L’ammucchiata la facciamo domenica

La crisi economica e sociale nella quale versa il Paese, della quale Messina è purtroppo lo specchio fedele, non consente, oggi, a tutti quei Messinesi responsabili che hanno a cuore innanzitutto il bene della Città, di continuare a “dividersi”.
E’ necessario infatti, in un momento come questo, mettere davanti a tutto l’interesse comune, il bene della Città e della Sua Collettività.
Serve, quindi, un atto di responsabilità da parte di TUTTI: singoli cittadini, associazioni, sindacati, università, ordini professionali, movimenti e partiti politici. Leggi il seguito di questo post »

IL CONFLITTO DELLLA MANAGER EQUITALIA. LA SUA SOCIETA’ COMPRA CASE IPOTECATE

La strana situazione di Torino. Ma nelle sedici società satellite dell’agenzia che curano le riscossioni in sede locale, ci sono diversi ex politici. Anche il deputato pdl Marco Milanese, imputato nella storia della P4, vi ha sistemato alcuni suoi amici.
Come racconta l’avvocato Alberto Goffi (l’udc piemontese che da tempo denuncia gli abusi dell’agenzia), l’implacabile macchina da guerra Equitalia porta dentro di sé diversi conflitti d’interesse. La presidente di Equitalia Nomos (la struttura sovrintende Torino e provincia, in attesa di essere inglobata in Equitalia Nord) è Matilde Carla Panzeri. Leggi il seguito di questo post »

controllo dell’informazione pubblica

In queste ore i poteri forti e i partiti stanno lavorando dietro le quinte per mettere i loro uomini di fiducia nelle posizioni di controllo dell’informazione pubblica. Ma il vento sta cambiando e se agiremo ora potremo liberare i nostri canali d’informazione dalla loro influenza.
Da domani cominceranno le nomine dei vertici della Rai, dell’Autorità per le Comunicazioni e di quella per la Privacy. Non essendoci alcun bando pubblico, finora sono sempre stati i politici e le potenti aziende dei media a spartirsi queste nomine chiave. Leggi il seguito di questo post »

Cacciamo i mercanti dal tempio

Le notizie che giungono da oltre Tevere (ultima quella dell’arresto dell’aiutante di camera o maggiordomo del Papa) ci sembrano abbastanza inquietanti e dovrebbero diventare oggetto di riflessione non solo per i vescovi ma anche e soprattutto per tutti i fedeli appartenenti alla Chiesa cattolica.

di Giorgio Siculo

Su tutto ciò che accade in Vaticano (che non è la Chiesa ma spesso viene considerato la Chiesa) i cattolici tutti hanno il diritto e il dovere di metterci il becco. Leggi il seguito di questo post »

Blitz contro il palio di Legnano

Domenica 27 maggio si corre il palio a Legnano (MI), all’interno della rievocazione storica della famosa battaglia.

Sia chiaro che non abbiamo niente contro le rievocazioni storiche, e in particolare quella di Legnano che (a differenza di altre, puramente turistiche) è sentita come tradizione dalla popolazione. Anzi, apprezziamo la precisione storica con cui viene realizzata anche nei particolari, e l’effetto estetico che ne deriva. Leggi il seguito di questo post »

Seminario di lingua siciliana

Pieno sostegno alla lotta dei lavoratori ex Servirail

 

foto di Pippo Martino

Questa volta nessuno potrà denunciarli per “interruzione del servizio pubblico” ma qualcosa si inventeranno per tarpare le ali alla sacrosanta protesta che urla giustizia e diritto al lavoro. Le istituzioni cittadine che dovrebbero solo vergognarsi per lo stato di indigenza in cui hanno trascinato Messina, hanno imparato a superare le vertenze occupazionali denunciando i lavoratori in protesta, usano la repressione per celare la loro incapacità di amministrare e incidere fattivamente sul governo nazionale per portare risorse in città. Leggi il seguito di questo post »

Sì, era proprio necessario andare a Corleone, a sud di Palermo

Per partecipare ad un evento eccezionalmente unico nella storia repubblicana, in memoria ed onore di Placido Rizzotto, partigiano prima, durante la Lotta di Liberazione, e sindacalista, poi – segretario della Camera del Lavoro del paese -, postosi alla guida del riscatto secolare degli sfruttati di sempre, contadini, braccianti, ucciso trentaquattrenne, dalla mafia laida nel ’48 del secolo scorso, schierata in difesa dei latifondisti.

giusto. Leggi il seguito di questo post »

Copa Libertadores: Probabile finale fra Santos e Boca Juniors

di Francesco Carini

Se la finale di Champions League è terminata ai calci di rigore con la vittoria del Chelsea sul Bayern Monaco, Santos e Vélez Sarfield non hanno fatto diversamente nel ritorno del quarto di Copa Libertadores giocato in Brasile.

All’andata era terminata 1 a 0 per gli argentini, con il gol realizzato al ’35 da Obolo, quindi non era impossibile pensare un “Peixe” tutto all’attacco, intento a ribaltare lo svantaggio di partenza. Leggi il seguito di questo post »

Lavoratori Servirail sul campanile del Duomo per protesta

MESSINAUna decina di ex dipendenti della Servirail, la società che si occupava dei servizi cuccette nei treni a lunga percorrenza e che hanno perso sei mesi fa il lavoro, sono saliti stamani sul campanile del Duomo di Messina per protesta e non intendono scendere se le istituzioni non risolveranno la loro vertenza. Chiedono di essere reintegrati al loro posto di lavoro e che Fs rimetta dei treni a lunga percorrenza tra Messina e il Nord Italia. Alcuni dei lavoratori hanno esposto degli striscioni e altri hanno minacciato di gettarsi dal campanile.

MESSINA. Forestali: Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil annunciano l’autoconvocazione, lunedì 28, dei lavoratori sotto sede Ispettorato delle foreste

Mancato avvio servizio antincendio stagione 2012.

Lunedì prossimo, 28 maggio, a partire dalle ore 9.00, i lavoratori forestali del servizio antincendio si autoconvocheranno sotto la sede provinciale dell’Ispettorato forestale di via Tommaso Cannizzaro per protestare contro il mancato avvio dei circa 1000 addetti al  servizio antincendio della provincia di Messina per la stagione 2012. Tale iniziativa si rende necessaria visto il mancato rispetto dell’intesa  trovato a Palermo nel corso della riunione dello scorso 17 maggio tra i segretari regionali Tripi, Colonna e Pensabene (Flai Cgil/ Fai Cisl /Uila Uil) con il direttore generale regionale del Corpo forestale arch. Pietro Tolomeo e l’assessore D’Antrasi.

Messina. Protesta Servirail e disperazione lavoratori

Intervento del segretario generale della Cgil di Messina, Lillo Oceano, sulla forte protesta odierna dei lavoratori ex Servirail e dito puntato contro la politica e le istituzioni, locali e nazionali, che non guardano ai problemi e ai disagi del nostro territorio: “Lavoratori portati alla disperazione e costretti dalla irresponsabilità della politica a gesti eclatanti.  Continui rinvii, notizie contraddittorie e preoccupanti ci consegnano un quadro nel quale il ripristino del treno è tutt’altro che certo e, soprattutto, non offre alcuna garanzia sul terreno occupazionale.  Il continuo rinvio del confronto del Governo e di FS col sindacato dimostra arroganza e disprezzo per il nostro territorio. L’assenza o le pallide prese di posizione da parte della deputazione e degli amministratori locali dimostrano ancora una volta come la classe dirigente di questa regione e di questa provincia sia assente e irrilevante nella tutela dei bisogni e dei diritti dei cittadini. Le vertenze si sommano le une alle altre senza individuare soluzioni. Non sono soltanto i ritardi negli stipendi i problemi, non sono una soluzione gli annunci. Ai tavoli, con questi interlocutori, continua a mancare la capacità di ascolto.  C’è bisogno di una mobilitazione generale capace di rivendicare risposte.”

Il Teatro di Messina chiuso per protesta

Questa la lettera che  è stata inviata a tutte le compagnie, al Presidente della Regione, agli assessori regionali al Turismo e al Bilancio, al Sindaco di Messina, al Presidente della Provincia, ai deputati nazionali e regionali e ai Sindacati:  “Si comunica la dolorosa decisione – votata all´unanimità dal Consiglio di Amministrazione su proposta del Sovrintendente – dell´E.A.R. Teatro di Messina di sospendere, con decorrenza immediata, tutte le attività di spettacolo in programma da oggi al 31 dicembre prossimo, sia della stagione di musica sia della stagione di prosa, ivi compresi gli spettacoli della Sala Laudamo e le favole e i pupi per i bambini. Andrà in scena soltanto “La Rondine“ di Puccini perché lo spettacolo è già allestito e la sua sospensione non comporterebbe alcun risparmio, anzi si perderebbe anche la possibilità dello sbigliettamento.

Droga tra Sicilia e Calabria

MESSINA – C’era anche una “nonnina” fra i corrieri dell’organizzazione che trafficava in hashish e cocaina sgominata dai carabinieri fra Sicilia e Calabria: Rosa Filippone, 74 anni, palermitana, è stata fermata durante uno dei suoi viaggi nell’ambito dell’operazione “Coccodrillo” dei carabinieri che hanno arrestato 45 persone (due sono ricercate) facenti capo a due gruppi criminali, attivi a Messina con collegamenti nella città di Palermo e nella provincia di Reggio Calabria, in particolare nella Locride e sul versante tirrenico messinese con collegamenti a Palermo, Mistretta, Santo Stefano di Camastra, Villafranca, Rometta e Patti. Il primo gruppo aveva a capo Angelo Cannavò e aveva base a Messina e si riforniva di droga in Calabria e a Palermo in particolare di hashish (sui panetti era impresso il logo di un coccodrillo). Il secondo gruppo, a capo del quale c’erano il croato Emil Skenderovic e Francesco Cutugno, si riforniva a Palermo di cocaina e hashish e la spacciava nei comuni della zona tirrenica del messinese. Diversi gli episodi di spaccio scoperti durante le indagini: sono stati sequestrati 14 kg di droga. Le indagini sono iniziate nel 2007 dopo che gli investigatori iniziarano a seguire gli spostamenti di Angelo Cannavò noto come pusher e che sarà poi indagato nell’operazione antidroga Stangata nel 2010.
Leggi il seguito di questo post »