Decreto Legge trattamento economico Sicurezza e Difesa, la maggioranza fa marcia indietro

http://www.grnet.it – No a trattamenti economici fissi ma assegni “una tantum”. Questa la ”condizione” posta dalla commissione Bilancio della Camera nel parere al decreto sulla corresponsione di riconoscimenti al personale delle forze armate, delle forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco. Il testo licenziato dalle Commissioni difesa e affari costituzionali, invece, aveva sostituito gli assegni una tantum, previsti nel decreto approvato dal governo, con ”assegni perequativi individuali” ossia trattamenti fissi e continuativi.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Lavoro. Leave a Comment »

Ania Goledzinowsa: Lele Mora mi mando’ a casa del premier in una scatola infiocchettata

(libero) – Ania Goledzinowska è la ex modella polacca che ha alle spalle parecchi flirt più o meno ‘ufficiali’ (da Paolo Brosio ad Antonio Zequila) e che in un’intercettazione ha suggerito a Ruby di stare alla larga da Lele Mora. E proprio dall’agente delle star riparte con delle confessioni inedite. La ragazza, che ora frequenta Paolo Enrico Beretta, nipote del premier, rivela a Novella 2000 come ha conosciuto la marocchina dello scandalo e del suo rapporto con Mora, ora inquisito per induzione alla prostituzione: «Telefonai a Ruby per metterla in guardia, anch’io ho lavorato per Lele; fu lui a mandarmi dentro un pacco infiocchettato a casa di Berlusconi a Roma: era la sua festa di compleanno del 2008.

Leggi il seguito di questo post »

Erba/ La Cassazione ha deciso: c’è l’ergastolo

 20:25 – Giorno della verità per la strage di Erba. Ergastolo confermato per Olindo Romano e Rosa Bazzi. Lo ha deciso la prima sezione penale della Corte di Cassazione, respingendo il ricorso presentato dai legali dei coniugi, gia’ condannati in primo e secondo grado come autori materiali della strage di Erba.

Leggi il seguito di questo post »

Messina: polizia e vigili del fuoco salvano ultranovantenni in casa

.(Adnkronos) – A Messina polizia e vigili del fuoco hanno soccorso in casa un uomo di 95 anni che lamentava forti dolori a una gamba. L’anziano era in casa con la moglie, di 90 anni, a letto malata. I soccorritori sono riusciti ad entrare nell’abitazione dal balcone. Dopo le prime cure prestate da personale del 118 l’uomo e’ stato trasportato in ospedale mentre la donna e’ stata affidata ad una nipote.

Protesta orchestrali Teatro Vittorio Emanuele

MESSINA Stasera al Teatro Vittorio Emanuele di Messina in occasione della prima dell’opera “La vedova allegra”, si svolgerà una protesta degli orchestrali contro il taglio di 400 mila euro all’ente, per la stagione 2011/2012, da parte della Regione siciliana. L’iniziativa è organizzata da Cgil, Cisl e Uil e Cisal di Messina, che oltre a contestare i tagli, sottolineano che sono “ancora irrisolte le questioni che riguardano la mancata emanazione della pianta organica, il passaggio all’equiparazione regionale dei lavoratori in organico all’ente e la stabilizzazione dei precari”.

CGIL: 12 RAGIONI PER LO SCIOPERO GENERALE. CON CIG A ZERO ORE PERSI 2.600 EURO IN BUSTA

Una mobilitazione che ruota intorno ai temi del Fisco e del Lavoro. Fisco come strumento di giustizia sociale, lavoro come via per la crescita. Questo il significato dello sciopero generale indetto dalla Cgil per venerdì prossimo 6 maggio. Uno sciopero che per gran parte delle categorie del sindacato riguarderà l’intera giornata lavorativa con decine di manifestazioni in altrettante piazze d’Italia.

Uno sciopero per protestare contro trentasei mesi di governo Berlusconi che – sostiene la Cgil – ”hanno seriamente impoverito il paese. L’economia è depressa, la disoccupazione aumenta così come la pressione fiscale. I lavoratori subiscono l’abbassamento delle tutele e la cancellazione dei diritti. Lo stato sociale è stato tagliato indiscriminatamente. Penalizzati i pensionati, negato il futuro ai giovani, umiliato il lavoro e la dignità delle donne”.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Lavoro. Leave a Comment »

George Clooney e i 50 anni: “Invecchiare non mi fa paura, meglio che morto”

Quando sei il più sexy del pianeta, 50 anni ti preoccupano quanto una zanzara fuori dalla finestra. Così, mentre tante donne alla soglia dei 50 sono pronte a stringere patti con diavoli di ogni sorta – a partire dai chirurghi estetici – lui, George Clooney, si avvicina alla fatidica data del mezzo secolo, il 6 maggio prossimo, con il consueto irresistibile sorriso zen. “Invecchiare non mi preoccupa – ha recentemente dichiarato a chi gli chiedeva un suo commento sul ‘giro di boa’-. Sono abbastanza a mio agio con l’idea. Perché è meglio dell’altra opzione, che è essere morto. Quindi diciamo che scelgo l’invecchiare”. Anche ironico: piove sul bagnato. Leggi il seguito di questo post »