Cantami o Lory del pelide Silvio

di Andrea Scanzi – MicroMega

Finalmente Silvio Berlusconi ha capito i suoi errori, li ha ammessi e se ne è liberato. Dopo le volgarità a Lampedusa e la barzelletta sulla mela vulvica, ha subito abbassato il tiro. Per la premiazione universitaria di Campus Mentis a Palazzo Chigi, ha promesso alle studentesse più avvenenti un invito al Bunga Bunga; consigliato il suo medico a un ragazzo calvo (per essere ancora più calvo, si presume); e raccontato una barzelletta monumentale, che ha palesemente trascinato le masse. Leggi il seguito di questo post »

I tedeschi non cominciarono subito ad ammazzare gli ebrei

di Riccardo Orioles

Prima dichiararono che non erano cittadini come gli altri, e anzi probabilmente neanche esseri umani. Poi cominciarono a vessarli in tutti i modi, cogliendo qua e là le occasioni per estorcergli del denaro. Nel 1933, “per ragioni di ordine pubblico”, istituirono dei “campi di raccolta” (Konzentration Lager) che presto, per brevità, cominciarono a essere chiamati semplicemente “campi” (Lager). Leggi il seguito di questo post »

La famiglia tana di vipere

di Francesco Saija

Per il cartellone “La casa degli artisti” è andata in scena alla sala “Laudamo”, dall’8 al 10 aprile, la commedia “456” per la regia di Mattia Torre. In un luogo dell’Italia meridionale, in una valle di 456 ettari, vive una famiglia composta da tre persone: il capofamiglia, la moglie e il figlio di 19 anni malportati. Il titolo del lavoro teatrale è proprio “456”. Leggi il seguito di questo post »

Ancora una protesta dell’ orchestra del teatro “Vittorio Emanuele”

di Francesco Saija

Il 7 aprile ha avuto luogo il concerto sinfonico dell’orchestra del teatro “Vittorio Emanuele”. Ancora una volta i professori dell’orchestra sono stati costretti, sostenuti dai sindacati, a protestare per il fatto che ancora il consiglio di amministrazione del teatro non ha inviato alla regione la pianta organica dell’orchestra. I musicisti continuano ad essere dei precari con grave disagio per le famiglie e per l’orchestra stessa. Leggi il seguito di questo post »

Cinema: Al Festival di Cannes, Palma d’Oro alla carriera a Bernardo Bertolucci

Palma d’Oro onoraria a Bernardo Bertolucci per il complesso della sua opera. Il regista italiano è il terzo regista nella storia del festival di Cannes a ricevere un riconoscimento simile: nel 2002 era toccato a Woody Allen, nel 2009 a Clint Eastwood ma la novità, da quest’anno, è che il premio verrà istituzionalizzato e attribuito a ogni edizione.

“La qualità dei suoi lavori, che appare oggi in tutta la sua unicità e vastità, la forza del suo impegno e i legami che li uniscono, rendono Bertolucci il primo legittimo destinatario della Palma d’Oro onoraria”, hanno dichiarato in una nota Gilles Jacob e Thierry Fre’maux, rispettivamente presidente e direttore del ‘Festival di Cannes’.  

La cerimonia di premiazione è in calendario mercoledì 11 maggio, alla presenza del presidente di Giuria Robert De Niro che aveva lavorato con Bertolucci in ‘Novecento’. Tra i film più celebri del regista si ricordano ‘Il conformista’ (1970), ‘Ultimo tango a Parigi’ (1974) e ‘L’ultimo imperatore’ (1987). Leggi il seguito di questo post »

“CON CRISTO SULLE STRADE DELLA SPERANZA” VIA CRUCIS ITINERANTE A GIAMPILIERI

Giampilieri © Sostine Cannatadi don Giuseppe Lonia (Direttore dell’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali)

Mercoledì 13 aprile, alle ore 18.30, la Consulta delle Aggregazioni Laicali organizza per le vie di Giampilieri Superiore (ME), luogo carico di significati umani e spirituali, una Via Crucis itinerante, dal tema “Con Cristo sulle strade della speranza”. Sarà presieduta dal Vicario Generale, Mons. Carmelo Lupò. Leggi il seguito di questo post »

Giappone: il sisma di oggi provoca almeno due morti

Due morti, un disperso e diversi feriti sono il bilancio del sisma di magnitudo 7.0 (rivisto dal 7.1 preliminare) che questo pomeriggio si è registrato nel nordest del Giappone, alle ore 17.16 locali (le 10.16 in Italia). La scossa, di intensità 6- sulla scala nipponica di 7, ha causato un allarme tsunami, lanciato dalla Japan Meteorological Agency (Jma) che però lo ha ritirato poco dopo. (Ansa, 11 aprile)