Strada di collegamento Camaro – Bordonaro


Dopo più di 3 anni, nonostante l’esposto presentato in Procura, frane, degrado e pericoli vari sono ancora là!

Messina – Il 31 ottobre 2011 il consigliere della terza Circoscrizione Libero Gioveni aveva persino presentato un esposto alla Procura della Repubblica (le cui indagini sono ancora in corso) per tentare di sbloccare l’annosa questione della via Portone Militare, la strada di collegamento fra i villaggi di Camaro e Bordonaro, dove da più di 3 anni insiste una grossa frana “corredata” da altri piccoli smottamenti inseriti in un quadro viario e infrastrutturale desolante nel quale regnano assoluto degrado, abbandono e ad altre minacce per la pubblica incolumità.

 C’è da chiedersi: se nemmeno l’autorevole intervento della Magistratura ha fatto “arrossire” finora chi doveva intervenire per la messa in sicurezza e la riqualificazione dell’importante arteria, cosa ci si può e ci si deve aspettare ancora nell’immediato futuro? E ancora: possibile che sulle condizioni di sicurezza della strada né Comune, né Provincia, né Genio Militare (tutti presunti proprietari) non debbano intervenire anche parzialmente per porre rimedio ad una vicenda certamente dai contorni grotteschi? Intanto, però, col trascorrere del tempo la situazione è andata sempre più peggiorando! Oltre, infatti, alla frana principale che restringe notevolmente la carreggiata semidistrutta, occorre registrare il resto della pavimentazione ridotta ai minimi termini, nonché le sempre più ambite (ai soliti imbecilli) discariche abusive e le autentiche “foreste” di erbacce e rovi che restringono ulteriormente la carreggiata in più tratti.

 Gioveni, che era stato tra l’altro il primo esponente ascoltato dai Carabinieri come denunciante e persona informata sui fatti e che aveva prodotto ai militari, fra i vari atti, anche copia integrale del verbale della conferenza dei servizi del 10 giugno 2010 nel corso della quale i rappresentanti degli enti interessati (l’assessore alle Manutenzioni Isgrò per il Comune e l’ing. Celi per la Provincia Regionale) si erano impegnati in prima persona per risolvere l’annosa problematica, continua a riporre piena fiducia nel lavoro della Magistratura affinché possa fare definitivamente chiarezza sull’incresciosa vicenda. Nel contempo, però, il consigliere intende adesso appellarsi a S.E. il Prefetto Alecci per lo scandaloso immobilismo delle istituzioni, perché ritiene INACCETTABILE che, nelle more che la giustizia faccia il suo corso, i residenti di Bordonaro e Camaro e della stessa via Portone Militare debbano continuare a subire passivamente i disagi e i potenziali pericoli transitando da una strada ormai considerata (in tutti i sensi) “terra di nessuno”!

 Il Consigliere UDC della Terza Circoscrizione

                                          Libero Gioveni

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: