MESSINA. LA CGIL PRESENTA LA 2° EDIZIONE DELLA FESTA PER IL LAVORO


Da mercoledì 27 a sabato 30 giugno, l’area della Fiera ospiterà per il secondo anno consecutivo, la Festa per il Lavoro organizzata dalla CGIL di Messina e dedicata quest’anno più che mai al tema del Lavoro, della Legalità, dei Valori fondanti del sindacato come sottolineato dall’intitolazione degli spazi-dibattito a tre sindacalisti siciliani assassinati dalla mafia, Carmelo Battaglia, Salvatore Carnevale e Placido Rizzotto. Quattro giorni di dibattiti assieme a esperti, tecnici, giornalisti, dirigenti politici e sindacali, ma anche 4 giorni di spettacoli, mostre, laboratori e giochi per bambini con animazione gratuita, e stand di artigianato e produzioni rigorosamente locali. “Perché l’obiettivo è promuovere il nostro territorio, il nostro lavoro, il nostro sviluppo –  spiega Lillo Oceano, segretario generale della Cgil di Messina-. E farlo parlandone con esperti e coinvolgendo il maggior numero di espressioni della società e del nostro territorio per cercare assieme soluzioni e percorsi condivisi”. Ma anche un’occasione per trasformare in Parco cittadino un’area simbolica della nostra città oggi tristemente mortificata”. 

 Legalità; sviluppo e promozione del territorio;  immigrazione e diritti di cittadinanza; sanità e servizi sociali; il futuro economico e politico dell’Italia e dell’Europa; donne e rappresentanza; la riforma degli ammortizzatori sociali; la storia delle persone che hanno fatto il sindacato; la crisi della politica e della città sono i temi che di giorno in giorno verranno trattati nei dibattiti.Tanti gli ospiti e i relatori a partire dal primo giorno: il presidente dell’Autorità portuale , De Simone; il preside della facoltà di Veterinaria, Vincenzo Chiofalo; il Questore e  il Prefetto di Messina; il coordinatore regionale di Libera, Di Maggio, e il direttore regionale dell’INAIL, Asaro. Per seguire nelle giornate successive con Guglielmo Epifani – ex Segr. generale CGIL e presidente dell’Associazione Bruno Trentin-;  Maria Teresa Collica sindaco di Barcellona;  Chiara Valentini, scrittrice e giornalista; Valeria Fedeli, del Comitato nazionale di Se non ora quando; Francesco Maietta del Censis e Silvano Andriani presidente del CeSPI, Centro di studi si Politica Internazionale. E per concludere, l’ultimo giorno con il faccia a faccia tra Susanna Camusso, leader Cgil, e Stefano Fassina, responsabile dell’area economia e lavoro del PD. Grande lo spazio dedicato alla cultura con la mostra di Gaetano Porcasi, pittore “antimafia” di Partinico, le cui opere ritraggono scene chiave della storia della Sicilia e delle lotte dei siciliani per la terra e il lavoro, Portella della Ginestra, Placido Rizzotto, Falcone e Borsellino, e autore, tra l’altro, del quadro scelto come sfondo per la Tessera CGIL 2012.
Il tema delle lotte per il lavoro e la libertà è anche al centro della Mostra fotografica alle donne dei Nebrodi, dal 1945 a oggi.
Tutti i pomeriggi, dalle 17.00 alle 20.00 ci sarà l’intrattenimento gratuito per i bambini con i gonfiabili, i personaggi di Disney, l’animazione, lo zucchero filato. Mentre la gastronomia sarà curata dal binomio Slow food /La Dolce vita che organizzeranno aperitivi Slow nell’area dell’ex Irrera a mare; gastronomia tradizionale e non, del territorio con contaminazioni etniche; Laboratori del Gusto per imparare a riconoscere e a gustare i prèsidi tipici delle nostre zone: capperi e malvasia di Salina, formaggi e mieli dei Nebrodi; la Cudduredda di Delia; la mitica “Manna”.Previsto l’allestimento di uno schermo per la proiezione delle Semifinali degli Europei per le serate di mercoledì e giovedì.Tutte le sere poi, a partire dalle 22.30, si alterneranno spettacoli di musica dal vivo, DJ set, gruppi locali emergenti e non; spettacoli teatrali e di danza. Ma ci saranno anche le serate dedicate agli amanti del Liscio e del Tango con la Milonga organizzata dalle Associazioni HastaLaMilonga e TangoQuerido. Da segnalare infine la rappresentazione in costume con canti e musiche, dedicata al 150° anniversario dell’Unità d’Italia, “Risorgimento 150 anni dopo” che andrà in scena la sera del sabato,  con la partecipazione straordinaria della soprano Jennifer Schettino

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: