L’università accerchiata

di Stefano Zoja – Altreconomia

Ricerca, immobili, finanziamento agli studenti: l’uso privatistico degli atenei è già realtà da molto tempo. La riforma Gelmini arriva a completare l’opera.

Un ufficio contratti, una segreteria, persino un’esperienza in cassa, a battere scontrini. Leggi il seguito di questo post »

Aiutarla, mobilitiamoci

di Stephanie, Pascal, Alice, Ricken, Rewan, Mohammad e il resto del team di Avaaz

Lo scorso sabato una giovane donna avvocato di nome Iman al-Obeidi ha fatto irruzione in un hotel di Tripoli e ha pregato i giornalisti stranieri di aiutarla, mostrando le sue ferite e denunciando che era stata violentata da 15 uomini di Gheddafi. Ha continuato a urlare mentre alcuni agenti di Gheddafi la portavano via, e da allora nessuno l’ha più vista. Leggi il seguito di questo post »

“I volti e le storie del Risorgimento italiano”

Il risorgimento è la storia di una nazione ma soprattutto la storia di persone che hanno contribuito a crearla. Chronica Mundi vorrebbe ospitare articoli che raccontino come le diverse anime del Risorgimento hanno preso parte al percorso che ha portato all’Italia unita.

I manoscritti inviati non devono essere mai stati pubblicati in nessuna lingua e non devono essere stati sottoposti ad alcuna rivista per l’eventuale pubblicazione. Leggi il seguito di questo post »

Calcio, l’Inter non c’é più: in Champions lo Schalke dilaga, 5-2

Harakiri Inter.

Lo Schalke 04 infligge una dura sconfitta ai nerazzurri vincendo a ‘San Siro’ 5-2 nell’andata dei quarti di ‘Champions’.

Eppure era cominciata bene con un gol-capolavoro di Stankovic al 1′. Pareggio dei tedeschi al 17′ con Matip, nuovo vantaggio nerazzurro con Milito al 34′ e altro pareggio al 40′ con Edu.

Nella ripresa i nerazzurri sbagliano tanto in attacco ma è la difesa a perdere la testa: lo Schalke affonda con Raul al 53′, autorete di Ranocchia al 57′ e rigore di Edu al 75′.

(Ansa, 5 aprile)

Una breve riflessione su due temi

di Franco Providenti

La situazione nazionale ci suggerisce una breve riflessione su due temi: l’attuale stato di “guerra” e l’”immigrazione clandestina”.

Sul primo tema è necessario richiamare l’articolo 11 della Costituzione che stabilisce: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni”. Leggi il seguito di questo post »

Quella portaerei, di nome Sicilia

di Antonio Mazzeo

I marines di Sigonella, l’aviazione italiana di Trapani, i depositi di munizioni di Augusta, gli hangar di Pantelleria e i centri radar e logistici sparsi per l’isola. Ecco le infrastrutture e le armi usate nelle operazioni militari in Libia.

Tre scali aerei, i porti, numerose postazioni radar, depositi di munizioni e carburante. Leggi il seguito di questo post »

LA CUB CONTRO LA BARZELLETTA

Sulle vicende del Consorzio Autostrade Siciliane, continuano ad essere pubblicate sulla stampa dichiarazioni infondate e fuorvianti, anche da parte di alcuni deputati regionali che evidentemente mostrano di non conoscere a fondo la materia, prova ne sia che l’emendamento di legge dagli stessi proposto è stato cassato dalla legge regionale sulla semplificazione per l’intervento del prefetto Aronica, Commissario dello Stato. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Lavoro. Leave a Comment »