Il diritto ad uno stato di diritto. Dimissioni immediate di Mubarak

Noi, professori e ricercatori italiani studiosi del Medio Oriente in istituzioni universitarie italiane e straniere, manifestiamo la nostra vicinanza ai popoli tunisino, egiziano, e agli altri popoli arabi che chiedono di porre fine allo stato di polizia in cui hanno vissuto negli ultimi decenni e di poter vivere in uno stato di diritto a tutti gli effetti.

Noi, sulla base delle nostre ricerche e del costante contatto con colleghi e scrittori che vivono nella sponda sud del Mediterraneo, riteniamo che il potere incontrollato delle forze di polizia e la corruzione crescente delle istituzioni statali siano alla base del profondo senso di frustrazione di quelle popolazioni, e che la perdita di credibilità della politica abbia contribuito tra l’altro ad alimentare l’estremismo religioso. Leggi il seguito di questo post »

Compostaggio

di Beniamino Ginatempo – QdS

La frazione umida dei rifiuti solidi urbani è il problema principale dello smaltimento dei rifiuti. È esattamente questa la parte che marcisce, puzza e trasforma gli altri materiali riusabili, recuperabili e riciclabili (il secco) in immondizia (rifiuti indifferenziati), dalla quale è difficile e costoso separare la roba ancora utile. Leggi il seguito di questo post »

Calcio, posticipo di serie A: Inter-Roma 5-3

Magnifica partita a ‘San Siro’: i nerazzurri salgono a 44 punti con una gara da recuperare. I gol: la squadra di Leonardo in rete al 3′ con Sneijder, pari di Simplicio al 13′, poi al 35′ Eto’o porta nuovamente in vantaggio la squadra di Leonardo. Al 63′ ancora il camerunese a segno dagli undici metri per un fallo di Burdisso (espulso) su Pazzini. Al 71′ in rete il neo-azzurro Thiago Motta, al 75′ a segno Vucinic. All’81 Loria buca Julio Cesar, al 90′ Cambiasso chiude i giochi.

(LaGazzettadellosport.it – Foto: Repubblica.it)

Incendio in campo Rom, muoiono quattro bimbi

In una baracca sulla via Appia Nuova. Alemanno: ‘Via da Roma i maledetti insediamenti abusivi’

ROMA  – Quattro bambini sono morti in un incendio divampato in una baracca in un campo Rom abusivo a Roma. Secondo quanto si apprende l’incendio si è verificato in un insediamento sulla via Appia Nuova.
I quattro bimbi deceduti hanno in dettaglio 3, 5, 7 e 11 anni. Rintracciate quattro persone che mancavano all’appello.

Leggi il seguito di questo post »

La Sicilia della religiosità popolare

di Citto Saija

Il fotografo Giovanni Irrera

Nella mostra fotografica che si è svolta, dal 29 gennaio al 5 febbraio, presso la galleria “Orientale sicula”, Giovanni Irrera, noto fotografo messinese, ci ha mostrato uno spaccato importante sulle feste della tradizione religiosa popolare in Sicilia. Già in altre mostre Irrera ha presentato, attraverso significativi sguardi fotografici, le feste della tradizione dell’area messinese e in particolare di quella peloritana.

Gli scatti fotografici, presentati su grandi pannelli, in bianco e nero e a colori, percorrono un itinerario che tocca alcuni centri importanti della Sicilia per quanto riguarda la religiosità popolare. Leggi il seguito di questo post »

Il Gregario: dal quotidiano alla macrostoria

di Francesco Saija

Alla sala “Laudamo”, all’interno del cartellone “Paradosso sull’Autore” diretto da Dario Tomasello, è stata presentata la bellissima pièce “Il Gregario” di Sergio Pierattini. In circa un’ora di spettacolo dal ritmo incalzante e coinvolgente i due attori Alex Cendron e Sergio Pierattini (anche autore e regista) hanno fatto rivivere agli spettatori un momento della storia del nostro Paese muovendo da un episodio di microstoria.

La pièce è ambientata nel 1946, nell’estate durante il primo giro d’Italia del dopoguerra tra la povertà e i sogni di un mondo nuovo dopo l’immane catastrofe. Leggi il seguito di questo post »

Assange, nuovi scottanti documenti sull’Italia

Julian Assange annuncia al Tg3 che “nelle prossime settimane WikliLeaks pubblicherà una grande quantità di nuovi scottanti dcoumenti sull’Italia”. Il contenuto della nuova tornata file sull’Italia, spiega Assange, sarà su “economia, politica, casi di corruzione”. “Berlusconi dovrebbe preoccuparsi?”, chiede il reporter del Tg3. “Credo che Berlusconi ed altri dovrebbero prestare molta attenzione a che la loro vita privata corrisponda a quella pubblica”, risponde criptico Assange .