Nuclear Energy: how does it work?

Appunti di Fisica ‘11 & Dottorato di Ricerca in Fisica
14 aprile ore 15.00 aula E. Majorana, Dipartimento di Fisica

Dr.ssa Marina Trimarchi (Dipartimento di Fisica, Università di Messina)

The possibility to produce energy from nuclear transmutations is a consequence of the Einstein’s equation, stating the equivalence between mass and energy. Leggi il seguito di questo post »

Il 14 maggio portiamo in piazza i nostri interessi

di Rete NoPonte

Non c’è alcun dubbio ormai che i lavori di messa in sicurezza dei paesi colpiti dalle frane il 1° ottobre 2009 sono a rischio per carenza di finanziamento. Stessa sorte tocca agli interventi necessari nelle località interessate dall’alluvione del 1° marzo 2011. In una città e in una provincia che hanno bisogno
di un generale ripensamento del modello sviluppo, tocca far fronte alle urgenze. Leggi il seguito di questo post »

Ricorsi al Tar

In relazione alla questione ricorsi dei ricercatori universitari, si ritiene possa interessare che è iniziata presso lo studio Saitta (Via F. Bisazza, 14, Messina, tel. 090 770227) la raccolta dei mandati per il ricorso da proporre al TAR contro il blocco degli scatti.

Gli avvocati Antonio e Fabio Saitta segnalano che lo studio è aperto dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,30 e che le adesioni si chiuderanno venerdì 15.

Nel sito dello studio (www.studiolegalesaitta.it) si trovano i chiarimenti tecnici e l’indicazione della documentazione occorrente.

Anno Europeo del Volontariato e 150 anni dell’Unità d’Italia

Concorso Cesv per i giovani entro il prossimo 31 maggio
Il Centro Servizi per il Volontariato di Messina, in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia e del 2011 Anno Europeo del Volontariato, promuove un concorso per giovani, dal titolo  “…Make a difference!  Giovani, volontariato e creatività… per comunità giuste e solidali!” Leggi il seguito di questo post »

Lombardo nei guai, Pd incerto “Alleanza da riconsiderare”

“I provvedimenti della Procura della Repubblica di Catania, recentemente assunti nell’ambito dell’inchiesta denominata ‘Iblis’, suscitano preoccupanti interrogativi che, al di là degli sviluppi giudiziari, investono il ruolo istituzionale del presidente della Regione siciliana. Questi fatti richiedono una riconsiderazione della situazione politica nel governo della Regione e della iniziativa del Pd”. A dichiararlo in una nota congiunta il segretario nazionale del Pd, Pier Luigi Bersani e quello regionale, Giuseppe Lupo. “A tal fine – concludono – saranno convocati a breve gli organismi dirigenti siciliani con la partecipazione della segreteria nazionale”.
Leggi il seguito di questo post »

Referendum: per l’acqua pubblica e contro il nucleare

Referendum acqua e nucleare

FINANZIARIA: DE LUCA, ARMAO-MANDRAKE NON CI SALVERA’ DAL DISSESTO

“Siamo in pieno dissesto finanziario, senza una profonda operazione-trasparenza, l’assessore all’Economia Armao non riuscirebbe a salvare la Sicilia neppure se diventasse Mandrake”. Lo ha detto Cateno De Luca, deputato regionale e leader di “Sicilia Vera”, nel corso di una conferenza stampa all’Ars su bilancio e finanziaria. “Il governo deve ammettere che siamo in una situazione debitoria straordinaria, solo così si possono chiedere sacrifici – ha aggiunto – Se non c’é trasparenza, non si può dire ai siciliani di stringere la cinghia. In assenza di chiarimenti, presenterò un blocco di emendamenti per evitare di far massacrare enti locali, formazione e forestali”. De Luca ha poi fatto riferimento alla trattativa sul possibile utilizzo dei fondi Fas nell’ambito del ripianamento dei debiti della sanità.

Leggi il seguito di questo post »

Golfo di Augusta sempre più a rischio Chernobyl-Fukushima

di Antonio Mazzeo

Gli abitanti del polo chimico e petrolifero di Augusta-Melilli-Priolo, in provincia di Siracusa, sanno di vivere in una delle aree più a rischio e inquinate d’Italia. Lo chiamano giustamente il “golfo della morte”. Alle spalle, le grotte e le cave naturali dei monti Climiti, per decenni depositi delle armi chimiche in dotazione alle forze armate italiane e statunitensi. Sulla costa, selve di ciminiere, raffinerie e oleodotti: hanno avvelenato le acque e i fondali con arsenico, mercurio, metalli pesanti, diossine, idrocarburi e scorie cancerogene. Infine il porto, uno dei più grandi d’Italia, 6,8 km di pontili dove si movimentano annualmente oltre 31,5 milioni di tonnellate di prodotti petroliferi. Un’area del complesso è off limits: serve per gli attracchi delle unità della marina militare impegnate nei pattugliamenti del Canale di Sicilia e per rifornire di carburante e munizioni la VI Flotta USA e le navi da guerra degli alleati NATO. Con la guerra alla Libia il via vai militare si è fatto ancora più intenso ed è sempre meno raro osservare nel golfo le minacciose sagome dei sottomarini nucleari delle classi “Ohio” e “Los Angeles” della US Navy, quelli che hanno sferrato gli attacchi con centinaia di missili da crociera “Tomahawk” all’uranio impoverito. Presenze dall’insostenibile impatto ambientale che mettono ancora più a rischio la sicurezza e la salute della popolazione, ignara – stavolta – di convivere a fianco di reattori simili a quelli della famigerata centrale di Chernobyl.

Leggi il seguito di questo post »

Lady Gaga, scivolone in diretta: il video

Lady Gaga si è prodotta in un capitombolo imbarazzante sul palco durante la tappa di Houston del suo Monster Ball Tour, ieri.

La neo-regina del pop, in calze a rete e stivali alti, era saltata dal pianoforte con l’intenzione di atterrare sul sedile, che invece si è ribaltato mandandola schiena a terra e terga all’aria.

La cantautrice di origini italiane, che ha battuto la testa sul pavimento, sembra non aver riportato seri danni e si è rialzata subito per riprendere lo show, ma per qualche secondo è apparsa molto stordita.

(Fonti: Ansa.it e Youtube.com)

Pallacanestro: giocatori dipinti di nero contro il razzismo

Il prossimo fine settimana i giocatori dei campionati di basket, a partire dalla A, si tingeranno la pelle di nero in solidarietà con Abiola Wabara, cestista di colore colpita da insulti razzisti.

Lo ha deciso la Federbasket, lanciando la campagna ‘Vorrei la pelle nera’.

L’invito a colorarsi di nero è rivolto anche ai tifosi.

(Ansa)

Calcio, Champions: Leonardo, Stasera dalla mia Inter mi aspetto 4 gol

All’Inter non serve un miracolo ma una vittoria con quattro gol di scarto, come accaduto tante volte sui campi di calcio. Non un rito sciamanico ma la concretezza che serve per fare la partita perfetta, domani sera (stasera, n.d.r.) contro lo Schalke 04, vittorioso a ‘San Siro’ per cinque reti a due. Difficile come impresa ma, come dice Moratti, irresistibile e affascinante allo stesso tempo.

Leonardo invita a dare una scorsa agli almanacchi del calcio: in quelle pagine si trova traccia di precedenti che potrebbero riscaldare i cuori nerazzurri. Eventi storici, ribaltoni imprevedibili, goleade: in novanta minuti tutto può davvero accadere. Leonardo, allenatore dell’Inter, arriva trafelato nella sala stampa dell”Arena AufSchalke’, dove è atteso dai cronisti italiani e stranieri per la conferenza stampa di vigilia della partita di ritorno dei quarti di finale di ‘Champions League’, alle 20.45 contro i tedeschi dello Schalke 04. Leggi il seguito di questo post »

‘ndrangheta, Reggio Calabria: arrestato pericoloso latitante

Si è conclusa dopo poco più di un anno la latitanza di Francesco Restuccia, 42 anni, legato al clan Alvaro di Cosoleto, che è stato condannato a 14 anni di reclusione. Restuccia era ricercato dal 2009: era stato arrestato nel 2008, con altre 7 persone per un traffico internazionale di droga, in sinergia tra ‘ndrangheta e camorra.

L’anno dopo ottenne i domiciliari, per motivi di salute, ma il giorno dopo il ricovero, evase. Il traffico era gestito dagli Alvaro con il clan Di Lauro di Napoli. (Ansa, 13 aprile)

Mafia, delitto Rostagno: Roveri, quella sera nessuno mi fece domande

”Per la prima volta mi viene offerta la possibilità di dire ciò che ho visto”.

Lo ha detto Chicca Roveri, compagna di Mauro Rostagno, deponendo in aula come teste al processo sull’omicidio del giornalista e sociologo ucciso a Valderice (TP) il 26 settembre ’88. La Roveri ha detto che ”la sera del delitto sono stata per tre ore nella caserma dei carabinieri, senza che nessuno mi rivolgesse alcuna domanda e ha parlato di un ”incontro informale” con l’allora procuratore capo di Trapani, Antonio Coci, ”che non verbalizzò nulla e mi chiese di non parlare con nessuno del nostro appuntamento”. (Ansa, 13 aprile)

Alcohol Prevention Day 2011: secondo l’ISS stabile il consumo di alcol, ma cresce l’abitudine a bere fuori pasto ed i giovani sono sempre più a rischio

di Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello Sportello dei Diritti” 

Il 7 aprile scorso è stata la ‘Giornata della prevenzione contro l’alcol’ o, per dirla all’inglese, ‘Alcohol Prevention Day’, promosso dall’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con SIA, AICAT ed Eurocare e con il supporto del Ministero della Salute.

La necessità di una giornata dedicata ai rischi del consumo di alcol, secondo il sottoscritto, nasce certamente dai pericoli per la salute dei cittadini fotografati dai dati che l’ISS ha elaborato, illustrando una situazione italiana che, se da una parte denota una stabilizzazione dei consumi negli ultimi dieci anni, dall’altra dimostra un progressivo cambiamento nelle abitudini dei nostri connazionali. Leggi il seguito di questo post »

Vertenza Messinambiente

Dopo il sit in dei lavoratori della Messinambiente davanti alla sede dell’ATO, organizzato dalla Funzione pubblica della Cgil di Messina, questa mattina in via Cavalieri della Stella, la situazione relativa agli stipendi sembra essersi sbloccata. Ruggeri si è infatti impegnato a saldare le retribuzioni entro 48 ore. Per la Fp Messina resta ora il nodo, serio e problematico, del bando di gara. Venerdì prossimo infatti, proprio Ruggeri è stato convocato dall’assessore regionale Marino, ex prefetto di Messina, proprio per avere chiarimenti sul bando di gara, così come era stato richiesto dalla FP Cgil durante un precedente incontro con Marino. Per la Fp Messina sono tre infatti i punti nodali della questione:
Leggi il seguito di questo post »