Nuova scossa di gradi 4.3 Richter in Emilia Romagna con epicentro a Finale Emilia in provincia di Modena

Una nuova scossa di terremoto di 4.3 gradi Richter si è verificata alle ore 23,41 del 23 maggio 2012. L’epicentro in provincia di Modena a Finale Emilia e l’ipocentro alla profondità di 4,8 km. La scossa è stata sentita oltre che in Emilia in Veneto e fino a Bologna, mantenendo vivo il terrore suscitato della scossa di 5.9 gradi che tanti danni e morte ha portato. Le scosse oltre 2.0 gradi Richter registrate nella zona dopo quella del 20 maggio di 5.9 sono circa 250, un interminabile sciame sismico che dovrebbe essere di assestamento ma i geologi non possono rassicurare sul fatto che non ci possano essere altre scosse di intensità prossima a quella delle ore 4 e 3 minuti del 20 maggio. (S.C.)

Cade da terrapieno, morto un muratore di 30 anni ad Alì Terme

ALÌ TERME (MESSINA) –  Salvatore Scarpignato, 30 anni, muratore, originario di Graniti (Me) è morto oggi pomeriggio ad Alì Terme (Me) durante un sopralluogo che stava effettuando in un terreno privato in contrada Rocce Bianche. L’uomo avrebbe dovuto realizzare una scala in muratura che da un terrapieno raggiungeva un punto più basso, ma ha messo un piede su un masso che si è staccato facendolo cadere. Scarpignato è deceduto sul colpo. Insieme a lui c’era anche lo zio che è scivolato ma è rimasto illeso. Indagano i carabinieri.

Guardia di finanza scopre evasione fiscale da 12,6 milioni di euro a Savoca

SAVOCA (MESSINA) – Una presunta evasione da 12,6 milioni di euro è stata scoperta dalla guardia di finanza a Savoca, nel Messinese, dove un’azienda del settore del commercio all’ingrosso di animali e carni macellate avrebbe sottotratto al fisco, tra il 2005 e il 2007, i ricavi Irap, oltre a costi non deducibili per 540 mila euro e Iva evasa per 2 milioni e 180 mila euro.

Leggi il seguito di questo post »

Messina. Rinvio Riunione su Comune e partecipate: rischio incidente tra Buzzanca e Cgil

Il segretario provinciale della Cgil di Messina, Pino Foti, ha inviato questa mattina una lettera urgente, di cui si allega il testo al  sindaco Buzzanca denunciando la mancata comunicazione circa il rinvio dell’attesa  riunione sulle partecipate.”Apprendiamo che solo alle altre organizzazioni sindacali, nella giornata di ieri, l’amministrazione comunale ha inviato un fax con cui comunica che la riunione, finalizzata all’individuazione di possibili soluzioni alle problematiche delle Società Partecipate del Comune di Messina, prevista per giorno 23 maggio p.v. alle ore 17,00 presso i locali della Sala Giunta di Palazzo Zanca, è posticipata a giorno 24 maggio p.v. stesso orario e luogo. Non riuscendo a comprendere quale sia stato il motivo per il quale la stessa comunicazione non sia stata inviata anche alla CGIL, siamo spiacenti comunicare la Ns. indisponibilità a partecipare all’incontro dato che, come risaputo, nella stessa giornata la Ns,. organizzazione è impegnata a partecipare ai Funerali di Stato per Placido Rizzotto che si celebreranno a Corleone alla presenza del Capo dello Stato. Chiediamo pertanto di rinviare l’incontro, anche al giorno immediatamente successivo”.

Alfredo Morvillo: “La politica deve ripulirsi”

CATANIA – Il procuratore di Termini Imerese Alfredo Morvillo, fratello di Francesca, moglie del giudice Falcone, tra le vittime della strage di Capaci, non ha dubbi: “L’attentato che ha falciato gli studenti dell’istituto professionale “Francesca Morvillo Falcone” di Brindisi, sembra spostare indietro di anni le lancette della storia, richiamando altre e ben più tragiche stragi di cui in questi giorni commemoriamo il ventennale. La tentazione di dire che nulla è cambiato, è davvero forte. Ma non è così”. “Venti anni dopo Capaci e via D’Amelio il momento repressivo ha conosciuto livelli di efficienza mai raggiunti prima”, spiega e osserva che “anche la società civile ha fatto passi da gigante”. Ma la politica ancora no. “Deve fare pulizia al proprio interno – auspica Morvillo – da un lato, valorizzando il momento etico e di servizio nei confronti della collettività e del bene comune; dall’altro, impedendo ai sospetti di accedere ad incarichi pubblici. La mancanza di sanzioni giudiziarie definitive non significa l’estraneità agli interessi di Cosa nostra.

