E Syriza chiede ai greci di raddoppiare i suoi voti


foto di Elina Gugliuzzo

di Argiris Panagopoulos

Un governo forte e stabile ad Atene. Lo hanno chiesto a gran voce la cancelliera tedesca Merkel e il presidente socialdemocratico del parlamento europeo Schultz, mentre la Commissione europea ha richiamato all’ordine il commissario del commercio De Gucht, che in un’intervista a un giornale fiammingo ha sostenuto che l’Ue sta elaborando un piano per l’uscita della Grecia dall’euro. Ma Angela Merkel è andata ben oltre, chiedendo che insieme al voto per le legislative si tenga un referendum sulla permanenza di Atene nell’euro. Una proposta forte, formulata dalla cancelliera nel corso della telefonata fatta ieri al presidente Papoulias.
Anche se ormai un cittadino su tre è disoccupato e nonostante per il mese prossimo si preparino tagli per 11,5 miliardi, nessuno può fermare l’iniezione di altri miliardi (18 questa volta) per la ricapitalizzazione delle quattro maggiori banche: entro mercoledì prossimo la Banca Nazionale, Alpha Bank, Eurobank e Pireaus Bank riceveranno il nuovo regalo che andrà a ingrossare il debito che dovrà essere rimborsato dagli 11 milioni di cittadini greci.
E ieri Alexis Tsipras ha chiesto ai cittadini di raddoppiare i voti per Syriza, per garantire una maggioranza di sinistra. In un’intervista al Wall Street Journal il leader della coalizione della sinistra radicale ha avvertito l’Ue di non tagliare i fondi alla Grecia, perché il paese non potrebbe più pagare il suo debito e crollando trascinerebbe con sé l’intera zona euro. Secondo l’ultimo sondaggio di Marc per Alpha Tv , con il 26,1% delle preferenze Nuova democrazia (Nd) avrebbe superato Syriza, che si attesterebbe al 23,7%. La Sinistra democratica di Kouvelis sembra disposta a partecipare a qualsiasi governo pur di evitare un terzo turno elettorale, mentre a destra una parte del Laos sarebbe pronta a votare Nd per fronteggiare in pericolo di una «Grecia stalinista». Intanto il segretario di Nd Samaras e quello del Pasok Venizelos dovranno affrontare la rabbia dei pensionati, che martedì si vedranno tagliare ulteriormente le pensioni, mentre le assemblee popolari di Atene stanno preparano una campagna davanti alle banche. Durante la conversazione con Papoulias, riferiscono i mezzi d’informazione greci, Merkel avrebbe ripetuto le sua tesi secondo la quale la Grecia sta pagando per i suoi peccati. Più equilibrate le dichiarazioni del presidente del Parlamento europeo.
«Non vogliamo schiavizzare la Grecia, ma aiutarla» ha detto Schultz a Papoulias, ma prima di partire per Cipro ha mostrato la sua «insoddisfazione per il mancato dialogo tra i centri europei e la Grecia» e lamentato che il paese non ha un governo stabile. L’«ingovernabilità» ha fatto sì che sia i cittadini sia le imprese non paghino più le tasse: le entrate fiscali sono crollate del 15% nei primi dieci giorni di maggio, rispetto allo stesso periodo del 2011. E ci si attende un crollo record (50%) delle entrate. La crisi alimenta un’ondata di emigrazione verso i centri industriali della Germania, dove 23.800 greci si sono trasferiti nel 2011, un aumento del 90% rispetto all’anno precedente. Alla fine l’unica a non soffrire è l’economia sommersa e parallela che arriverà al 24% del Pil nel 2012, contro il 25,8% del 2011 e il 35,4% del 2010, secondo i dati dello studioso austriaco Friedrich Schneider, che ha sottolineato che la corruzione in Grecia è aumentata nel periodo 2010-2011. Insomma le politiche della troika non hanno aiutato per niente la Grecia a combattere l’economia sommersa e la corruzione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: