Sinistra Ecologia e Libertà esprime sdegno e dolore

Sinistra Ecologia e Libertà, nell’esprimere sdegno e dolore per il grave episodio di Brindisi, propone di organizzare una mobilitazione di protesta nel territorio. In una nota il Coordinatore provinciale di Messina, Salvatore Chiofalo scrive: Melissa Bassi, straziata a sedici anni  davanti alla sua scuola mentre si avvia per entrare in classe,  l’Istituto di Moda e Servizi Sociali “MORVILLO – FALCONE”  di Brindisi. La violenza cieca e criminale colpisce ancora vittime innocenti, questa volta nella scuola per colpire tantissimi ragazzi e ragazze e per colpire anche il seme del  presidio di legalità e di libertà. Leggi il seguito di questo post »

Alle studentesse e agli studenti della scuola italiana

Care ragazze e ragazzi,

vi scrivo come Ministro, come padre ma soprattutto come italiano a voi che rappresentate il futuro del nostro Paese. Oggi siete stati selvaggiamente colpiti, per la prima volta nella nostra pur travagliata storia unitaria e repubblicana, davanti ad un edificio pubblico nel quale vi stavate recando sicuri di essere protetti, per imparare a diventare cittadini. Capisco dunque che dentro ciascuno di voi e tra i vostri amici e compagni di classe possa nascere, assieme al dolore per la morte assurda della vostra compagna, un sentimento di sgomento per essere stati aggrediti lì dove non doveva succedere. Leggi il seguito di questo post »

A piazza Duomo, per esprimere il nostro dolore e la nostra collera

L’appuntamento per Messina è a piazza Duomo, dalle 19 in poi, per esprimere il dolore per l’uccisione di Melissa Bassi a Brindisi e la collera contro i criminali assassini senzaDio e senza umanità.

La redazione di NuovoSoldo.it

Brindisi: Libera, imbarbarimento scuote nostro Paese

(Adnkronos) – Anche Trapani si mobilita per manifestare la propria vicinanza al mondo scolastico brindisino e alla comunita’ della scuola ”Morvillo Falcone” di Brindisi. Un momento d’incontro dinanzi alla prefettura di Trapani alle 18, cosi’ come si fara’ in altre piazze della Pronvicia, e’ stato promosso dall’associazione Libera, che esprime “sdegno e condanna per il vile attentato compiuto a Brindisi e che ha colpito innocenti studenti e le loro famiglie, nonche’ una comunita’ che di recente ha mostrato chiari segni di rivolta contro criminalita’, mafie e malcostume”. “Qualsiasi risultera’ essere la matrice – prosegue Libera Trapani – e’ la dimostrazione di un imbarbarimento che sempre di piu’ scuote il nostro Paese. Trapani ha conosciuto questa violenza, non dimentichiamo l’autobomba di Pizzolungo, queste bombe a 20 anni dalle stragi di mafia ci dicono che l’eversione resta purtroppo ancora viva”.

Brindisi, l’identikit dei mandanti

Ci sono alcune cose strane che individuo con gli occhi di ex cronista di giudiziaria. Primo: la Sacra Corona Unita non ha interesse che la Puglia sia messa a ferro e fuoco dalle forze dell’ordine, disturbando i traffici di droga, di armi e gli altri interessi criminali del suo business. Quindi non credo sia il mandante. Secondo: l’attentato aveva l’obiettivo di fare notizia nel modo peggiore possibile, facedo una strage di ragazzi nel modo più barbaro. Anche questo, secondo me, non appartiene allo stile della Sacra Corona Unita. La criminalità pugliese ha sempre scelto un basso profilo. Non si hanno notizie di attentati clamorosi – di tale portata – provenienti da tale organizzazione.

Leggi il seguito di questo post »

1992 – 2012 “MESSINA RICORDA”

20° Anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio

Si svolgerà lunedì 21 maggio  alle ore 10, presso la sala Giunta della Provincia regionale di Messina, la conferenza stampa di presentazione delle iniziative commemorative del 20° anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio del 23 maggio e 19 luglio 92 in cui morirono i giudici Falcone, Borsellino e gli agenti di scorta.

Alle iniziative promosse dal Comitato Addiopizzo Messina, dall’associazione antiracket ASAM e dall’Ufficio per i problemi sociali ed il lavoro dell’Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela hanno già aderito: Leggi il seguito di questo post »

Ordigno esplode vicino a scuola: muore una studentessa

Gli ordigni esplosi più di uno, nascosti dietro a un cartellone pubblicitario sopra a un muretto. La scuola si trova proprio vicino al tribunale. Muore una ragazza, sei gli studenti feriti. La scuola è dedicata a Giovanni Falcone di cui la prossima settimana si celebrano i
venti anni dall’uccisione da parte della mafia. Fratoianni (assessore alle politiche giovanili): “Attacco gravissimo e inedito”. E’ successo a  Brindisi, in Puglia, poco dopo le otto: le esplosioni sarebbero state due. Gli ordigni, a quanto è stato ricostruito finora, erano stati collocati dietro a un cartellone pubblicitario posto tra la scuola e il tribunale che si trova a pochi passi dall’istituto. Leggi il seguito di questo post »

Furto in centro commerciale a Ucria, tre arresti

UCRIA (MESSINA) – I carabinieri hanno arrestato a Ucria (Me) Nunziato Imbrogiano, 56 anni, il figlio Carmelo, 27 anni e Fabrizio Tirreni, 30 anni con l’accusa di furto. I tre hanno rubato in un esercizio commerciale di Ucria un lettore dvd e altro materiale, ma sono stati bloccati dai militari.

Fervono i preparativi per il Festival del cinema di Locarno

Fervono i preparativi per la 65.a edizione del Festival del Film di Locarno.

di Francesco Saija

Il Festival si svolgerà dall’1 all’11 agosto ed avrà, come presidente della giuria del concorso internazionale, il quarantaduenne cineasta thailandese Apichatpong Weerasethakul. Si tratta di una delle voci più originali del panorama cinematografico internazionale che, secondo il direttore artistico del Festival di Locarno Olivier Père, “riesce a unire nei suoi film poetici e onirici antiche leggende del suo Paese e un sensuale rapporto al mondo e alla natura, prendendo a prestito nuove forme narrative e visive dell’arte contemporanea”. Leggi il seguito di questo post »

Roma disturba Torino

Il Festival del cinema di Roma, dalle tradizionali date di ottobre, è stato spostato dal 9 al 17 novembre.

di Francesco Saija

Esattamente a soli sei giorni dall’inizio del prestigioso Torino Film Festival che quest’anno avrà luogo dal 23 novembre all’1 dicembre. Leggi il seguito di questo post »

Proposta di istituzione della “domenica ecologica”

Messina – Che ben venga l’isola pedonale (ovunque la si voglia), che ben vengano manifestazioni sociali e sportive come “bicincittà” o la tradizionale maratona cittadina (tutte iniziative che certamente contribuiscono a rendere più vivibile la nostra sempre più caotica città), ma a 4 anni dalla sindacatura Buzzanca non si può che constatare con rammarico che questa Amministrazione non ha mai concretamente emanato alcun provvedimento di rilievo per la salvaguardia dell’ambiente. A tal riguardo, il consigliere della terza Circoscrizione Libero Gioveni propone di istituire la vecchia ma sempre affascinante “domenica ecologica”, che nella nostra città manca ormai da moltissimi anni.

Leggi il seguito di questo post »

Termini Imerese, gli operai occupano l’autostrada

Trecento operai dell’ormai ex stabilimento Fiat di Termini Imerese hanno bloccato ieri la Palermo-Catania. Il clima tra gli ex dipendenti è «esplosivo» per usare le parole del sindaco della città. Il ministero dello sviluppo ha convocato un nuovo tavolo per il 4 giugno. Lunedì l’imprenditore Di Risio che doveva rilevare l’area ex Fiat vedrà il governatore siciliano lombardo. Se il piano di Dr per lo stabilimento non offrirà garanzie di solidità, «l’impegno del governo è quello di trovare una soluzione industrialmente e finanziariamente solida», ha detto ieri Passera. Ma i tempi stringono e gli operai richiano di rimanere senza nemmeno ammortizzatori sociali.

«La guerra spiegata alle donne»

foto di Pippo Martino

di Rosanna De Longis (il manifesto)

“Tripoli, terra incantata, sarai italiana al rombo del cannon! Tripoli, bel suol d’amor, ti giunga dolce questa mia canzon»: così cantava in teatro, avvolta nel tricolore (dicono le cronache), Gea della Garisenda nel settembre del 1911, mentre l’Italia entrava in guerra contro la Turchia per la conquista della sponda nordafricana. Nel novembre dello stesso anno, a guerra già cominciata, Giovanni Pascoli pronunciava a Barga il suo discorso La grande proletaria
s’è mossa! (poi pubblicato su «La Tribuna») per rivendicare all’Italia il diritto ai possedimenti coloniali, mentre Gaetano Salvemini dalle pagine della «Voce» si batteva contro le mistificazioni che la propaganda giornalistica diffondeva sull’impresa libica e sulle terre dell’oltremare e si avviava a creare – cosa che avvenne nel dicembre – un giornale tutto suo, «L’Unità», per meglio condurre la polemica anticoloniale. Leggi il seguito di questo post »

Eni, chiusa l’inchiesta sulla “bomba ecologica” al petrolchimico di Gela

GELA (CALTANISSETTA) – Per 50 anni, nel petrolchimico Eni di Gela, una “bomba ecologica”, costituita da una fossa di 53 mila metri cubi, senza strati impermeabili di protezione, contenente rifiuti tossici e residui oleosi della raffinazione del petrolio, ha inquinato il sottosuolo, contaminato le falde acquifere, avvelenato il territorio fino al mare. Persino gli addetti ai lavori lo hanno denominato “buco nero”, sottolineandone l’alta pericolosità ambientale. Sulle mappe, la struttura di raccolta si chiama “Vasca A – Zona 2”, è lunga 90 metri, larga 70, profonda 8 e mezzo, si estende su una superficie di circa 6.300 metri quadrati ed è situata all’estremità orientale del complesso del petrolchimico Eni, che l’azienda sta bonificando, secondo un progetto, dalle tecnologie e soluzioni ingegneristiche d’avanguardia, approvato dal ministero dell’ambiente. Leggi il seguito di questo post »