Musica: sarà Fabio Fazio a condurre il Festival di Sanremo

Fabio Fazio condurrà  la prossima edizione del ‘Festival di Sanremo’.

Lo ha confermato Giancarlo Leone, capo della struttura intrattenimento della Rai che stasera presenta a Milano il proprio palinsesto autunnale. In questa occasione potrebbe esserci l’annuncio ufficiale del conduttore della kermesse canora, appunto, nella persona di Fazio.

(TMNews.it)

Musica e Gossip: I 70 anni dell’ex ‘Beatle’ Paul McCartney

A Montalcino, in provincia di Siena, in un lussuoso resort insieme a familiari e ad amici intimi. E’ così che oggi Paul McCartney festeggia il suo 70esimo compleanno. Tra una tappa e l’altra del tour mondiale ‘On the run’, l’exBeatles’ sabato è atterrato infatti a Roma con un jet privato, accompagnato dalla terza moglie Nancy Shevell, sposata lo scorso ottobre. In serata la coppia sarà raggiunta dai figli del cantante Heather, Stella, James e Mary e dagli amici più cari, tra cui l’ex Beatle Ringo Starr.

Cantante, compositore, musicista, polistrumentista e persino produttore discografico, cinematografico, pittore, attore e attivista per la difesa dei diritti degli animali, dopo aver raggiunto la fama internazionale come bassista nei ‘Beatles’, non ha mai smesso di stare sulla breccia, anche dopo lo scioglimento del gruppo. Una carriera brillante e lunghissima, iniziata grazie alla profonda passione di suo padre, Jim, trombettista e pianista, che lo incoraggiò a diventare musicista, regalandogli, dopo la morte della madre, una tromba, che lui, però, barattò con una chitarra Framus Zenith 17. Dall’esordio come solista nel 1970, al gruppo dei ‘Wings’, formato con sua moglie Linda, passando per i celebri duetti con Stevie Wonder e con Michael Jackson, Paul ha inanellato senza sosta concerti, progetti ed eventi straordinari come quello del 2001, quando è stato tra i promotori di ‘The Concert for New York City’, in memoria delle vittime dell’attacco terroristico dell’11 settembre. Leggi il seguito di questo post »

La ricetta dei ‘saggi’ per uno sviluppo sostenibile: ridurre nascite e consumi

Popolazioni e consumi sono le aree su cui i governi dovrebbero concentrare i loro sforzi per tentare di arginare le gravi crisi ambientali. E’ questa la tesi di autorevoli scienziati, rappresentanti di 105 accademie scientifiche internazionali, che a Rio+20 stanno cercando di sensibilizzare i negoziatori presenti al vertice mondiale sull’ambiente. I ricercatori sottolineano che mentre a Rio si discute su come diminuire la povertà ed invertire il processo di degrado dell’ambiente, non si parli delle due soluzioni che a parer loro potrebbero effettivamente cambiare le cose.

I motivi di questa reticenza, secondo gli scienziati, sono da ricercarsi su questioni etiche e politiche che sembrano non tener conto della vera emergenza. Le aree su cui gli scienziati sollecitano i governi sono il controllo delle nascite, su base volontaria, che dovrebbe essere introdotto nelle strategie politiche dei Paesi in via di sviluppo e la limitazione dei consumi, determinando dei tassi limite di sfruttamento, da applicarsi nei Paesi sviluppati. ”Entro il 2050, si sostiene nel rapporto, la popolazione della terra arriverà a 11 miliardi mentre il consumo delle risorse supererà del 50% la capacità di autogenerazione delle risorse stesse del pianeta, una situazione intollerabile che portera’ l’umanità al collasso”.

”Stiamo vivendo al di sopra delle nostre possibilità”, ha aggiunto Gisbet Glaser, rappresentante della comunità scientifica che ha Rio+20 ha presentato il rapporto, “non si vuole parlare delle soluzioni possibili e si preferisce concentrarsi sulla titolazione dei capitoli del documento finale che sulla sostanza delle cose”. Sembra tuttavia che difficilmente, qui a Rio, questi argomenti verranno affrontati in modo così esplicito, il controllo delle nascite e la limitazione dei consumi restano argomenti tabù, che non trovano spazio tra le carte dei negoziatori. (Adnkronos.com)

Calcioscommesse, sanzionate 21 società: -2 punti al Pescara, -4 al Novara

La Commissione disciplinare nazionale, presieduta da Sergio Artico, in merito al processo di primo grado sul calcioscommesse, ha inflitto due punti di penalizzazione al Delfino Pescara, da scontare nella prossima stagione in serie A, mentre la penalità inflitta al Novara in serie B è di 4 punti. Per il Novara anche un’ammenda di 35.000 euro, in merito alla vicenda calcio scommesse. La Procura aveva chiesto -6 al Novara e -2 al Pescara.

La Commissione ha inoltre squalificato per 5 anni i calciatori Mario Cassano, Luigi Sartor, Alessandro Zamperini e Nicola Santoni, per i quali sono state confermate le richieste di radiazione. Zamperini paga “il ruolo di rilievo assunto nell’associazione a delinquere, la effettuazione di scommesse illecite e la partecipazione all’illecito sportivo relativo alla gara Cesena-Gubbio“; Cassano “la violazione plurima degli articoli 6 e 7 del Codice di Giustizia Sportiva“; Sartor “la sua funzione di collegamento con gli asiatici“; Santoni “la pluralità degli illeciti commessi“.

L’Albinoleffe dovrà scontare 15 punti di penalizzazione nel campionato di ‘Lega Pro’ per la stagione 2012/13 (la richiesta della Procura Federale era di 27 punti), mentre alla Sampdoria e al Siena è stata inflitta una ammenda di 50.000 euro.

La Commissione ha sanzionato in tutto 21 società e 52 tesserati. Le società nel mirino: Ascoli Calcio 1898 Spa; As Livorno Calcio Spa; Atalanta Bergamasca; Frosinone Calcio Srl; Modena FC Spa; Us Cremonese Spa; Us Grosseto Fc Srl; U.C. Albinoleffe Srl; A.C. Ancona Spa; U.S. Avesa H.S.M.; Delfino Pescara 1936; Empoli F.B.C. Spa; A.C. Monza Brianza 1912; Novara Calcio Spa; Padova Calcio Spa; Piacenza F.C. Spa; Ravenna Calcio Srl; Reggina Calcio Spa; U.C. Sampdoria Spa; A.C. Siena Spa; Spezia Calcio Srl. (Adnkronos.com)

Egitto: i Fratelli Musulmani annunciano la propria vittoria e del loro candidato Mursi

I ‘Fratelli Musulmani’ hanno annunciato la vittoria di Mohammed Mursi, il loro candidato ufficiale, al ballottaggio delle elezioni presidenziali in Egitto. “Mohammed Mursi è il primo presidente della Repubblica eletto dal popolo“, si legge in un messaggio pubblicato sulla pagina ‘Twitter’ di ‘Libertà e Giustizia’, il partito dei Fratelli Musulmani egiziani.

Secondo fonti del comitato elettorale, Mursi avrebbe vinto il confronto elettorale ottenendo 13 milioni e 320mila voti. Il risultato, dicono le fonti ad ‘al-Jazeera’, è sulla base dello scrutinio del 99% dei seggi.

Ma Mahmoud Baraka, capo della campagna elettorale dell’ex premier egiziano, Ahmed Shafiq, aveva respinto l’annuncio dato in mattinata dai Fratelli Musulmani, spiegando di essere in testa “con il 53% dei voti, mentre sono stati scrutinati il 55% dei seggi”.

Noi respingiamo assolutamente” l’annuncio della vittoria di Mursi, ha affermato Baraka in un’intervista alla tv ‘al-Jazeera’. “Siamo stupiti della conferenza stampa di ‘Giustizia e Libertà’ (il partito dei Fratelli Musulmani, ndr) che rappresenta una violazione delle leggi della commissione elettorale“, ha aggiunto Baraka, che ha quindi accusato i Fratelli Musulmani di voler “pilotare il voto“. (Adnkronos.com)

Mediaset:pm,3 anni e 8 mesi a Berlusconi

Secondo l’accusa su fondi neri ”impronte digitali” ex premier

I pm di Milano Fabio De Pasquale e Sergio Spadaro hanno chiesto 3 anni e 8 mesi di reclusione per Silvio Berlusconi, imputato di frode fiscale nel processo sulle presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv da parte di Mediaset. Tre anni e 4 mesi la richiesta per Fedele Confalonieri, presidente ‘Mediaset’, e 3 anni e 8 mesi per il produttore americano Frank Agrama. Secondo l’accusa, sui “fondi neri“, frutto di presunti costi gonfiati, ci sarebbero le “impronte digitali” di Berlusconi.

(Ansa.it)

Revocato il 41 bis ad un boss tra gli autori della strage di Capaci: definito ‘privo di adeguata motivazione’, gli autori della revoca spieghino più… adeguatamente

Il Tribunale di Sorveglianza di Roma ha revocato il carcere duro al boss Antonino Troia, capomafia di Capaci, condannato con sentenza definitiva all’ergastolo per la strage in cui furono assassinati il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta. Secondo il Tribunale, infatti, il provvedimento di proroga del 41 bis sarebbe ”privo di adeguata motivazione”. (Ansa.it)