Leggi il seguito di questo post »

Manifestazione a Messina per Melissa 22 maggio 2012

di Pippo Martino

Spazio Pubblicitario: Lo spagnolo a scuola: l’I.C. “Manzoni – Dina e Clarenza” propone agli studenti corsi di certificazione internazionale DELE nell’ambito del PON FSE AOODGAI/4462 del 31/03/2011 – Annualità 2011/12.

di Giacomo Gugliandolo

Il corso “¡Hola! ¿Qué tal?”, C-1-FSE-2011-2543, strutturato in 50 ore di attività didattiche, è stato attuato con ottimi risultati nell’Istituto Comprensivo “Manzoni – Dina e Clarenza” di Messina, nell’ambito del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” annualità 2011/12, di cui alla C.M. AOODGAI/4462 del 31/03/2011 – autorizzazione prot. AOODGAI/12281 del 31/10/2011. Leggi il seguito di questo post »

l’arte contemporanea in Sicilia e i suoi attori. Se ne parla alle FAM di Agrigento

di Carmela Grasso

 

Agrigento, FAM, Mostra “900 Siciliano”, allestimento
(ph. Angelo Pitrone)

Sullo sfondo di Novecento Siciliano, la ricca antologica dedicata ai maggiori artisti del secolo scorso nati in Sicilia, si svolgerà sabato 26 maggio, ore 18, alle Fabbriche Chiaramontane di Agrigento il dibattito Art à la Cart. L ’arte contemporanea in Sicilia e i suoi attori. Realtà a confronto.

Organizzato dall’associazione Amici della Pittura Siciliana dell’Ottocento nell’ambito del ciclo di incontri a tema Lavori in corso, vedrà la partecipazione dei maggiori protagonisti nel mondo dell’arte contemporanea nell’isola. Alla loro sconfinata passione, infatti, si deve l’incessante attività di diffusione e conoscenza della produzione dei grandi maestri consacrati dalla critica internazionale, ma anche il sostegno ai talenti emergenti del panorama siciliano. Leggi il seguito di questo post »

SERVIZI DI RIABILITAZIONE, INCONTRO ALL’ASP 5

Messina  Dopo il sit-in dei lavoratori impegnati nel servizio di riabilitazione affidato alle cooperative Teseos, Rigenera e Obiettivo Salute&Lavoro in forza della convenzione stipulata tra queste e la SSR, il Commissario dell’ASP 5 ha incontrato le Organizzazioni Sindacali e una rappresentanza dei lavoratori per affrontare il grave problema occupazionale dei lavoratori posti in cassa integrazione e soprattutto le questioni legate alla riorganizzazione dell’intero servizio. Il Sindacato ha chiesto di rimettere in discussione la convenzione e la tipologia di affidamento. “Non si può accettare – spiega Calogero Emanuele, segretario provinciale della Cisl Fp – che le prestazioni rese dai lavoratori delle cooperative interessate devono essere pagate con un budget inferiore rispetto a quello riconosciuto ad altri Enti convenzionati”.

Rifiuti, D’Alia chiede ispezione del Coinres

BAGHERIA (PALERMO) – Il capogruppo dell’Udc al Senato, Giampiero D’Alia, componente della commissione Antimafia, in un’interrogazione a Mario Monti e al ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri, chiede di “valutare l’esistenza dei presupposti necessari per un accesso ispettivo, e l’eventuale scioglimento dell’autorità d’ambito Coinres, che si occupa della gestione dei rifiuti a Bagheria e in altri 15 comuni del palermitano”. “L’intervento del governo – spiega D’Alia – è possibile in quanto il consorzio ha natura pubblica. La necessità dell’ispezione scaturisce dai numerosi illeciti perpetrati nella gestione del servizio, a causa di infiltrazioni della criminalità organizzata nella gestione del ‘Coinres’, sia per quanto concerne l’assunzione e gestione del personale che per quanto riguarda la gestione degli appalti dei servizi collegati. Tutti episodi che sono stati evidenziati nella relazione della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti”. “In questo contesto – aggiunge – si sono consumati omicidi, in quella che appare essere una faida fra le famiglie mafiose della zona per il controllo delle attività del consorzio”.