinari ed arredi non esistono più. Nonostante questo né dallo Stato né dalla Regione è ancora giunto un euro ed oggi c’è il rischio concreto della chiusura definitiva di centinaia di attività con conseguenze incalcolabili sull’economia locale e sull’occupazione. Un caso simbolo sta diventando quello della IDAR snc di S.Filippo del Mela, società che opera nel settore della produzione e della commercializzazione di prodotti alimentari. Una perla, a livello provinciale. L’azienda che rifornisce pasticcerie, gelaterie e supermercati della zona dava lavoro ad oltre venti dipendenti ma dal 22 novembre è ferma. Ieri i legali di fiducia, della IDAR, gli avvocati dello studio associato Cardillo e Manganaro di Messina, hanno presentato una denuncia contro ignoti alla Procura della Repubblica di Barcellona. I titolari dell’impresa, stanchi di aspettare dopo sette mesi hanno deciso di rivolgersi alla magistratura perché individui eventuali responsabilità di quanti non hanno saputo garantire la sicurezza del territorio. La sede commerciale della IDAR snc si trova ad Olivarella. (Fonte: Gazzetta del Sud)

Un grosso incendio si è sviluppato oggi pomeriggio in alcuni terreni agricoli nel rione Annunziata a Messina

Messina –  Un pericoloso e vasto  incendio si è sviluppato oggi pomeriggio in alcuni terreni agricoli nel rione Annunziata, a Messina, lambendo alcune case e danneggiandole. Sul posto sono in azione squadre dei vigili del fuoco e uomini della Forestale che stanno cercando di domare le fiamme. Una grossa nuvola di fumo nero  avvolge, da ore,  l’intera zona dell’Annunziata alta, rendendo l’aria irrespirabile. Nessuna persona è rimasta ferita.

Meteo: Breve tregua dell’afa nel weekend, poi nuova ondata di caldo con ‘Caronte’

Ultime ore in compagnia di Scipione, l’anticiclone subtropicale che ha le sue radici nell’Africa sahariana. Anche oggi spingerà aria molto calda verso le nostre regioni, dove si avranno le temperature più alte d’Europa, poi dal fine settimana breve tregua dall’afa.

Antonio Sanò, direttore del portale web http://www.IlMeteo.it, avverte che il picco massimo del caldo si toccherà oggi pomeriggio con 40 gradi su molte zone del Sud e della Sicilia, 36 gradi tra l’Emilia e le zone interne della Romagna, 35 gradi a Firenze e Roma. Sulle Alpi sono attesi dei temporali anche forti, in veloce estensione alle Prealpi orientali del Veneto e del Friuli e dell’ Alto Adige. Ma da luglio, avverte Sanò, nuova ondata di calore con l’arrivo dell’anticiclone ‘Caronte’. Leggi il seguito di questo post »

Dossier 2012 di Legambiente: in Italia mare e coste violentati 13.149 volte

Nel 2011 sono stati 13.149 i reati ambientali compiuti a danno del mare e delle coste italiane. Scarichi fognari non depurati, ingiustificate o illegali colate di cemento che deturpano le coste, rifiuti, privatizzazione del demanio e pesca illegale: l’integrità del nostro prezioso ecosistema marino é sotto costante minaccia. Questa la fotografia che ci restituisce il dossier ”Mare Monstrum 2012”, un’analisi che mappa gli abusi e passa in rassegna i principali nemici del mare e delle coste, basato sul lavoro delle Forze dell’ordine e delle Capitanerie di porto.

Il rapporto é stato presentato ieri mattina, durante la conferenza stampa di lancio dell’edizione 2012 della ‘Goletta Verde di Legambiente’, tenutasi presso la Sala Balena del Museo Civico di Zoologia di Roma, alla quale sono intervenuti Rossella Muroni, Direttrice generale ‘Legambiente’, Stefano Ciafani, Vicepresidente nazionale ‘Legambiente’, Renato Grimaldi, Direttore generale del ‘Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Mare e del Territorio’, Franco Barbetti, Direttore Tecnico Operativo del COOU, Bruna Valettini, Costa Edutainment-Acquario di Genova, coordinatrice del progetto ”Pesce Ritrovato by Fish scale’‘ e Alberto Muro Pelliconi, artista del mare, Accademico Tridente D’Oro 2010.

