Un grande corteo a Gallico e un’assemblea pubblica nel cuore di Reggio Calabria, per chiedere la riapertura immediata del Cartella

La notte tra il 14 ed il 15 maggio 2012 un attentato incendiario devastava il c.s.o.a. Angelina Cartella, oggi sottoposto dal magistrato a sequestro preventivo. Nei dieci anni di iniziative sociali, culturali e politiche, il Cartella è stato oggetto di ben tre attentati incendiari e di una miriade di danneggiamenti e provocazioni, episodi sempre minimizzati dalle istituzioni locali, subito pronte a etichettare questi fatti come “ragazzate”, o banali scontri tra “bande” di giovinastri tifosi dell’estrema destra o dell’estrema sinistra.
Un incendio questo che segue una serie di intimidazioni denunciate all’inizio di maggio, denunce che avrebbero potuto evitare tutto ciò. Leggi il seguito di questo post »

Francesca Borgia va “Controcorrente”

Diplomi e lauree taroccate: in Italia i controlli ci sono?

Non è una novità che riguarda solo cittadini con ruoli pubblici, ma un fatto globale quello di millantare titoli di studio che molto valgono quanto aria fritta o non ci sono proprio.

Dopo il caso della laurea albanese del “trota”, Renzo Bossi (che non definiamo “fantomatica” per rispetto della magistratura inquirente) e di altri fieri esponenti “padani” che ha fatto sollevare più di un punto interrogativo, in Italia e non solo viene da chiedersi quanti millantatori ci siano in giro e come fare a smascherare l’esistenza o la validità di un titolo. Leggi il seguito di questo post »

Il Festival di Locarno premierà il produttore americano Arnon Milchan

Il prestigioso Festival del film di Locarno, ormai alla 65.a edizione, premierà quest’anno (dall’1 all’11 agosto) uno dei produttori cinematografici indipendenti americani di maggiore successo degli ultimi venticinque anni.

di Francesco Saija

Il premio “Raimondo Rezzonico” è stato istituito nel 2002 in memoria di colui che ha presieduto il Festival per quasi venti anni. Il premio viene attribuito ogni anno a un grande produttore del cinema indipendente. Leggi il seguito di questo post »

Operazione Eolo, 9 rinvii a giudizio

PATTI (MESSINA) – Il Gip di Patti, Ugo Molina, ha disposto nove rinvii a giudizio e un proscioglimento nell’ambito dell’udienza preliminare del processo scaturito dall’operazione Eolo, che nell’ottobre di due anni fa portò anche all’arresto del sindaco di Raccuja, Cono Salpietro, e di due imprenditori accusati di ingerenze su un appalto per la realizzazione del parco eolico nel comune nebroideo. Sono stati rinviati a giudizio, oltre al primo cittadino, Leo Palazzolo, Michele Tripoli, Calogero Manera, Leo Tripoli, Riccardo Palazzolo, Carmelo Salpietro, Calogero Astone e Giuseppe Astone. Sono accusati di concussione in concorso.

Leggi il seguito di questo post »

Crisi, laureati in fuga dall’Italia: così il paese affonda

Il 44% dei giovani laureati italiani, otto punti percentuali in più rispetto a quattro anni fa, è pronto a lasciare l’Italia per trovare all’estero quelle opportunità di lavoro e carriera che il nostro paese non riesce più ad offrire: è l’allarmante e impietoso risultato della ricerca effettuata da AlmaLaurea, che ha coinvolto circa 215mila giovani, radiografia impietosa di un Paese alla deriva, alla faccia dei ‘bamboccioni‘ e dei ‘giovani che vogliono lavorare vicino a mamma e papà‘ ribaditi ciclicamente in pubblico da una classe politica a dir poco miope. E l’inquietante interrogativo resta inevaso: se le forze migliori se ne vanno, cosa resterà dell’Italia?

La piazzetta della”fanghiglia”

La piazzetta dell’acqua, una delle opere di arredo urbano, sembra essere diventata la piazzetta della fanghiglia ed in alcune vasche proprio l’acqua – elemento ispiratore della sua architettura – adesso manca del tutto. Ecco come Messina rischia di morire, nel degrado,  giorno dopo giorno. Il resto lo fa l’inciviltà dei messinesi incapaci di tenere pulito qualunque luogo pubblico, nuovo o vecchio che sia. Anche quando, come in questo caso, di cestini per la raccolta dei rifiuti ce ne sono due proprio nelle immediate vicinanze della piazzetta. La piazzetta realizzata davanti all’ingresso dell’Inps è stata inaugurata come tutte le altre – tra la via Garibaldi e la Via Vittorio Emanuele – nel dicembre del 2010 dal sindaco Giuseppe Buzzanca e necessità già di interventi piuttosto importanti. Lo stop ad un degrado che sembra inevitabile è rappresentato dai bandi di gara per l’affidamento delle piazzette ai privati, che potranno valorizzarle a dovere con l’obbligo di prendersene cura.