TRENT’ANNI FA LA STRAGE DELLA CIRCONVALL​AZIONE, SONIA ALFANO (PRESIDENT​E CRIM): “RICORDIAM​O QUATTRO VITTIME INNOCENTI DELLA MAFIA”


PALERMO, 15 GIU – “Salvatore Raiti, Silvano Franzolin e Luigi Di Barca erano tre carabinieri che facevano semplicemente il loro dovere: traducevano in carcere il boss catanese Alfio Ferlito. Con loro c’era Giuseppe Di Lavore, autista della ditta privata che aveva in appalto il trasporto dei detenuti. Vennero uccisi in un attentato mafioso che ancora oggi, dopo trent’anni, è noto come la strage della Circonvallazione. Il mandante di quella brutale carneficina era il boss Nitto Santapaola, che da anni combatteva contro Ferlito una guerra per il predominio sul territorio etneo. Del resto solo un criminale sanguinario e crudele come Santapaola poteva sterminare quattro innocenti per eliminare un mafioso rivale. Oggi, con commozione, ricordo quelle quattro persone, vittime innocenti della mafia, ed esprimo la mia solidarietà ai loro familiari, colpiti negli affetti più cari senza una ragione”.

Così Sonia Alfano, Presidente della Commissione Antimafia Europea, ricorda le vittime della strage della Circonvallazione (16 giugno 1982), alle quali renderà omaggio domani mattina nel corso della cerimonia prevista sul luogo dell’attentato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: