Messina: Si è svolta ieri, con successo, la I^ serata di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali, promossa dall’Associazione ‘Tersicore’ Onlus e da vari animalisti

di Santino Irrera

Una serata tra amici, ritrovatisi per discutere intorno ad un tema che toglie il sonno, ponendo ansia ai più sensibili, ed impegna energie immense, costretti in pochi ad operare, quando non nella solitudine più totale, e spesso mal supportati da chi dovrebbe apporre ogni sforzo per la risoluzione di un problema ormai divenuto da tempo emergenza permanente.

Se n’é parlato ieri sera, martedì 19 giugno 2012, nella “I^ serata di sensibilizzazione contro l’abbandono” promossa dall’Associazione ‘Tersicore’ Onlus di via Protonotaro n.6, a Messina, insieme con alcuni noti e meno noti animalisti cittadini. E’ stato bello incontrare, nel corso della serata, dei volontari anche ignoti ai più ma capaci di donare parte considerevole della propria vita per il recuperato benessere di esseri viventi indifesi, nostri compagni di viaggio che nulla chiedono se non affetto, alcune carezze e qualcuno che si occupi un pò di loro, ricambiando spontaneamente come solo pochi esseri umani sono capaci di fare.

Leggi il seguito di questo post »

Un motorino per la sinistra radicale

di Citto Saija

Finalmente qualcosa comincia a muoversi in Sicilia in senso unitario. Su iniziativa della segreteria regionale di Rifondazione comunista è stato lanciato un appello per costruire, in viste delle prossime elezioni regionali, una “lista unitaria della sinistra alternativa” o sinistra radicale. Un tentativo utile per fare come in Grecia.

Ci piace evidenziare l’avvio dell’appello, un vero e proprio motorino, che può indurre, nella frammentazione esistente, ad una seria riflessione. Leggi il seguito di questo post »

Fritto misto alla siciliana

di Francesco Saija

Come abbiamo già scritto un Festival cinematografico non può essere improvvisato né può essere affidato a chi organizza “eventi”. Dall’improvvisazione non può che nascere qualcosa di caotico, un vero e proprio fritto alla siciliana. “L’agguerrita general manager” del Taormina Film Fest, fortissimamente voluta da una altrettanto agguerrita triade di incompetenti, ha messo in essere un assemblaggio di pellicole che nulla hanno a che fare con un Festival cinematografico degno di questo nome. Leggi il seguito di questo post »

Altro che ponte: la Sicilia è stata eliminata

di Panteno

La stazione centrale di Messina sembra ormai un deserto. Solo quattro treni vanno verso il cosiddetto continente. I treni notturni per Roma sono due ed uno diurno nella mattinata. Poi nel pomeriggio vi è il quarto treno per Milano. Ma questo treno con letti e cuccette non passa per Bologna e Firenze, ma percorre il tragitto del vecchio treno notte per Torino, arrivando a Genova e poi a Milano senza arrivare a Torino. Chi vuole andare oltre Roma, una volta arrivato a Roma deve cambiare treno e prendere i treni eurostar di Trenitalia o di Montezemolo. Leggi il seguito di questo post »

Cittadinanza onoraria ai carabinieri del Ris

MESSINA – Il Comune di Messina, con ventuno voti favorevoli, uno contrario e sei astenuti, ha deciso il conferimento della cittadinanza onoraria al Reparto investigativo scientifico dei carabinieri di Messina, in occasione del ventennale della sua costituzione. Il provvedimento, ricorda l’istituzione a Messina del Ris, nato nel 1992, come piccolo nucleo di supporto alle indagini di polizia giudiziaria con la denominazione di Sottocentro I.S. e un organico di circa 30 uomini. Il Ris, che ha oggi un organico di 72 uomini, al comando del maggiore Sergio Schiavone, dipende, dal Raggruppamento carabinieri investigazioni scientifiche, con sede a Roma.

«Helionomics. L`energia solare per uscire dalla crisi»

«L`energia solare per uscire dalla crisi». È uno dei temi di SuNEC 2012, la conferenza scientifica internazionale organizzata da Cnr e Università di Palermo in programma in Sicilia dal 4 al 6 settembre. Alla conferenza intervengono alcuni dei maggiori esperti mondiali dell’energia solare fra i quali l`olandese Ruud Schropp dell`Università di Utrecht, il cileno Aldo Steinfeld del Politecnico di Zurigo, il britannico Keith Barnham dell`Imperial College e il coreano Kisuk Kang dell`Università di Seoul. Fra i contributi italiani quello di Thomas Brown, del Polo solare organico del Lazio, dove si sviluppano celle solari a colorante analoghe a quelle che saranno utilizzate per alimentare i tablet computer. E quello di Norbert Lantschner, uno dei più rinomati esperti internazionali in materia di sostenibilità. «Le tecnologie per l`utilizzo dell`energia solare sono ormai competitive» dice Mario Pagliaro del Cnr che a SuNEC presenterà uno studio in cui si dimostra come la generazione di elettricità e calore dal sole in Italia sia ormai più conveniente del consumo di energia di origine fossile, a prescindere dagli incentivi. «Ed è maturo il tempo – aggiunge il ricercatore del Cnr –  che nasca l`Istituto per l`energia solare del Cnr. Che avrà in Sicilia la propria sede naturale». Tenutasi per la prima volta nel 2011, la conferenza SuNEC è rapidamente divenuta una delle principali sedi di confronto scientifico sull`energia solare in Europa. Fra l`altro, i lavori scientifici presentati alla conferenza sono pubblicati dalla rivista Energy & Environmental Science, quella con il maggior valore di impact factor nel settore.

Inaugurata a Modica la prima installazione in Italia dedicata alla Primavera Araba

di Carmela Grasso

Marcel Cordeiro con Leila Bouazizi, sorella del martire Mohamed, LGT

Modica è la prima città in Italia che rende pubblico omaggio ai martiri della Primavera Araba. E lo fa con l’arte. Da ieri, infatti, nell’atrio di Palazzo San Domenico, sede del Municipio, visitatori e turisti della città patrimonio dell’Unesco possono ammirare un’inedita installazione sensoriale intitolata “La Rivoluzionedel Gelsomino” realizzata da Marcel Cordeiro, artista brasiliano e modicano d’adozione, per ricordare il sacrificio di Mohamed Bouazizi, il giovane venditore ambulante di frutta e verdura che nel dicembre 2010, esasperato dai continui soprusi della polizia governativa, si diede fuoco accendendo la rivolta con i regimi totalitari nel suo paese e, a rotazione, in molti altri del nord Africa e in Medio Oriente. Duecento piante di gelsomini, una fiaccola accesa da ieri e fino al 29 giugno, teli bianchi come anime in ricordo degli eroi della Primavera Araba. Un pannello in tre lingue – italiano, inglese e arabo – illustra ai visitatori i contenuti dell’installazione-tributo. Leggi il seguito di questo post »