Don Pino Puglisi sarà beato, per la chiesa è un martire

CITTÀ DEL VATICANO – Sarà beato don Pino Puglisi, il sacerdote palermitano ucciso dalla mafia il 15 settembre 1993. Benedetto XVI ha infatti autorizzato la Congregazione per le Cause dei santi a promulgare il decreto relativo al martirio di Puglisi perchè ucciso “in odio alla fede”. Il riconoscimento del martirio, che il Papa ha decretato oggi nell’udienza al prefetto per le Cause dei santi card. Angelo Amato, indica che la causa di beatificazione si è conclusa positivamente e che presto don Puglisi sarà elevato all’onore degli altari. A motivo del suo costante impegno evangelico e sociale nel quartire Brancaccio di Palermo, controllato dalla criminalità organizzata, il 15 settembre 1993, nel giorno del suo 56° compleanno, il sacerdote venne ucciso dalla mafia, davanti al portone di casa, intorno alle 20.45, in piazza Anita Garibaldi.

Arrestato latitante napoletano a Sant’Alessio Siculo

Il latitante Antonio Giuliano, 33 anni, originario di Napoli, è stato arrestato da agenti del commissariato della polizia di Stato di Taormina a Sant’Alessio Siculo, nel Messinese. Era ricercato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Venezia per scontare 8 anni e sei mesi di reclusione di una serie di condanne per reati contro il patrimonio. Gli investigatori hanno denunciato in stato di libertà un suo fiancheggiatore locale.