Mondo sismicamente inquieto: Terremoto in Alaska, magnitudo 7,2

Un terremoto di magnitudo 7,2 è stato registrato nelle isole Auletine, provocando un allarme tsunami.

Il sisma non ha provocato vittime o danni nell’area scarsamente popolata e l’allarme tusnami è stato ritirato: circa un’ora dopo, il terremoto ha colpito una zona a circa 1700 chilometri a sud-ovest da Anchorage, la capitale dello stato americano, ad una profondità di 63 chilometri.

(AdnKronos, 24 giugno)

Messinambiente. Prosegue l’occupazione degli uffici del Comune da parte dei lavoratori della Messinambiente

Prosegue lo stato di agitazione dei lavortatori della Messinambiente che, dopo avere manifestato davanti alla sede dell’Ato e non essere stati ricevuti dal Commissario Ruggeri, si erano recati a palazzo Zanca chiedendo a gran voce la revoca del bando di gara per l’affidamento dei servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti ad una società privata alternativa alla Messinambiente, società a totale capitale pubblico.

Leggi il seguito di questo post »

Precipita e muore in un pozzo in contrada Urgeri

SAN PIERO PATTI (MESSINA) – Tragico incidente a San Piero Patti, nel Messinese. Un uomo di 58 anni, Carmelo Lamancusa, è stato trovato cadavere all’interno di un pozzo in contrada Urgeri del centro Nebroideo. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo, che a quanto pare si stava apprestando a ripulire il pozzo adiacente la propria abitazione, sarebbe scivolato all’interno della cavità, morendo poi affogato. A trovarlo sono stati i carabinieri, allertati dai colleghi di lavoro. Gli inquirenti escludono l’ipotesi che possa trattarsi di un suicidio. La vittima, casellante del Consorzio Autostrade Siciliane, viveva da solo in campagna, lontano da altre abitazioni. La Procura di Patti (Messina), intanto, ha disposto l’autopsia.

Nuova scossa sismica, epicentro stavolta Galati Mamertino

Una nuova scossa di terremoto di magnitudo 2.4 ha colpito la provincia di Messina alle 18.47. L’epicentro si è verificato a Galati Mamertino ad una profondità di 4.5 chilometri. La scossa si inserisce all’interno di uno sciame sismico iniziato stanotte con una scossa, la più potente, di magnitudo 4.1 verificatasi questa notte alle 00.02. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha calcolato che la magnitudo massima attesa nella zona può arrivare a 6.14. La scossa di questa notte ha avuto epicentro tra i comuni di Tortorici, Sant’Agata di Militello, Capo D’Orlando e Brolo ad una profondità di circa 7 chilometri.

Scossa sismica nel Messinese di magnitudo 2.8, nessun danno, epicentro Frazzano’

Una scossa sismica di magnitudo 2.8 della Scala Richter è stata registrata, alle 16,47,  in provincia di Messina dagli strumenti dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia. L’evento sismico è stato lievemente avvertito dalla popolazione. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Frazzanò, San Salvatore di Fitalia e Mirto. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

Barcellona PG (ME) – Mafia, Carabinieri e DIA 24 arresti e sequestro di 150 mln di beni

Questa mattina durante la conferenza stampa, svoltasi al Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, ascoltando il dr. Guido Lo Forte, procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Messina, mi è venuto in mente quel simpaticone di Sgarbi il suo pensiero sulla mafia, sullo Stato e sull’antimafia. Mi sarebbe piaciuto presentare al critico d’arte e sindaco di Salemi lo Stato, gli uomini e donne che lo rappresentano svolgendo quotidianamente, con rischio personale, il contrasto alla mafia.

Leggi il seguito di questo post »

Giuditta, la cassiera di Mazzini

di Anna Ceruti Burgio – La Gazzetta di Parma

Una via molto nota di Parma è intitolata a Giuditta Sidoli, perché in quella zona della città soggiornò colei che fu una delle principali protagoniste del Risorgimento, amica, amante e stretta collaboratrice di Giuseppe Mazzini. La Sidoli dimorò dal 1837 al 1852 in una villa, intrecciando rapporti e amicizie con personaggi parmigiani, nel nome del comune ideale patriottico mazziniano, venendo poi bruscamente scacciata dal famigerato Carlo III. Leggi il seguito di questo post »

Calabria. Gruppo Fds cancellato dal Consiglio regionale

I segretari regionali della Federazione della Sinistra, Rocco Tassone e Michelangelo Tripodi, hanno scritto al presidente del Consiglio regionale della Calabria: la Fds è cancellata dal panorama dei partiti in Consiglio regionale.

Con una conferenza stampa il consigliere regionale Nino De Gaetano, eletto nella lista Fds, annunciava l’abbandono “senza rancore” dal Prc ma rimanendo nel gruppo cui era iscritto da indipendente.

Ad onor di cronaca va detto che, qualche giorno fa il segretario nazionale del Prc, Paolo Ferrero, sollecitava il consigliere ad osservare “l’obbligo dei versamenti nei confronti del partito”, definendo “indecorosa” l’omissione. Leggi il seguito di questo post »

I DUE POLI DEL FUTURO SICILIANO: PORTAEREI E HUB ENERGETICO

di Agostino Spataro

Quello che si temeva sta accadendo o è già accaduto: il mutamento del ruolo militare e della prospettiva generale della Sicilia nei suoi rapporti con l’area mediterranea.

Da ponte di cooperazione pacifica e vantaggiosa con i paesi rivieraschi a “portaerei della Nato nel Mediterraneo” come l’ha ribattezzata l’eclettico ministro della difesa, il siciliano Ignazio La Russa, che, già agli inizi dei bombardamenti sulla Libia, l’ha messa a disposizione della triade interventista: Sarkozy, Cameron e Obama. Leggi il seguito di questo post »

Video: Josh Vietti – “Hip Hop Violin Medley”

Tribunale di Patti (ME), tragedia “rifugio del Falco” del 22 agosto 2007, rinviati a giudizio tre sottufficiali del Corpo Forestale siciliano

Secondo l’accusa formulata dalla Procura della Repubblica di Patti (ME) e riconosciuta idonea dal GIP per rinviare a giudizio, gli ispettori forestali Carro, Galletta e Giordano durante l’incendio del ristorante “ rifugio del Falco” del 22 agosto 2007 che ha provocato la morte di sette persone, si sono macchiati del reato di “omissione di atti d’ufficio”; cioè hanno omesso di fare qualcosa che era loro dovere fare, e che erano in condizione di fare.

Senza volerci sostituire o criticare l’operato di magistrati e giudice, dalle notizie che abbiamo raccolto gli Ispettori hanno posto in essere solo le procedure previste dall’organizzazione antincendio nazionale e che erano nelle condizioni di poter porre in essere; procedere stabilite dal ministero degli interni dipartimento protezione civile. E’ noto infatti che le procedure dell’antincendio boschivo e rurale sono codificate rigidamente.

Leggi il seguito di questo post »

Corpo Forestale, operazione: “mani sulla città”

www.grnet.itNove arrestati, 51 indagati e numerosi sequestri all’alba su ordine della Procura di Trani. Roma, 23 giu –  Avevano messo le “MANI SULLA CITTÀ” gestendo a fini privati l’attività dell’Ufficio Tecnico del Comune di Molfetta, in stretto rapporto con uno studio professionale privato dello stesso Comune. Dopo mesi di indagini a cura della Procura della Repubblica di Trani, gli uomini del Corpo forestale dello Stato, con l’ausilio della Polizia municipale di Molfetta, hanno ricostruito la fitta rete di interessi e di illegalità che ha praticamente “paralizzato” l’attività edilizia della cittadina a nord di Bari.
Leggi il seguito di questo post »

Carnevale Termini Imerese, 12 indagati per truffa sui fondi

Carnevale termitano 2011

Percepiti illegalmente 200 mila euro di contributi per kermesse

Emissione di fatture false e truffa aggravata ai danni della Regione siciliana, della provincia di Palermo e del comune di Termini Imerese nell’ambito della messa in scena, dal 2007 al 2009, del carnevale termitano, famoso per la sfilata dei carri allegorici. Con questa accusa sono state denunciate 12 persone. Avrebbero percepito illegalmente 200 mila euro di fondi pubblici. Il raggiro scoperto dalla guardia di finanza sarebbe stato realizzato da piccoli imprenditori del settore artistico e da alcuni amministratori locali. (ANSA)

Scuola Messina: Pubblicati gli organici degli istituti di 2° grado

Protesta precari scuola a Messina il 12 settembre 2010 ©NuovoSoldo

In data odierna l’USP (ex Provveditorato agli Studi) di Messina ha pubblicato le tabelle organiche del personale docente degli istituti superiori, per l’a.s. 2011-12 e la disponibilità iniziale di posti. Questi posti, prima di arrivare ai precari passeranno sotto le forche caudine dei trasferimenti e passaggi di ruolo, per le assegnazioni e utilizzazioni e per le quasi nulle immissioni in ruolo. Quest’anno, come conseguenza della Riforma Gelmini, le scuole superiori subiranno una gigantesca ulteriore mortificazione che renderà pressochè nulli i posti a ruolo e quelli per i precari in quasi tutte le classi di concorso.

I documenti pubblicati in file pdf e consultabili e/o scaricabili con link al sito dell’USP:

DECRETO pubblicazione organici superiori
 
File: DECRETO-pubblicazione-organici-superiori.pdf (33 kB)

ELENCO POSTI DISPONIBILI Superiori AL 24-6-11

File: ELENCO-POSTI-DISPONIBILI-Superiori-AL-24-6-11.pdf (51 kB)

PROSPETTO 1 EF UNIFICATO DEL 24-6-11

File: PROSPETTO-1-EF-UNIFICATO-DEL-24-6-11.pdf (104 kB)

PROSPETTO 2 UNIFICATO DEL 24-6-11

File: PROSPETTO-2-UNIFICATO-DEL-24-6-11.pdf (190 kB)

I ragazzi di piazza Tahrir

di Azzurra Meringolo
Prefazione di Paola Caridi
“Fino ad ora nella mia vita ho corso troppo, ho avuto troppe ansie, convivevo con una paura quotidiana, ora invece ha tutto un altro sapore. Leggi il seguito di questo post »