Pedofilia: condannati per abusi sui figli nel messinese

15 anni a uomo che costringeva la nipote a rapporti completi

Il Tribunale di Messina ha condannato due genitori, di 33 e 41 anni, originari di Santa Teresa di Riva (Messina), per molestie nei confronti dei propri bambini, di 4 e 7 anni. L’uomo dovra’ scontare 9 anni, la moglie 7. Secondo l’accusa i due avrebbero palpeggiato i figli. Il caso e’ emerso dopo una denuncia di alcuni operatori dei servizi sociali. Sempre il Tribunale di Messina ha condannato a 15 anni un uomo di 48 anni, di Saponara (Messina), per violenza sessuale nei confronti della nipote. Secondo l’accusa avrebbe costretto la bambina di 9 anni a rapporti sessuali completi. (ANSA)

Articolo 9. I paesaggi d’Italia

Marsala, Convento del Carmine, 11 maggio – 31 agosto 2011

Una Nazione è fatta dai suoi cittadini, dalla sua storia, ma anche dalla realtà fisica che queste persone ospita e che questa storia ha accolto e vissuto, quindi dai paesaggi.
Pertanto la geografia fisica, oltre che umana, del nostro Paese, nonostante le enormi diversità territoriali, è davvero unica. Leggi il seguito di questo post »

D’istinto

di Giuseppe Restifo

Mai come di questi tempi si sente parlare tanto male delle emozioni: “c’è troppa emotività in queste reazioni”, “troppa emozionalità”, “troppa istintualità”… Non si parla di relazioni fra innamorati o fra sposi; si parla dei referendum. Verso i quali ci dicono che dovremmo atteggiarci con assoluta razionalità. Il richiamo alla razionalità proviene in genere da chi ha deciso di non fare svolgere i referendum insieme alle elezioni amministrative: una soluzione razionale che ci avrebbe comportato un risparmio di 340 milioni di euro, in tempi di crisi e di disoccupazione.

Leggi il seguito di questo post »

SRI LANKA: MASSACRI 2009 APPRODANO ALL’ONU

L’Alto Commissario dell’Onu per i Diritti Umani, Navi Pillay, ha invocato un’inchiesta internazionale sui  massacri compiuti nel 2009 in Sri Lanka durante l’offensiva finale contro i separatisti tamil. La richiesta e’ stata avanzata dopo la pubblicazione di un rapporto delle Nazioni Unite che cita ‘resoconti di testimoni oculari e informazioni credibili’ sulle uccisioni arbitrarie di migliaia di persone durante i combattimenti.

Arrestato giovane senza patente che non si ferma al posto di blocco

BARCELLONA POZZO DI GOTTO (MESSINA) – I carabinieri hanno arrestato un giovane di 21 anni, Carmelo Crisafulli, originario di Terme Vigliatore (Messina), con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente. Il giovane non si è fermato a un posto di blocco. Fermato poco dopo è risultato sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita, e alla guida di un mezzo con contrassegno assicurativo falso.

Entrano in banca da un buco, poi rinunciano al colpo per paura di esser scoperti

MESSINA – La notte scorsa a Messina ignoti ladri hanno tentato un furto nella filiale di via Tommaso Cannizzaro della Banca Montepaschi. Se ne è accorta, solamente stamane, una guardia giurata, che ha avvertito la polizia. I ladri sono entrati nell’istituto di credito attraverso un foro del diametro di circa 30 centimetri praticato nella parete di un locale in ristrutturazione nella adiacente via Ghibellina ma poi, pensando di essere stati scoperti, sono fuggiti rinunciando al colpo. Un po’ coma la trama del celebre film  “I soliti ignoti”, “famosi” per aver rubato alla fine solo qualche piatto di pasta e fagioli.

Sicilia: venerdi’ sciopero dei forestali e degli agricoltori

Palermo  – (Adnkronos) – Venerdi’ 29 non sciopereranno in Sicilia solo i forestali, ma tutti i lavoratori dell’agricoltura che terranno una manifestazione a partire dalle 9.30 davanti palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Lo rendono noto Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil siciliane che hanno deciso di ampliare il fronte della protesta per i tagli al settore che si preannunciano con la Finanziaria regionale, che prevede anche la cancellazione di alcuni enti come l’Esa e la cessione a privati di pezzi del demanio forestale. ”Si tratta di proposte devastanti- scrivono in una nota Salvatore Tripi (Flai), Fabrizio Colonna (Fai) e Gaetano Pensabene (Uila)- che significano disimpegno e rinuncia a scelte strategiche sull’ambiente e sui boschi che possono essere solo sostenute da ruoli pubblici”.

Leggi il seguito di questo post »