Omofobia: “La battaglia per i diritti è l’unica via d’uscita. ” Rosario Duca (Arcigay) scrive alla comunità gay e lesbica


*Riceviamo e, volentieri, pubblichiamo.

 

di Rosario Duca ( presidente Comitato territoriale Arcigay- Makwan Messina)

Ai ragazzi lgbt di Messina e provincia.
Questa lettera vuole essere un modo per dialogare con voi tutti, anche con coloro che periodicamente incontro alle riunioni.
Avrete letto sicuramente dell’ennesima grave aggressione avvenuta a Roma ai danni di un attivista per i diritti ( i nostri diritti), avrete letto anche delle ultime aggressioni a Trans o coppie Lesbiche,  a Roma, e chissà in quanti altri posti. Queste persone sono come voi, come noi. Ma hanno deciso di mostrarsi apertamente sfidando anche quei vili omofobi pur di sentirsi liberi di essere ciò che desiderano. Ma più che sentirsi liberi hanno voluto appropriarsi del diritto alla libertà di amare. Guido Allegrezza, ultima vittima solo in ordine di tempo,ha scelto come tantissimi altri in tutta Italia, di essere un attivista, ovvero esporsi con iniziative pubbliche, mettendoci la faccia.

Perchè? Perchè tanti lo fanno? Pensate che ognuno non abbia  altro da fare? O che non potrebbe pensare alla propria vita? No. Guido come tanti altri sa benissimo che se non ci si espone se non si lotta contro l’indifferenza, la diffidenza, l’ignoranza, le cose non cambieranno mai. Nessuno vuole fare l’eroe ne tanto meno desidera diventarlo perchè significa perdere la vita ed un eroe morto alla causa servirebbe poco. Ma, molti come Guido hanno preso coscienza del fatto che avere in tasca una tessera di una qualsiasi associazione LGBT ed averla solo perchè il sabato sera deve andare in disco, o al cruising bar, o in sauna, posti dove ci si isola dove ci sente protetti perchè ci si trova tra persone che vivono la stessa condizione, non serve a nulla. Ragazzi seguitemi nel discorso se potete e volete. Oggi ognuno di voi è mediamente ragazzo o sotto i 30 anni, è il periodo della spensieratezza, del divertimento, delle disco, saune, cruising (legittimo), però voglio che per un attimo proiettiate il vostro pensiero a quando avrete raggiunto i 35 o 40 anni, la vita burrascosa delle disco, saune, cruising ha una battuta di arresto, o -comunque un rallentamento del proprio ritmo. Comincia il periodo quando si desidera una relazione duratura con un compagno stabile(per quanto è possibile), lo trovate, anzi dovrei dire vi trovate, perchè l’amore è l’incontro di due entità a noi sconosciute del nostro essere che ci fa attrarre l’uno all’altro.

Allora cominciate a fantasticare di stare con lui/lei (convivenza), di uscire con lui/lei mano nella mano, potervi baciare o scambiarvi tenerezze sulla panchina del parco, o decidete di volere unire le vostre vite come coppia effettiva con effetto civile, insomma vivere la normalità. Un sogno bellissimo, ma solo un sogno. Forse potrete vivere in una città apparentemente disinteressata a ciò che fate e come vi amate, ma i tempi cambiano per tutti. Vi accorgete di scoprire che la vostra vita insieme se si potrarrà negli anni manca di qualcosa, di tante cose, di ciò ch’è necessario in una coppia per essere completamente tranquilli sotto l’aspetto civile, il panico. Cosa sarà dei nostri beni acquistati insieme? cosa sarà se io o il mio compagno siamo in ospedale? mi hanno detto che non potrò decidere per il mio compagno, e lui non potrà decidere per me, quindi non siamo coppia? non abbiamo diritti? Diritti, parola che noisamente oggi ascoltate ed a cui non pensate, oggi però. Una vita senza diritti è come un motore senza olio. I diritti sono quelli che vi rendono padroni delle vostre decisioni, ma che più di ogni altra cosa vi e ci rendono liberi. Questo ancora in Italia non c’è.

Vedete ragazzi nonsarà lo stare nascosti a farci figgire  dalla realtà in cui viviamo, non sarà il bluff su  ciò che siamo a proteggerci. Non sarà fare il gay in disco è l’etero con i propri compagni che ci metterà al sicuro. Qualcosa prima o poi non funzionerà, ed allora che faremo? ci sentiremo smarriti, preoccupati, paurosi, gli anni della spensieratezza saranno passati , il clamore della disco non ci attirerà più,  così com l’emozione della sauna o del cruising perderanno il proprio fascino. Verrà  il momentoin cui prevarrà il desiderio di  una cosa, e solo una cosa : il diritto di essere noi stessi. Questo ha spinto Guido  a dedicare la ropria vita all’impeghno civile, in questi anni, questo ha spinto tantissimi altri che ora  sono morti.

La volontà di combattere affinchè voi domani possiate avere ciò che vi spetta di diritto. Nessun’altra ragione. Ciò non significa che non dovete vivere la vostra spensieratezza, che non dovete godervi il brio della disco, la trasgressione di un cruising o sauna, ma il vostro futuro non potete lasciarlo nelle mani di altri. Gli anni volano via e poi? Ecco perchè desidero che queste riflessioni vi portino per un attimo a fermarvi, riflettere, e per un momento dire ma perchè tante persone (sempre meno di quel che occorre ) anche se sono maturi lottano per qualcosa,  cosa vogliono raggiungere? A quest’ultima domanda vi voglio rispondere subito,:vogliamo raggiungere -a costo di subire ciò che ha vissuto Guido-la meta di poter dire: abbiamo sconfitto l’omolesbotransfobia perchè abbiamo conquistato i nostri diritti. Siamo al fine settimana siete pronti per le disco, vi prego dedicate un minuto delal votra vita di ragazzi a pensare cosa sarà domani per voi. A tutti gli adulti che hanno deposto le armi dicendo “ormai ho dato”, voglio dire che ancora la guerra non è vinta, i nostri ragazzi hanno bisogno di ognuno di voi, tutti abbiamo bisogno dell’esperienza che avete maturato, tornate in campo la battaglia è ancora cruenta.
A tutti/e ed in particolare ai ragazzi buon fine settimana vi voglio bene.
Rosario

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: