Pieno sostegno alla lotta dei lavoratori ex Servirail


 

foto di Pippo Martino

Questa volta nessuno potrà denunciarli per “interruzione del servizio pubblico” ma qualcosa si inventeranno per tarpare le ali alla sacrosanta protesta che urla giustizia e diritto al lavoro. Le istituzioni cittadine che dovrebbero solo vergognarsi per lo stato di indigenza in cui hanno trascinato Messina, hanno imparato a superare le vertenze occupazionali denunciando i lavoratori in protesta, usano la repressione per celare la loro incapacità di amministrare e incidere fattivamente sul governo nazionale per portare risorse in città. L’occupazione del campanile del duomo è l’exstrema ratio possibile che un gruppo di lavoratori coraggiosi ha inteso intraprendere per resistere all’aggressione frontale che FS perpetra impunemente da anni contro la città, seminando disoccupazione e disservizi senza per questo innescare serie reazioni della politica cittadina né degli onorevoli messinesi che siedono comodamente in Camera e Senato a spese della collettività. A loro non li licenzia nessuno per manifesta incapacità…

Forse qualcuno preferiva il classico suicidio della disperazione invece del clamoroso urlo di denuncia che si sta lanciando dal campanile della cattedrale, sarebbe stato tutto più semplice: vestito blu e cravatta nera, fascia tricolore, passerella istituzionale, volto addolorato, commiato, solidarietà alle famiglie e buonanotte al secchio…

Invece no, questi ex servirail sono tosti, hanno dimostrato la forza del gruppo, sono decisi a non mollare, il loro futuro dipende da quel lavoro che potrebbe approdare in altre sedi e intendono difenderlo fino alla fine.

La vertenza ha ormai assunto i connotati della farsa, incontri, rinvii e riunioni  fiume, promesse e speranze distribuite dai soliti venditori di fumo ma alla fine è arrivato solo il ripristino di un treno per Milano, una sorta di osso gettato nella gabbia dei “cani” affamati che lotteranno fra loro per contendersi l’esigua occupazione, una lotta fratricida in cui Messina non è in grado di uscire vincente.

Senso di “responsabilità” e tentativi di concertazione con un’azienda cinica e determinata non hanno prodotto nulla, è il momento della lotta unitaria, invitiamo tutta la città a sostenere gli ex Servirail nella loro protesta contro chi sta finendo di umiliare e isolare Messina. L’amministratore delegato delle ferrovie non può permettersi di sanare i bilanci massacrando il meridione, se ancora esiste un politico, di qualsiasi colore, con la dignità che il ruolo impone, si unisca al coro dei lavoratori e chieda le dimissioni di Mauro Moretti, l’OrSA l’ha già fatto.

TUTTI A PIAZZA DUOMO,

SOSTENIAMO I NOSTRI RAGAZZI IN LOTTA PER LA DIGNITA’!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: