ANCORA TRIVELLAZIONI: IL DIRITTO DI SAPERE!


di Rete NoPonte

Da qualche settimana, sul litorale di Torre Faro, sono riapparse delle trivelle che, in considerazione dell’area di intervento e le modalità con cui operano, sembrano proprio agire per conto e nell’interesse di chi ha in carico la progettazione del Ponte sullo Stretto.

Lo scorso anno, proprio di questi tempi, nello stesso ed in tanti altri siti della città, tante trivelle avevano eseguito dei sondaggi geognostici finalizzati a tale progettazione, la cui fase era stata indicata come “definitiva” dell’opera, e pertanto precedente a quella “esecutiva” che designa, secondo legge e prassi, “cantierabile” qualunque opera pubblica, in quanto provvista di tutte le autorizzazioni ed in particolare della copertura finanziaria.

Secondo quanto è dato sapere, la fase della progettazione definitiva si è conclusa già nel dicembre 2010, con la consegna, da parte del contraente generale Eurolink, del progetto alla Stretto di Messina, per la relative deduzioni e conseguente inoltro al Ministero delle Infrastrutture ed al C.I.P.E. per le istruttorie ed approvazioni finali.

A questo punto la Rete No Ponte ed i cittadini messinesi chiedono come sia stato possibile che, nel silenzio più assoluto, a progetto definitivo concluso e consegnato, si sia potuto ripartire, in modo così indiscriminato e incontrollato, con altre, ulteriori trivellazioni.

Nessuna tabella, obbligatoria per legge, indica a cosa si riferiscono tali interventi che, ancora una volta, occupano parti delle sedi stradali, e quindi spazi pubblici.

Ed allora occorre urgentemente sapere, nei dettagli, cosa sta accadendo, visto che i sondaggi geognostici avrebbero dovuto costituire già parte integrante del progetto che aveva esaurito la sua fase.

Sono, forse, state richieste delle integrazioni per insufficienza od inconsistenza dei precedenti studi geologici, da parte della società Stretto di Messina?

E’ stato, forse, richiesto qualche “supplemento” di indagine finalizzata alla progettazione a pochissima distanza sia temporale che topografica dalle precedenti?

Ed in particolare, è noto il quadro tecnico – economico che nel progetto di massima indicava le somme disponibili per tali studi geologici, oppure assistiamo, inermi, ad un incremento di spesa?

La città ha il diritto di sapere come stanno le cose, così come ha il diritto, secondo le più elementari regole della democrazia rappresentativa, di sapere da che parte stanno i consiglieri comunali d’opposizione, che in questi ultimi tempi, con l’avanzamento delle fasi che conducono alla realizzazione del Ponte, non hanno dimostrato alcun interesse nella ricerca della verità su un’opera che è circondata da tanti, troppi segreti.

E ciò è riferibile anche ad atteggiamenti dal significato essenzialmente politico, relativi all’appartenenza di ciascuno, pur prendendo atto dell’impegno dimostrato da qualche rappresentanza del PD, in occasione delle manifestazioni.

Ed allora si chiede di intervenire, ad iniziare dal Consiglio Comunale, ricorrendo anche presso altre sedi istituzionali, tramite referenti politici, inoltrando tutte le istanze previste dal sistema democratico, come interrogazioni, interpellanze, ordini del giorno e quant’altro, alla ricerca delle tante informazioni negate alla cittadinanza, ad iniziare dalla funzione delle ultime trivelle.

La scoperta delle tante verità, fino ad ora occultate da chi sta portando avanti il progetto del Ponte, condurrebbe all’annullamento dell’intero iter, prima che il territorio venga irrimediabilmente compromesso.

L’assenza della copertura finanziaria e delle relative garanzie per la realizzazione dell’opera, che per ovvi motivi non è possibile suddividere in stralci, oltre ai tanti irrisolti nodi tecnici, sono già motivi sufficienti per fermarne la realizzazione, ponendo fine allo sperpero di denaro perpetrato fino ad oggi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: