Hockey prato – Finale Nazionale Campionato Under 14. Il CUS Messina torna da Castello d’Agogna con un ottavo posto


CUS Messina

I giovani cussini si arrendono a formazioni più esperte e collezionano quattro sconfitte in altrettante gare. Mister Spignolo: “Un test utile per crescere e confrontarci con avversari più forti”

Tre giorni di gare che, dall’11 al 13 maggio alla Finale Nazionale Under 14 di Castello d’Agogna (Pavia), hanno messo di fronte le migliori formazioni giovanili di hockey prato. Il CUS Messina, dopo aver dominato la fase regionale, si presenta troppo contratto e con eccessivo timore per l’importanza della posta in palio. La formazione guidata da Giacomo Spignolo delude soprattutto nell’approccio alle gare: nell’esordio contro il Merlara Padova (che conquista poi il titolo di Campione d’Italia) e nella seconda contro l’HT Bologna, i giovani messinesi dimostrano di non esserci con le gambe e soprattutto con la testa. Arrivano così due nette sconfitte, 12-2 contro i veneti e 10-0 contro gli emiliani. Buona, invece, la reazione nella terza sfida contro i padroni di casa della Più Unica Bonomi: i giovani cussini disputano una gara attenta e, con una grande prova di carattere, mantengono in equilibrio il match fino al 2-2. Poi alcune discutibili decisioni della coppia arbitrale novarese determinano una sconfitta immeritata (3-2) per quanto fatto vedere sul campo.

Il CUS Messina chiude, quindi, la sua avventura in terra lombarda con la finale per il settimo posto contro la formazione milanese del Cernusco: un’altra buona prova per i peloritani che, nonostante la sconfitta per 5-1, hanno dimostrato tutto il loro valore, affrontando una squadra che ha dominato il girone lombardo e dotata di una migliore tecnica di gioco.

Lo stesso tecnico messinese, Giacomo Spignolo, si ritiene comunque soddisfatto: “I miei ragazzi non hanno giocato come sanno e siamo stati puniti da squadre espertissime. Abbiamo giocato meglio nella fase finale del torneo, ma sono gare utili per crescere soprattutto tecnicamente. I ragazzi devono disputare questi tornei per confrontarsi con altre formazioni, anche più forti e preparate”.

Il titolo italiano, infine, è stato vinto, con pieno merito, dai veneti dell’HC Merlara Padova che, in una finale spettacolare, ha superato di misura (4-3) e solo nei minuti finali, i piemontesi del Valchisone Torino; al terzo posto, i sardi della GS Amsicora Cagliari che, invece, hanno avuto la meglio per 2-1 sui locali della Più Unica Bonomi.

 

 

Questa la rosa del CUS Messina:

De Salvo Marco, D’Alia Tommaso, Ardizzone Antonio, La Torre Alberto, Rifici Giuseppe, La Face Salvuccio, Ardizzone Giuseppe, Ficarra Federico, Maesano Nico, Veneziano Giuseppe, Mirisola Manuel. All.: Giacomo Spignolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: