FESR 2011: Collaudati i nuovi laboratori multimediali dell’Istituto Comprensivo “Manzoni – Dina e Clarenza”

di Giacomo Gugliandolo

Sono stati collaudati i nuovi laboratori multimediali dei plessi “Collereale” e “Manzoni” e i computer e le strumentazioni informatiche degli Uffici di Segreteria dell’Istituto Comprensivo “Manzoni – Dina e Clarenza” di Messina, acquisiti grazie ai finanziamento del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, con la compartecipazione del MIUR e della Regione Sicilia, nell’ambito della Circolare Ministeriale 5685 del 20/04/2012.

In virtù del positivo accoglimento dei progetti “Ragazzi multimediali e apprendimento creativo”, “Studenti multimediali” e “Segreteria online”, A-1-FESR_POR_SICILIA-2011-1972, è stato possibile realizzare l’adeguamento tecnologico della Segreteria, in funzione delle specifiche esigenze che scaturiscono dalle procedure di monitoraggio e documentazione che accompagnano l’attuazione del piano integrato FESR. Il progetto “Segreteria online”, in particolare, ha previsto l’acquisizione di n. 4 postazioni complete per gli uffici di segreteria. Leggi il seguito di questo post »

RIUNIONE AL COMUNE DI MESSINA: LUCI, OMBRE, VERITÀ

“La riunione di ieri sera ha confermato che discutere è sempre meglio che controbattere. Per questo siamo soddisfatti. Aver accettato l’invito rivolto dalla Cisl a tutti gli attori è stato importante, soprattutto per la possibile continuità del dialogo che è ricchezza, sempre”. Il segretario generale della Cisl di Messina Tonino Genovese commenta così l’incontro tenutosi nel pomeriggio e nella serata di ieri al Comune proponendo un’analisi delle diverse tematiche affrontate.1. Risorse economiche. “Finalmente abbiamo potuto trattare l’argomento a bocce ferme, nel senso che l’arrivo dei trasferimenti ministeriali ha allentato il clima di tensione determinatosi negli ultimi giorni. E’ di tutta evidenza che i circa 34 milioni non potranno essere sufficienti per saldare tutti i pagamenti che il Comune deve onorare. Aver convenuto che sarà data priorità agli stipendi dei lavoratori nel rispetto dei vincoli contrattuali (per i servizi sociali) e delle scadenze per Messinambiente e Atm (dove comunque si devono fare i conti con i trasferimenti regionali, con i pignoramenti alla Regione stessa e su cui l’Amministrazione comunale sta ponendo elementi giuridici di opposizione ) è sicuramente un responsabile e importante passo avanti. Come Cisl abbiamo chiesto di monitorare mensilmente le dinamiche relazionali (in particolare per i servizi sociali) tra le quote da trasferire alle aziende ed i pagamenti ai lavoratori interessati. Nel corso della prossima settimana i primi stipendi dovrebbero essere nelle disponibilità dei lavoratori.

Leggi il seguito di questo post »

Berlusconi ha il Malfrancese

di Pippo Martino

Semipresidenzialismo alla francese

di Pippo Martino

La cacada: un esilarante video di Checco Zalone

Sequestrati 44 kg di marijuana, arrestato per spaccio albanese di 27 anni

MESSINA La Guardia di Finanza durante un controllo su un auto allo sbarco delle navi Caronte a Messina ha sequestrato 44 kg di marijuana e ha arrestato l’albanese llirjan, Hoxha, 27 anni, con l’accusa di spaccio di droga. Con l’aiuto dei cani antidroga Opa e Ralos le Fiamme Gialle hanno trovato la droga che immessa nel mercato, avrebbe fruttato 400mila euro.

COMUNICATO DEL MOVIMENTO POPOLARE DI LIBERAZIONE SUL TEATRO VITTORIO EMANUELE DI MESSINA

Comunicato dell’ MPL: “L’uomo colto e’ l’uomo libero (epitteto). La cultura è una ricchezza e il MOVIMENTO POPOLARE DI LIBERAZIONE fara’ in modo di non fare dei messinesi dei servi. Vogliono chiudere la piu’ importante centrale culturale della citta’! Di fronte a questo ennesimo esproprio MPL  dice no e si pone come ente a tutela del teatro Vittorio, visto che l’attuale gestione si trova schiacciata da una scelta irresponsabile della Regione Siciliana che decurta il budget del 30% penalizzando maestranze e cittadinanza: CHIEDIAMO alla Regione Siciliana la motivazione per la quale ha deciso il taglio del budget. Il Movimento Popolare di Liberazione, esprime solidarieta’ con i lavoratori tutti dell’Ente Teatro e, con spirito di collaborazione si pone a disposizione di chi, avendo a cuore le sorti del Vittorio Emanuele, tempio primario della cultura, lotta per il suo mantenimento e per creare una maggiore crescita civile e culturale.
MPL e’ pronto a ricomporre questo mosaico di accuse reciproche dando vita ad una gestione trasparente e in cooperazione con tutto il personale del Teatro Vittorio.
Il Teatro e’ un bene dei cittadini e non puo’ andar perso per colpa di cattive politiche. MPL e’ certo che l’attivita’ teatrale non verra’ sospesa.”