Nella black list dei reati commessi al primo posto c’é la regione Campania con 2.387 reati pari al 18% del totale nazionale, con ben 5 reati ogni chilometro di costa. Seguono a ruota Sicilia, 1.981 infrazioni, Puglia e Calabria, rispettivamente con 1.633 e 1.528 illegalità riscontrate. In totale, le quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa totalizzano insieme oltre il 57% del totale nazionale dei reati. La tipologia di reato maggiormente riscontrato riguarda la pesca di frodo (quasi 5mila infrazioni), seguita dall’abusivismo edilizio sul demanio con 3.171 illeciti e dalla mancata depurazione con 2.669 violazioni. In totale, per i crimini commessi ai danni del mare si contano 15.790 tra denunciati e arrestati e 3.870 sequestri. Leggi il seguito di questo post »

Si ricomincia con i roghi dolosi estivi senza alcuna seria opera di prevenzione né di repressione?

Sterpaglie in fiamme stamattina nei pressi di viale Regione siciliana a Palermo e nelle campagne di Casteldaccia, Carini e Termini Imerese.

Sono intervenuti i Vigili del Fuoco.

Spento invece il rogo divampato la notte scorsa nella riserva ‘Capo Gallo’. Distrutte alcune piante tipiche della macchia mediterranea.

Ieri, un’altro incendio di vaste proporzioni era divampato nella riserva palermitana ‘Grotta della Molara’.

Notte di superlavoro per i Vigili del fuoco del comando provinciale di Catanzaro, impegnati a contrastare diversi incendi. A Borgia un rogo di vaste proporzioni ha lambito una pista di go kart e si é avvicinato ad alcune abitazioni. Fiamme anche in un’abitazione a Gagliano e a Sellia Superiore nelle vicinanze dell’abitato, dov’é dovuta intervenire una squadra da Crotone, e sulla costa jonica, a Ruggero, dove un locale situato sulla spiaggia é stato ridotto in cenere. (Ansa.it)

Animali e Ambiente: Tartaruga ‘Caretta Caretta’ depone 82 uova a Lampedusa

Dopo due anni di assenza, una femmina di tartaruga marina ”Caretta caretta” é tornata a deporre le sue uova nella spiaggia dei Conigli, nella Riserva Naturale ”Isola di Lampedusa”.

Lo ha reso noto Legambiente Sicilia, che gestisce la riserva per conto della Regione Siciliana.

Per l’associazione la deposizione delle uova é ”un dato importante che conferma, anche per il sito di Lampedusa, la fedeltà della specie al sito riproduttivo”.

(Ansa.it)

Messina, S.Jachiddu: L’Europa vista dal Mediterraneo

A partire da mercoledì 27 giugno, nella cornice delle conversazioni che ormai da tre anni si svolgono sui temi del paesaggio e del Mediterraneo, avrà luogo, al Forte San Jachiddu, una serie di incontri dedicati all’Europa vista del Mediterraneo. Lo scopo è quello di interrogarsi, a partire da una prospettiva economica, letteraria e geofilosofica, sul significato che lo spazio mediterraneo può avere all’interno del percorso di unificazione europea e delle dinamiche di globalizzazione da cui esso per molti versi è condizionato.

Il primo incontro si svolgerà mercoledì 27 giugno alle ore 18 e vedrà confrontarsi Frank Mermier e Caterina Pastura su ‘ll libro e la città. Editoria e spazio pubblico nel mondo arabo.’

Il ciclo di incontri è organizzato dal Dottorato in ‘Metodologie della Filosofia’ dell'”Università di Messina”, dal CESV – Centro Servizi per il Volontariato di Messina, dall’Associazione Culturale ‘Terraceleste’, dall’EditoreMesogea e dall’Associazione ‘Amici del Fortino’.

60 anni dopo ritornano i bagnanti sulla spiaggia di Maregrosso

Messina – In queste giornate di gran caldo e di avvio della stagione balneare, una novità si è registrata sulla spiaggia limitrofa a via don Blasco, con la ricomparsa di alcuni bagnanti. E’ un’immagine che si registra a quattro anni dal varo del programma di interventi che l’Amministrazione comunale ha messo in atto per la liberalizzazione del water front, e che riporta ad oltre sessanta anni fa quando erano molti i messinesi che frequentavano il lido sud e la spiaggia di Maregrosso, zone a cui i più anziani continuano a legare i ricordi, anche se sbiaditi, del periodo estivo trascorso su quella spiaggia aperta sullo Stretto.

Leggi il seguito di questo post »

Registrate due scosse di terremoto al largo delle Eolie

LIPARI (MESSINA) – Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata ieri sera alle 20.16 dalla Rete Sismica Nazionale dell’Ingv al largo delle Eolie. L’epicentro è stato localizzato ad una profondità di 298.2 chilometri in mare aperto, a circa 17 chilometri di distanza da Malfa, uno dei comuni dell’isola di Salina. La scossa non è stata avvertita dalla popolazione per la rilevante profondità alla quale è avvenuta, nè ha prodotto danni a persone o cose. Un’altra scossa di terremoto di magnitudo 2.3 è stata registrata nello stesso distretto sismico alle ore 4.55, ad una profondità di 130.5 km.

Pulizia delle spiagge: domani conferenza stampa del sindaco

Messina – Il sindaco on. Giuseppe Buzzanca, con il commissario dell’ATO 3, Antonio Ruggeri, per tracciare il bilancio della prima fase della programmazione di interventi per la pulizia delle spiagge, incontrerà i giornalisti nel corso di una conferenza stampa che si terrà domani venerdì 22, alle ore 10.30, nella sala Falcone Borsellino di palazzo Zanca. Gli interventi curati dall’Ato3, in sinergia con il Comune di Messina, hanno interessato tutte le spiagge della riviera nord e sud della città ed hanno consentito la pulizia massiva, con l’ausilio di mezzi meccanici, eliminando i rifiuti accumulatisi durante il periodo invernale per le forti mareggiate. Dopo tali interventi, già completati, per rendere le spiagge costantemente fruibili alla cittadinanza, è stato appaltato un servizio dedicato di mantenimento delle condizioni igienico sanitarie ottimali alla fruizione delle stesse, la cui durata è prevista sino a metà settembre.

Leggi il seguito di questo post »

Messina: Si è svolta ieri, con successo, la I^ serata di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali, promossa dall’Associazione ‘Tersicore’ Onlus e da vari animalisti

di Santino Irrera

Una serata tra amici, ritrovatisi per discutere intorno ad un tema che toglie il sonno, ponendo ansia ai più sensibili, ed impegna energie immense, costretti in pochi ad operare, quando non nella solitudine più totale, e spesso mal supportati da chi dovrebbe apporre ogni sforzo per la risoluzione di un problema ormai divenuto da tempo emergenza permanente.

Se n’é parlato ieri sera, martedì 19 giugno 2012, nella “I^ serata di sensibilizzazione contro l’abbandono” promossa dall’Associazione ‘Tersicore’ Onlus di via Protonotaro n.6, a Messina, insieme con alcuni noti e meno noti animalisti cittadini. E’ stato bello incontrare, nel corso della serata, dei volontari anche ignoti ai più ma capaci di donare parte considerevole della propria vita per il recuperato benessere di esseri viventi indifesi, nostri compagni di viaggio che nulla chiedono se non affetto, alcune carezze e qualcuno che si occupi un pò di loro, ricambiando spontaneamente come solo pochi esseri umani sono capaci di fare.

Leggi il seguito di questo post »

«Helionomics. L`energia solare per uscire dalla crisi»

«L`energia solare per uscire dalla crisi». È uno dei temi di SuNEC 2012, la conferenza scientifica internazionale organizzata da Cnr e Università di Palermo in programma in Sicilia dal 4 al 6 settembre. Alla conferenza intervengono alcuni dei maggiori esperti mondiali dell’energia solare fra i quali l`olandese Ruud Schropp dell`Università di Utrecht, il cileno Aldo Steinfeld del Politecnico di Zurigo, il britannico Keith Barnham dell`Imperial College e il coreano Kisuk Kang dell`Università di Seoul. Fra i contributi italiani quello di Thomas Brown, del Polo solare organico del Lazio, dove si sviluppano celle solari a colorante analoghe a quelle che saranno utilizzate per alimentare i tablet computer. E quello di Norbert Lantschner, uno dei più rinomati esperti internazionali in materia di sostenibilità. «Le tecnologie per l`utilizzo dell`energia solare sono ormai competitive» dice Mario Pagliaro del Cnr che a SuNEC presenterà uno studio in cui si dimostra come la generazione di elettricità e calore dal sole in Italia sia ormai più conveniente del consumo di energia di origine fossile, a prescindere dagli incentivi. «Ed è maturo il tempo – aggiunge il ricercatore del Cnr –  che nasca l`Istituto per l`energia solare del Cnr. Che avrà in Sicilia la propria sede naturale». Tenutasi per la prima volta nel 2011, la conferenza SuNEC è rapidamente divenuta una delle principali sedi di confronto scientifico sull`energia solare in Europa. Fra l`altro, i lavori scientifici presentati alla conferenza sono pubblicati dalla rivista Energy & Environmental Science, quella con il maggior valore di impact factor nel settore.