Scoperto cimitero di mafia grazie alle rivelazioni di un pentito


MESSINA – Un nuovo cimitero di mafia che sarebbe stato utilizzato dalla cosca di Barcellona Pozzo di Gotto è stato scoperto nel messinese, tra Basicò e Tripi, grazie alle rivelazioni del pentito Santo Gullo. Fino ad ora sono stati individuati i resti di un cadavere in contrada Parmidderi ma si sta scavando ancora alla ricerca di un altro corpo. I vigili del fuoco hanno trovato i resti di una vittima della lupara bianca nella stalla di un allevatore, luogotenente dei boss del clan dei Mazzarroti.

Secondo alcune indiscrezioni potrebbe trattarsi del corpo di Salvatore Munafò, mentre non sarebbero stati ancora trovati i resti di Carmelo Barbieri Triscari. I due, secondo il racconto del pentito, sarebbero stati uccisi negli anni ’90 su ordine del boss Mimmo Tramontana. È il secondo cimitero di mafia scoperto dagli investigatori dopo quello individuato sempre nel messinese, a Mazzarà Sant’Andrea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: