COMUNICATO DOCENTI PRECARI DI SOSTEGNO


Sui siti dei sindacati scuola vengono riportate notizie, sulla vergogna delle invalsi, sugli accorpamenti delle piccole scuole (anche questi ultimi determinanti per l’incremento dell’esubero), sui concorsi per tutti i docenti, sui TFA (inutili, visti i soprannumerari), sui corsi di riconversione in sostegno (che licenziano definitivamente i precari del sostegno). Nessun SINDACATO fa cenno invece alla fine che faranno oltre 10.000 docenti precari specializzati nelle attività didattiche di sostegno che, a tutt’oggi, si trovano in servizio nelle scuole per l’istruzione e la formazione dei diversamente abili; ma anche degli alunni cosiddetti “normodotati”. I docenti precari di sostegno di tutta Italia DENUNCIANO il SILENZIO ASSORDANTE con il quale si sta compiendo l’ennesimo scempio sulla scuola già pesantemente colpita, per anni, da tagli indiscriminati.

I DOCENTI DI SOSTEGNO SONO PERSONE CHE HANNO STUDIATO: HANNO CONSEGUITO UNA LAUREA 2/3 ABILITAZIONI, MASTER E CORSO PER LE ATTIVITA’ DIDATTICHE DI SOSTEGNO. Vi sembra poco? Vi sembra corretto ciò che sta preparando per noi il MIUR? Bisogna, prima, attuare un piano di stabilizzazione per i precari.  Voi, sindacati, vi state battendo affinché ciò possa avvenire? Siamo qui, tutti i docenti di sostegno precari, in ansia da oltre un mese. Il Miur ci vuol togliere la dignità, la vita e il pane quotidiano, con il decreto 7 del 16/04/2012 (riconversione dei docenti in esubero, in sostegno). Dopo anni e anni di precariato, “NESSUNO PUO’ ADESSO VENIRCI A DIRE: ARRIVEDERCI E GRAZIE”. Noi, docenti precari nel sostegno, siamo umani, non merce da utilizzare quando serve, per poi essere scaricata senza alcuna DEGNA CONSIDERAZIONE.  Aspettiamo quindi dai sindacati più rappresentativi; ma anche dai partiti politici che sostengono questo governo una degna risposta. Noi in ogni caso continueremo da soli questa che è anche una lotta di civiltà, in un settore, quello dell’integrazione degli alunni diversamente abili, nella scuola statale, che ci vedeva modello in Europa e nel mondo e che invece è stato a poco a poco smantellato e ridotto a DISCARICA per lavoratori considerati senza futuro.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: