La “Rondine” pucciniana al Vittorio Emanuele


“La rondine” pucciniana viene presentata per la prima volta a Messina (replica venerdì 1° giugno alle 17,30).

di Francesco Saija

La prima assoluta ebbe luogo il 27 marzo 1917 al Théatre de l’Opéra di Montecarlo mentre la prima italiana fu messa in scena nel giugno dello stesso anno al Teatro Comunale di Bologna.Non è certo un’operetta, mancano tante caratteristiche dell’operetta, né possiamo collocarla tra le classiche opere liriche ma sostanzialmente è un’opera lirica che è stata definita “commedia lirica in 3 atti di Giuseppe Adami”.

Un’opera che pur avendo quasi cento anni di vita ci è sembrata intrisa di grande modernità con la variegata “tavolozza sonora” che esprime “colori” e “luci” musicali che riescono a coinvolgere lo spettatore contemporaneo.

Un’opera di grande levità ma intrisa di contenuti abbastanza corposi che certo interessano i nostri giorni e la nostra vita.

Bene quindi ha fatto il regista Stefano Vizioli nell’ambientarla nella Parigi degli anni ’50, ma potrebbe anche essere la Parigi degli anni ’30.

Ci sembrano del tutto convincenti le note del maestro giapponese Hirofumi Yoshida, quando afferma che “l’elemento più affascinante della ‘Rondine’ di Puccini sono i suoi valzer, che pervadono tutta l’opera, donandole un incanto squisito e innovativo per la sua epoca… essa rappresentava una novità fresca e travolgente, soprattutto nel panorama musicale italiano”.

E questa freschezza della scrittura pucciniana abbiamo potuto ascoltarla attraverso il grande impegno dell’orchestra del “Vittorio Emanuele” e la perfetta direzione del maestro Yoshida.

E Yoshida ha ragione quando afferma che Puccini è “riuscito a rivestire una danza già classica e tradizionale con la varietà e la ricchezza armonica, a volte stupendamente dissonante, che era il frutto degli studi, degli esperimenti e delle conquiste novecentesche europee”.

Ma sentiamo anche echi di tanti generi musicali compresi addirittura il jazz e la musica per film. Quindi – come sostiene il regista- “un’opera atipica nel panorama delle opere pucciniane” e “il personaggio di Magda nel corso della trama acquisisce un senso di indipendenza proto-femminista”.

Dicevamo della corposità dei contenuti: la protagonista afferma, nel finale, il grande principio della liberazione della donna che certo è un portato della modernità. Un grande uscir fuori dal ghetto, spesso anche oggi proclamato, della famiglia borghese.

Particolarmente brava ci è sembrata, con il suo bel canto, Donata D’Annunzio Lombardi nella parte di Magda né ha demeritato il tenore Leonardo Caimi nella parte di Ruggero. Accettabili gli altri cantanti.

Parigi è certamente co-protagonista dell’Opera e molto bella ci è sembrata la scenografia con la Parigi notturna. Il coro lirico “Francesco Cilea” diretto da Bruno Tirotta è stato, come sempre, particolarmente applaudito dal pubblico. Molto belli e colorati i costumi di Angela Buscemi e le scene di Cristian Taraborrelli.

Ma abbiamo anche potuto apprezzare i balli degli apaches certamente voluti dall’assistente alla regia nonché coreografo Pierluigi Vanelli.

Una boccata d’aria nuova per la troppo tradizionale grande sala del “Vittorio Emanuele”.

All’inizio della prima è stato letto un breve comunicato del consiglio di amministrazione del teatro, ma dalla buca dell’orchestra si sono levate voci di protesta seguite da applausi del pubblico. La nostra solidarietà va agli orchestrali e soprattutto agli artisti di “Salvatore Giuliano” e delle altre due opere di prosa che dovevano andare in scena nella sala “Laudamo” e che sono state soppresse. Non abbiamo condiviso la scelta della sospensione degli spettacoli perché riteniamo che la situazione del teatro si è cronicizzata in questi anni certo per responsabilità del governo regionale ma anche degli amministratori che nel tempo hanno diretto l’ente teatro.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: