Elettricista muore fulminato in un villaggio vacanze a Gioiosa Marea

GIOIOSA MAREA (MESSINA) – Un elettricista di 43 anni, Ignazio Natoli, è morto in un villaggio vacanze a Gioiosa Marea (Me). L’uomo è rimasto fulminato mentre stava lavorando all’impianto elettrico. Indagano i carabinieri.

Meteo: Breve tregua dell’afa nel weekend, poi nuova ondata di caldo con ‘Caronte’

Ultime ore in compagnia di Scipione, l’anticiclone subtropicale che ha le sue radici nell’Africa sahariana. Anche oggi spingerà aria molto calda verso le nostre regioni, dove si avranno le temperature più alte d’Europa, poi dal fine settimana breve tregua dall’afa.

Antonio Sanò, direttore del portale web http://www.IlMeteo.it, avverte che il picco massimo del caldo si toccherà oggi pomeriggio con 40 gradi su molte zone del Sud e della Sicilia, 36 gradi tra l’Emilia e le zone interne della Romagna, 35 gradi a Firenze e Roma. Sulle Alpi sono attesi dei temporali anche forti, in veloce estensione alle Prealpi orientali del Veneto e del Friuli e dell’ Alto Adige. Ma da luglio, avverte Sanò, nuova ondata di calore con l’arrivo dell’anticiclone ‘Caronte’. Leggi il seguito di questo post »

Dossier 2012 di Legambiente: in Italia mare e coste violentati 13.149 volte

Nel 2011 sono stati 13.149 i reati ambientali compiuti a danno del mare e delle coste italiane. Scarichi fognari non depurati, ingiustificate o illegali colate di cemento che deturpano le coste, rifiuti, privatizzazione del demanio e pesca illegale: l’integrità del nostro prezioso ecosistema marino é sotto costante minaccia. Questa la fotografia che ci restituisce il dossier ”Mare Monstrum 2012”, un’analisi che mappa gli abusi e passa in rassegna i principali nemici del mare e delle coste, basato sul lavoro delle Forze dell’ordine e delle Capitanerie di porto.

Il rapporto é stato presentato ieri mattina, durante la conferenza stampa di lancio dell’edizione 2012 della ‘Goletta Verde di Legambiente’, tenutasi presso la Sala Balena del Museo Civico di Zoologia di Roma, alla quale sono intervenuti Rossella Muroni, Direttrice generale ‘Legambiente’, Stefano Ciafani, Vicepresidente nazionale ‘Legambiente’, Renato Grimaldi, Direttore generale del ‘Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Mare e del Territorio’, Franco Barbetti, Direttore Tecnico Operativo del COOU, Bruna Valettini, Costa Edutainment-Acquario di Genova, coordinatrice del progetto ”Pesce Ritrovato by Fish scale’‘ e Alberto Muro Pelliconi, artista del mare, Accademico Tridente D’Oro 2010.

Nella black list dei reati commessi al primo posto c’é la regione Campania con 2.387 reati pari al 18% del totale nazionale, con ben 5 reati ogni chilometro di costa. Seguono a ruota Sicilia, 1.981 infrazioni, Puglia e Calabria, rispettivamente con 1.633 e 1.528 illegalità riscontrate. In totale, le quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa totalizzano insieme oltre il 57% del totale nazionale dei reati. La tipologia di reato maggiormente riscontrato riguarda la pesca di frodo (quasi 5mila infrazioni), seguita dall’abusivismo edilizio sul demanio con 3.171 illeciti e dalla mancata depurazione con 2.669 violazioni. In totale, per i crimini commessi ai danni del mare si contano 15.790 tra denunciati e arrestati e 3.870 sequestri. Leggi il seguito di questo post »

Vi racconto i concorsi

di Angelo D’Orsi

Ho lanciato qualche tempo fa, con il collega Piero Bevilacqua, l’appello L’Università che vogliamo, che non solo ha avuto un notevole successo, ma ha prodotto una serie di assemblee culminate negli Stati generali dell’Università italiana (il 31 marzo a Roma), da cui è poi scaturito, in un paziente lavoro di raccolta di suggerimenti, aggiunte, correzioni e revisioni, un documento che abbiamo chiamato Carta di Roma (ora sui siti http://www.amigi.org e www.historiamagistra.it). Leggi il seguito di questo post »

“Aggravante mafiosa per Lombardo”

CATANIA L’aggravante di aver agito con la finalità di favorire Cosa Nostra è stata contestata questa mattina in udienza dalla Procura di Catania al presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, e a suo fratello Angelo, deputato nazionale Mpa, nel processo in cui sono imputati di voto di scambio. Al reato si aggiungerebbe così l’aggravante di mafia dell’articolo 7. Sulla contestazione formulata dai Pm, Carmelo Zuccaro e Michelangelo Patanè, deve ora pronunciari il giudice monocratico, Michele Fichera. I Pm si sono richiamati al verbale del 6 marzo del 2012 del pentito Maurizio Di Gati, ex boss di Agrigento, in cui si parla delle modalità delle richieste di voti. Le dichiarazioni – è la tesi della Procura- aggiungono un “novum” secondo cui la richiesta di voto non sarebbe stata selettiva, rivolta “ad personam”, ma conosciuta in tutto il rione. Da qui, secondo i Pm, discende l’applicabilità dell’aggravante contestata in aula.
Leggi il seguito di questo post »

L’auree padane

Incidenti sul lavoro: morto nel Vibonese agricoltore travolto da trattore

Un agricoltore, Francesco Antonio Liberto, di 62 anni, é morto in un incidente sul lavoro avvenuto nelle campagne di Maierato, nel Vibonese.
L’uomo era alla guida del suo trattore quando, per cause ancora in corso di accertamento, é caduto dal mezzo ed é stato travolto da una fresa. Liberto é stato soccorso da alcune persone e dal personale del 118 ma é morto poco dopo. I carabinieri hanno avviato le indagini per ricostruire l’accaduto. (Ansa.it)

Bombola esplosa in una villa a Taormina, Procura apre inchiesta

La Procura di Messina ha aperto un’inchiesta sull’esplosione di una bombola di gas in una villa in via Guardiola Vecchia a Taormina che ieri ha provocato il ferimento di cinque persone. Si tratta di Daniele Berinato, 55 anni, la moglie Vittoria Di Luca, 44, il figlio di 2 anni, la babysitter Annamaria Molino, 40 anni e la figlia di quest’ultima di 10 anni, tutti originari di Paternò. La villa attualmente e transennata e non è agibile.

Lipari, “La Sinistra”: necessario biotrituratore comunale

Interrogazione del consigliere Gianni Iacolino al sindaco Marco Giorgianni:
Al Sig Sindaco del Comune di Lipari
Al Sig Assessore all’ Ecologia Comune di Lipari
Dopo l’entrata in vigore del decreto legislativo 3 dicembre 2010, visto l’articolo. 13 del D. Ltd. 205\2010, diventa praticamente reato penale, oltreché amministrativo, bruciare sterpaglie o ramaglie o vegetazione secca, sfalci, potature, nonché altro materiale agricolo o forestale naturale. Leggi il seguito di questo post »

MESSINADICORSA.IT APPRODA SU FACEBOOK

Il portale specializzato in atletica è ora anche sul social network per consentire ai lettori di essere costantemente aggiornati su eventi, notizie, risultati, classifiche e curiosità, con la possibilità di interagire con la redazione in maniera ancor più immediata, attraverso messaggi, segnalazioni, immagini e video. Dopo aver spento la prima candelina lo scorso 21 marzo, nel giorno in cui inizia la stagione primaverile, Messinadicorsa.it si volge all’estate 2012 con il desiderio di proseguire il percorso intrapreso in questi primi quindici mesi di “vita”, facendo leva su impegno ed entusiasmo, cercando di essere sempre più vicina ai suoi tanti lettori.

Leggi il seguito di questo post »

Si ricomincia con i roghi dolosi estivi senza alcuna seria opera di prevenzione né di repressione?

Sterpaglie in fiamme stamattina nei pressi di viale Regione siciliana a Palermo e nelle campagne di Casteldaccia, Carini e Termini Imerese.

Sono intervenuti i Vigili del Fuoco.

Spento invece il rogo divampato la notte scorsa nella riserva ‘Capo Gallo’. Distrutte alcune piante tipiche della macchia mediterranea.

Ieri, un’altro incendio di vaste proporzioni era divampato nella riserva palermitana ‘Grotta della Molara’.

Notte di superlavoro per i Vigili del fuoco del comando provinciale di Catanzaro, impegnati a contrastare diversi incendi. A Borgia un rogo di vaste proporzioni ha lambito una pista di go kart e si é avvicinato ad alcune abitazioni. Fiamme anche in un’abitazione a Gagliano e a Sellia Superiore nelle vicinanze dell’abitato, dov’é dovuta intervenire una squadra da Crotone, e sulla costa jonica, a Ruggero, dove un locale situato sulla spiaggia é stato ridotto in cenere. (Ansa.it)

Animali e Ambiente: Tartaruga ‘Caretta Caretta’ depone 82 uova a Lampedusa

Dopo due anni di assenza, una femmina di tartaruga marina ”Caretta caretta” é tornata a deporre le sue uova nella spiaggia dei Conigli, nella Riserva Naturale ”Isola di Lampedusa”.

Lo ha reso noto Legambiente Sicilia, che gestisce la riserva per conto della Regione Siciliana.

Per l’associazione la deposizione delle uova é ”un dato importante che conferma, anche per il sito di Lampedusa, la fedeltà della specie al sito riproduttivo”.

(Ansa.it)

Il Cga rigetta il ricorso di Buzzanca e l’ARS dovrà risarcire 150.000,00 euro

Ieri il Presidente del Consiglio di giustizia amministrativa, Riccardo Virgilio, con decreto numero 336, ha rigettato la richiesta di sospensione di decadenza da parlamentare regionale presentata dal Sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca.

La storia è nota. Una sentenza della Corte Costituzionale ha stabilito l’incompatibilità tra i ruoli di Sindaco e di parlamentari per i Comuni medio grandi. Il Sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, che è anche parlamentare di sala d’Ercole, ha provato in tutti i modi a tenersi le due poltrone. Appoggiato dalla presidenza dell’Ars, che ha fatto di tutto per consentire a un componente della propria ‘casta’ di mantenere  due incarichi.

Leggi il seguito di questo post »

Ardizzone (Udc): caso Siremar, Cascio convochi Lombardo per riferire

Palermo – “Il presidente dell’Ars, Francesco Cascio, convochi con urgenza, a data e giorno certo, il presidente Lombardo per riferire in aula sulla vicenda Siremar. Una vicenda che può essere ormai considerata una metafora triste di quattro anni di malgoverno“. Lo ha affermato con forza nel corso del suo intervento a Sala d’Ercole il deputato regionale dell’Udc Giovanni Ardizzone.”Di fronte ad una gara annullata dal Tar – prosegue Ardizzone -assistiamo ad un presidente della Regione che persevera nel mortificare e offendere il ruolo dell’Assemblea e dei suoi deputati. Inizialmente mi era stato negato l’accesso agli atti e solo dopo un atto stragiudiziale notificato alla Regione sono stato messo a conoscenza di alcuni di quegli atti procedurali. Il governo ha il dovere di riferire in Aula su questa vicenda, soprattutto in un momento in cui i trasporti per le isole minori sprofondano nella più totale incertezza. Una grave compromissione per il turismo siciliano”.

“Top secret”

Un libro può aiutare a capire quanto spendiamo per gli 007: almeno 565 milioni di euro l’anno. E’ l’unico dato ufficiale, risalente al 2010, che non comprende però altri fondi top secret dirottati dalla presidenza del Consiglio per finanziare operazioni classificate, come il supporto alle missioni militari estere o i voli della compagnia di copertura spesso usata come taxi dai politici. Ma lo stanziamento è destinato a lievitare: per il 2013 si prevede di arrivare a 645 milioni di euro. Un aumento, nonostante la crisi. O forse a causa proprio della crisi, che dovrebbe obbligare i nostri apparati di prevenzione a un ulteriore sforzo per informare le istituzioni sul moltiplicarsi di fronti di tensione, interna o internazionale. Il guaio è che troppo spesso i nostri 007 invece di prevenire arrivano in ritardo. E questo è solo uno dei problemi messi in evidenza da Piero Messina, giornalista d’inchiesta e collaboratore de “l’Espresso”, in “Il cuore nero dei servizi” (Bur Rizzoli, 306 pagine, 12 euro). Il saggio ricostruisce una vasta serie di scandali e intrallazzi andati a segno durante la seconda Repubblica, dalla celebre “Zarina” che si era impadronita del Sisde fino ai recentissimi appalti gestiti dalla Cricca e agli intrecci pericolosi con Finmeccanica e Telecom. Molto inquietante il capitolo sull’attività opaca svolta nella lotta alla criminalità organizzata, da Palermo a Napoli, dove spesso il confine tra collusione e ragione di Stato diventa confuso.

Leggi il seguito di questo post »