Una marea di bandiere rosse inonda la capitale


Ieri, una Roma estiva (quasi trenta gradi) ha visto sfilare da piazza della Republica e per via Cavour fino al Colosseo una immensa marea di bandiere rosse.

di Citto Saija

Come una locomotiva a vapore che va sempre più di corsa almeno quarantamila persone motivate e militanti hanno gridato il loro no al governo dei banchieri e dei neoliberisti.Una nuova sinistra italiana, fatta soprattutto da giovani, ha voluto dire a chiare lettere che la riscossa della sinistra di alternativa è già iniziata, mentre in altre capitali europee e in tante città del mondo sale sempre più l’indignazione contro il capitalismo che affama gli essere umani.

La grande iniziativa promossa da Rifondazione comunista e dall’intera Federazione della Sinistra ha visto in piazza una grande unità che certo fa bene sperare.

Quarantamila persone, arrivate da tutte le parti d’Italia e a spese proprie, hanno detto al governo Monti che intendono lottare e intendono governare questo Paese e l’Europa.

Personalmente sono contento di aver fatto due notti di pullman e di essere stato nelle strade di Roma per una giornata intera, tra il consenso generale della gente, e di aver potuto constatare che il sorpasso è possibile e che a sinistra vi è un grande spazio che può dare fiducia al nostro popolo.

Un vecchio autobus a due piani inglese ha aperto l’immenso corteo con in testa i dirigenti del Partito della Rifondazione comunista con il segretario Paolo Ferrero, Diliberto dei comunisti italiani, Cesare Salvi, Cremaschi della Fiom che ad alta voce dal palco, sotto l’arco di Costantino, insieme con Ferrero ha chiesto al sindacato l’immediato sciopero generale contro il governo dei banchieri voluto anche dal Presidente della Repubblica.

Importantissimi e centrali gli interventi dei vari partiti della sinistra europea: dalla sinistra radicale greca Syriza, che si avvia a diventare il primo partito della Grecia, ai francesi del partito comunista e del fronte della sinistra, ai portoghesi e ai messaggi di totale adesione della Linke tedesca e della sinistra unita spagnola.

La manifestazione di Roma, dopo quattro anni di inferno berlusconiano e mesi di inferno montiano, è la dimostrazione lampante che i partiti non sono tutti uguali e che la sinistra radicale è diversa. Un no netto al qualunquismo e un si alla grande mobilitazione.

Anche in Italia la sinistra radicale e unita può pensare, alle prossime elezioni politiche a sorpassare e a condizionare il Partito democratico in questo momento abbracciato alla destra.

Ferrero e Diliberto si sono abbracciati sul palco; Norma Rangeri ha parlato del “Manifesto” che sta chiudendo; l’Italia dei valori di Di Pietro ha inviato una delegazione con il senatore Pedica che ha parlato dal palco. Mancava Vendola ed oggi, dopo la fine della foto di Vasto, anche lui è atteso in quella sinistra radicale che si candida a governare il Paese, iniziando a fare l’opposizione nel sociale, e che si candida a governare anche l’Europa.

Nel corteo qualche bandiera francese e qualche bandiera greca a dimostrazione che la riscossa è iniziata. E tutti hanno cantato, non con nostalgia ma guardando al futuro, “avanti popolo alla riscossa bandiera rossa trionferà”. In queste parole non vi è retorica, ma solo voglia di impegnarsi, di militare tra la gente e di costruire un’Europa e un’Italia diverse.

Presenti anche i movimenti come il movimento No Tav in apertura del corteo assieme allo striscione della Federazione della sinistra che intende difendere l’art.18 e i diritti dei lavoratori. Giustamente Paolo Ferrero, nel suo lucidissimo intervento finale, ha detto con estrema chiarezza che “cosa succederà nelle prossime elezioni dipenderà da quanta opposizione sociale e di sinistra ci sarà a questo governo”.

Quella di ieri è stata una giornata storica ed indimenticabile e ha dato fiducia e speranza a tutte le forze politiche dell’alternativa. Altro che antipolitica! La politica, quella vera, è tornata in piazza e da oggi sarà certamente tra la gente che partecipa a cominciare da tutti i piccoli centri per estendersi alle tante città d’Itala e d’Europa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: