Abuso d’ufficio e concussione arrestato Cateno De Luca


Al deputato regionale sono stati concessi gli arresti domiciliari. L’indagine sarebbe legata all’attività amministrativa di De Luca come sindaco di Fiumedinisi. Il deputato regionale Cateno De Luca, leader del movimento Sicilia Vera, è stato arrestato con l’accusa di abuso d’ufficio e concussione.  L’indagine sarebbe legata all’attività amministrativa di De Luca come sindaco di Fiumedinisi, un paese del messinese. Forse tutto ha inizio da un esposto presentato dall’opposizione e da una nota ambientalista. Destinatari dello stesso provvedimento anche il fratello del parlamentare Tindaro Eugenio De Luca, il responsabile area servizi territoriali ed ambientali del Comune jonico, Pietro D’Anna, e il presidente della commissione Edilizia comunale, Benedetto Parisi. La misura cautelare è stata concessa per i reati di tentata concussione e falso in atto pubblico, commessi nel 2007, 2008 e 2009, in relazione a vicende inerenti l’approvazione e l’esecuzione del programma innovativo in ambito urbano denominato “Contratto di Quartiere II Vivi Fiumedinisi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: