SONIA ALFANO (PRESIDENTE COMMISSIONE ANTIMAFIA EUROPEA) RICORDA SIMONETTA LAMBERTI, UCCISA DALLA CAMORRA A SOLI 11 ANNI


PALERMO – “Dover ricordare l’assurda morte di una bambina di 11 anni, uccisa dalla camorra nel corso di un attentato a Cava de’ Tirreni il cui vero obiettivo era il padre, è doloroso e avvilente. Era il 29 maggio del 1982 e l’unica colpa di Simonetta Lamberti era essere figlia di Alfonso Lamberti, magistrato accusato da alcuni pentiti di essere organico all’organizzazione criminale. Da quel giorno sono passati 30 anni e Simonetta è ricordata come la prima di una serie di bambini vittime innocenti della camorra. Non è affatto vero, quindi, che le mafie non uccidono i bambini. Hanno ucciso Simonetta, hanno ucciso Claudio Domino, Giuseppe Letizia e tanti altri bambini innocenti. E non importa se, come nel caso per esempio di Giuseppe Di Matteo, stessero pagando o meno le colpe dei padri: sono comunque dei morti innocenti, a cui le mafie non hanno dato l’opportunità di un riscatto”.

Così l’on. Sonia Alfano, Presidente della Commissione Antimafia Europea, ricorda la piccola Simonetta Lamberti a 30 anni dalla sua uccisione.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: