Berlusconi: “Ora con Lega scelte condivise”. Bersani: “risolvano problemi oppure a casa”

Moratti: forse campagna dai toni sbagliati. Calderoli: ‘Lega impegnata per vincere’. Grillo non si allea: ‘Abbiamo messo in crisi la politica’. Premier dimezza preferenze

E’ Milano la principale sorpresa del primo turno delle elezioni amministrative, con il candidato del centrosinistra Giuliano Pisapia che va al ballottaggio con il 48% dei consensi contro Letizia Moratti al 41,6%. In forte calo i voti del Pdl (28,7%) e le preferenze per il premier, dimezzate rispetto a quelle del 2006. A Torino è sindaco Pietro Fassino con il 56,7% dei voti. Bologna resta al centrosinistra con Virginio Merola al 50,5% e un exploit del Movimento 5 stelle di Beppe grillo al 9,5%. A Napoli sfida tra il candidato del Pdl Gianni Lettieri e quello dell’Idv Luigi De Magistris; fuori dal ballottaggio il Pd.

Leggi il seguito di questo post »

OMICIDIO SARAH: CASSAZIONE, SABRINA MISSERI RESTA IN CARCERE

(AGI) – Roma, 17 mag. – Sabrina Misseri, la ragazza accusata dell’omicidio della cugina 15enne Sarah Scazzi ad Avetrana, resta in carcere. Lo ha deciso la prima sezione penale della Corte di Cassazione, dichiarando inammissibile il ricorso presentato dai legali di Sabrina contro l’ordinanza confermativa della custodia cautelare emessa lo scorso 12 novembre.

Leggi il seguito di questo post »

Corpo Forestale, a Messina carenze organico del 70%. Impossibile svolgere il servizio d’istituto

gt -Lo denuncia il SADiRS (sindacato autonomo dipendenti regione siciliana) inviando una lettera alle autorità di Messina: Prefetto, Questore, Presidente Parco dei Nebrodi; nonché alle autorità della regione Sicilia: Lombardo (presidente), Sparma (assessore ambiente), Tolomeo (strano ed inopportuno comandante del Corpo Forestale regionale). Il SADiRS denuncia la carenza del personale che nella provincia di Messina arriva al 70%. Se come dice il SADiRS il personale é impossibilitato a svolgere l’ordinario servizio d’istituto, cosa succederà con il servizio antincendio? L’estate è ormai prossima. Lo scorso anno, nel mese di maggio, ci sono stati nel messinese alcuni incendi che hanno messo a rischio persone e cose; per fortuna quest’anno la situazione meteorologica è stata clemente, ma cosa succederà fra qualche giorno?

Leggi il seguito di questo post »

I dipendenti del Cefop bloccano l’Ars, scontri con le forze dell’ordine

Palermo – Scontri tra i lavoratori della formazione professionale del Cefop e le forze dell’ordine in piazza Indipendenza, davanti all’ingresso di Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale, riservato ai deputati. Una persona è stata ferita e soccorsa dai sanitari del 118. Almeno tre i manifestanti fermati. Nella sala parlamentare i deputati stavano discutendo il disegno di legge che prevede un fondo di garanzia a sostegno di possibili esuberi nel settore, alla luce del nuovo piano di formazione del governo della Regione.
Leggi il seguito di questo post »

per contrastare il fenomeno del bracconaggio e dell’uccellagione

Per contrastare il fenomeno del bracconaggio e dell’uccellagione, uomini del Corpo Forestale Regione Siciliana con il coordinamento dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Messina, nella località Torre Faro del comune di Messina, sulla spiaggia lato tirrenico, in prossimità dell’Istituto Marino sorprendevano a praticare l’attività di uccellagione i Sig.ri R. L. di anni 38, D.G. di anni 56, D. N. di anni 21 e S. D. di anni 56 tutti residenti a Messina. Leggi il seguito di questo post »

Attorno alla giara

di Citto Saija

Sabato 14 maggio, dalle 20,30 fino ad oltre mezzanotte, si è svolta a Gesso, su iniziativa del Museo di cultura e musica popolare dei Peloritani, diretto da Mario Sarica, la notte europea dei musei.

Una maestosa giara, donata al Museo (insieme ad altri due esemplari) dalla famiglia Grillo-Giordano, è stata al centro della interessante manifestazione. Una giara proveniente dalla famiglia Campanella abbastanza conosciuta a Gesso. Leggi il seguito di questo post »

FORMAZIONE: DE LUCA, IL PARLAMENTO IN EVIDENTE CONFLITTO DI INTERESSI STA ESAMINANDO UNA PROPOSTA TAPPABUCHI

Palermo – “Se in questo parlamento si applicasse la norma sul conflitto di interessi fino al terzo grado di parentela, come già avviene  nei consigli comunali, dove ormai non si riescono più a votare i piani regolatori, non si potrebbe approvare questa pseudo riforma delle formazione professionale perché circa il 70 percento dei parlamentari ha degli interessi nella legge 24 e sportelli multifunzionali””. Lo ha detto oggi pomeriggio l’on Cateno De Luca nel suo intervento iniziale all’Ars dove si discuteva la proposta di legge sulla Formazione.

Leggi il seguito di questo post »