Lettera del Comitato Pendolari Sicilia: “Che vergogna! Ancora un aumento dei prezzi!”


Traghetto Bluvia – Porto di Messina ©NuovoSoldo.it

Al Signor Presidente della Regione Siciliana On.le Raffaele Lombardo

All’Assessore Regionale alle Infrastrutture e Mobilità On.le Pietro Carmelo Russo

Ai Politici Regionali e Nazionali e agli Organi di Stampa

Che vergogna!  Ancora un aumento. Dal 1 Luglio i prezzi degli abbonamenti e dei biglietti aumenteranno mediamente del 5% ! Che dire: VERGOGNA!

Adeguamento ai parametri ISTAT è la risposta della Regione. La Regione: dov’è? Si era concordato nella riunione del 10 Dicembre 2010, che ogni aumento sarebbe stato discusso con i Comitati dei Pendolari onde studiare i miglioramenti da attuare. Invece assistiamo al solito aumento indiscriminato senza che i nostri politici abbiano chiesto niente in cambio. Al solito…. Ben diversa la situazione nelle altre Regioni. Prima di concedere gli aumenti gli Assessori preposti hanno convocato Comitati e associazioni dei Consumatori in largo anticipo. Ovviamente qui in Sicilia è tutta un’altra musica. Del resto il nostro Statuto Speciale rende questa terra speciale soprattutto nei lati negativi…

Reputiamo questo aumento vessatorio, un brutale accanimento contro i martoriati viaggiatori. E meno male che i nostri politici parlano di incremento del trasporto pubblico, di lotta all’inquinamento…. Come si fa a concedere un simile aumento a fronte di un servizio scadente che va avanti grazie all’abnegazione dei lavoratori delle Ferrovie? Treni vecchi, obsoleti, porte guaste, climatizzazione carente. Di questo ovviamente i parametri ISTAT non tengono conto… Dov’è la politica siciliana??? Dov’era il 12 Giugno quando Trenitalia ha tagliato ulteriormente le vetture dei treni a lunga percorrenza, continuando l’opera di ridimensionamento che sta portando alla chiusura di depositi, officine, stazioni?

Siamo stanchi delle parole. Solo di questo sono capaci i nostri politici.

Cosa aspettano a sollecitare il ministro Tremonti per il definitivo passaggio dei fondi destinati al contratto di servizio, che ammontano a circa 111 milioni di euro a fronte dei 120-130 iniziali ?

In altre Regioni il contratto è attivo da anni. Cosi i pendolari usufruiscono di bonus in base ai disservizi. Qui invece solo aumenti. I disservizi non li considera nessuno.

Ciò denota lo scarso interesse dei politici per la vita dei pendolari, costretti a viaggiare in condizioni sempre peggiori, il che si aggiunge al periodo terribile di mancanza di lavoro e di taglio alle retribuzioni.

La Sicilia è sempre l’ultima. Dove sono i politici che ci rappresentano? Dove?

Non si capisce che lo sviluppo infrastrutturale è la base per lo sviluppo sociale ed economico.

Non si capisce o peggio ancora… forse fa comodo far finta di non capire…

Chiediamo una forte presa di posizione dei nostri politici. Questo aumento non è accettabile.

Distinti saluti

Palermo, 27 Giugno 2011

Giacomo Fazio

Presidente Comitato Pendolari Sicilia

Patto Pendolari Italiani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: