Ai Taviani il Nastro d’Argento dell’anno 2012

Annuncio delle candidature a Roma il 4 giugno, serata al Teatro Antico di Taormina sabato 30 giugno.

Va a Cesare deve morire il “Nastro d’Argento dell’anno” 2012. Il Direttivo dei Giornalisti Cinematografici, che lo ha comunicato ai registi e alla produzione già nelle scorse settimane, lo rende noto ufficializzando le date dei della prossima 66.ma edizione dei Nastri: a Roma il 4 giugno prossimo, lunedì, nella prestigiosa sede dell’Accademia di Francia a Villa Medici per l’annuncio ufficiale delle “cinquine” dei candidati e a Taormina, sabato 30 giugno, come di consueto con ripresa televisiva, dal Teatro Antico che ospiterà ancora una volta, come tradizione, i vincitori dell’anno nella “Notte delle Stelle”. Leggi il seguito di questo post »

Giovani, ricatti e sfruttamento

di Rose Orghese

Dieci mesi di lavoro continuativo, cinque giorni su sette. E poi? Proprio dopo dieci mesi di impiego mi sono uscite le emorroidi e la psoriasi.
Quando affermo questa verità con piglio nervoso e un fare altrettanto eccitato solo a chi non conosce la mia quotidianità vien da sorridere o addirittura da ridere.
La mia quattro ruote, una cinquecento rossa Ferrari del 2010 non è più funzionante come un anno fa. Leggi il seguito di questo post »

Salone del Libro di Messina 2012

di Luigi Grisolia (http://www.excursus.org/salonelibromessina2012/speciale.htm)

Si è svolta dal 13 al 15 aprile, presso il Palacultura “Antonello da Messina”, la seconda edizione del Salone del Libro di Messina. Nato su iniziativa dello scrittore Raffaele Lindia, e promosso dall’Associazione “Salone del Libro di Messina”, con il patrocinio del Comune di Messina, del locale ateneo e dell’Ordine dei Giornalisti della Sicilia: l’evento ha confermato il successo della precedente edizione. Leggi il seguito di questo post »

Sindaci a governo: Cambiare Imu o rischio tensioni sociali

(TMNews) – Le regole sull’Imu “vanno cambiate immediatamente. Così come è necessario che il governo ascolti le nostre istanze in vista della manifestazione dei sindaci a Venezia del prossimo 24 maggio. Il rischio, altrimenti, è che si creino tensioni sociali già a giugno”. Lo ha affermato il presidente dell’Anci Graziano Delrio, dopo la riunione dell’Ufficio di presidenza dell’Associazione a Frascati. L’Anci, che incontrerà il governo il 22 maggio, chiede di “separare la quota statale da quella municipale, in modo che l’imposta sia più leggera. Il governo, poi, applichi una patrimoniale se lo ritiene necessario”. Leggi il seguito di questo post »

PENSIONI: INSOSTENIBILI EFFETTI DELLA RIFORMA

foto di Elina Gugliuzzo

“Il ministro Fornero ha annunciato che sono pronti i nuovi coefficienti di trasformazione del montante contributivo in rendita pensionistica e che il relativo decreto è già pronto per la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale. Il Sole 24 ore di oggi dice che con l’applicazione dei nuovi coefficienti le pensioni liquidate dal 2013 al 2015 diventeranno più leggere del 3%. Siamo in presenza di una nuova stangata”. Lo dice Vera Lamonica, segretaria confederale della Cgil con delega alla previdenza. Leggi il seguito di questo post »

Non c’è equità, senza patrimoniale

di Bruno Contini (www.sbilanciamoci.info)

Il governo dei tecnici dovrebbe spiegare perché l’Italia sia così diversa da tutti i paesi europei e d’oltre Atlantico. Dove l’imposta patrimoniale esiste.

Può la seconda fase del governo Monti fare a meno di un ripensamento sull’imposta patrimoniale e/o sulla tassa di successione? I problemi pratici che si frappongono all’introduzione di una imposta patrimoniale sono indubbiamente seri (al di là dell’opposizione politica che troverebbe in Parlamento). Leggi il seguito di questo post »

Lombardo si dimetterà il 28 luglio, nuove elezioni regionali in autunno

PALERMO In Sicilia si voterà il 28 e 29 ottobre, Lombardo si dimetterà il 28 luglio. Lo ha annunciato lo stesso governatore della Sicilia in una conferenza stampa a Palermo, nella sede di Palazzo d’Orleans. Il governatore, come anticipato nelle scorse settimane, rimetterà il mandato perchè indagato per mafia nell’inchiesta Iblis a Catania. “Il termine giusto per spiegare la mia vicenda giudiziaria è travisamento. Se Dio vuole non mancherò a nessuna udienza – ha detto – questa vicenda mi coinvolge e mi interessa seguirla da vicino”. “Autosospendermi? Non mi piacciono le mezze misure – dice Lombardo – Non c’è alternativa alle dimissioni. Con gli alleati abbiamo convenuto di votare in modo disgiunto dalle elezioni nazionali. La data del 28-29 ottobre è certa e concordata con gli alleati un mese e mezzo fa, e si va avanti. Ho preferito il voto a fine ottobre perchè in questo modo aumenta il margine di tempo con il voto nazionale. Si parla di elezioni politiche a marzo”. A chi gli chiede un’ipotesi su un sostituto, nello specifico il vice presidente Giosuè Marino, Lombardo replica che “chi si dimette resta presidente della regione fino all’ultimo giorno, fino al giorno della proclamazione dell’altro presidente. Non c’è nessun vicepresidente che deve sostituirmi tranne che io non venga rimosso ma non si parla di questo”.
Leggi il seguito di questo post »