Operazione “Icaro-Romanza”, due presunti boss tornano in carcere

MESSINAI carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di sei persone condannate lo scorso 25 gennaio dalla Corte d’assise d’appello nel proceso nato dall’operazione antimafia “Icaro-Romanza”. In carcere tornano Marcello Coletta, 32 anni e Carmelo Crinò, 63 anni, condannati rispettivamente a 9 anni di reclusione per associazione mafiosa e tentata estorsione e a 9 anni e sei mesi per estorsione.

La “confessione” del pm all’Inaugurazione dell’anno giudiziario 2011 a Trento

di Sostine Cannata

Il pm Pasquale ProfitiPasquale Profiti, pm a Trento, è intervenuto all’apertura dell’anno giudiziario 2011, nella veste di Presidente Distrettuale dell’ANM per il Trentino Alto Adige, con un’articolata “confessione pubblica”, che ha preso il via dalle due espressioni: “Sono un magistrato italiano ed oggi rappresento molti altri magistrati, come me.” e poi “A nome mio ed a nome loro, oggi, finalmente, confessiamo”.

Il discorso del pm Profiti è una risposta più che dovuta agli innumerevoli attacchi che il Presidente del Consiglio italiano e i suoi accoliti lanciano costantemente verso uno dei tre fondamentali poteri istituzionali del paese. Pasquale Profiti non è certo uno che le manda a dire e perciò ci pare importante che il testo integrale del suo intervento possa essere conosciuto anche dai nostri lettori. Leggi il seguito di questo post »

“Un water di troppo” a Maregrosso

Qualche messinese, more solito, non è d’accordo con il lavoro di bonifica e di recupero dell’affaccio a mare portato avanti in questi mesi, nella zona di Maregrosso, dall’assessore comunale alle Manutenzioni Pippo Isgrò. E proprio nella zona, non molto lontana dal centro cittadino, alcuni cittadini hanno manifestato (con un water) il proprio pensiero circa l’impegno del componente della Giunta Buzzanca per il risanamento, guarda caso, del… water front!

Foto: Enrico Di Giacomo

Agguato nell’Agrigentino, ancora grave bimbo di 6 anni

Sono ancora gravi le condizioni del piccolo Salvatore, 6 anni, ferito ieri sera in un agguato a Sant’Elisabetta, nell’entroterra Agrigentino. Il bimbo viaggiava in auto insieme allo zio, Carmelo Marotta, di 30 anni, e al fratello maggiore Vincenzo, di 16, quando da un’altra vettura che si è affiancata sono partiti alcuni colpi di fucile. Il bimbo, ferito alla testa, è stato operato ad Agrigento e poi trasportato a Palermo, mentre il fratello e lo zio sono rimasti feriti di striscio. Le vittime dell’agguato sono parenti del boss Salvatore Fragapane. (Ansa, 31 gennaio)

Cisl: Incarichi esterni al Comune di Barcellona Pozzo di Gotto

“Non si può assolutamente accettare la scelta dell’Amministrazione Comunale di Barcellona Pozzo di Gotto, di conferire l’incarico a ben 11 professionisti per procedere alla catastazione di 60 unità immobiliari comunali, per una spesa di 150 mila euro circa”. Lo denuncia il segretario generale della Cisl Fp Calogero Emanuele che ha scritto al sindaco di Barcellona e alla Procura della Corte dei Conti di Palermo. “Il paradosso – afferma Emanuele – è che gli stessi dirigenti comunali dichiarano di non avere personale disponibile ne di essere in grado di poter eseguire tali attività. Un paradosso, proprio perché i dirigenti percepiscono lauti compensi per attività gestionali oltre quelli dovuti per progettazioni interne ed è certo che ci sono le giuste professionalità interne, basti pensare che le figure a cui è stato conferito l’incarico sono Geometri, Architetti e Ingegneri. Non è pensabile che in un grande Ente non esistano tali figure”.
Leggi il seguito di questo post »

MATURITA’ E YOUTUBE: LATINO AL CLASSICO, MATEMATICA ALLO SCIENTIFICO

di Sostine Cannata

Rullo compressoreIl Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini annuncia via Youtube le materie oggetto degli Esami di Stato 2010/2011. Come se, piuttosto che di un fatto ordinario, si trattasse di qualcosa dovuto alla sua persona e alla sua capacità riformatrice di ministra. Cosìcchè il latino al classico, la matematica allo scientifico, la lingua straniera al linguistico e il resto, vengono comunicate agli studenti del quinto anno da una mamma, mamma virtuale, ma pur sempre mamma. Leggi il seguito di questo post »

4.500 tra falsi invalidi e finti poveri

Quasi 4.500 tra falsi invalidi e finti poveri: li ha scoperti nel 2010 la GdF. I truffatori hanno usufruito di aiuti dello Stato, sotto forma di borse di studio, contributi per l’affitto e altri sussidi pur non avendone alcun diritto. Finti poveri che chiedevano un contributo per pagare l’affitto ma guidavano auto lussuose, proprietari di appartamenti di pregio che chiedevano buoni per la mensa scolastica, commercianti che chiedevano l’esenzione dal ticket sanitario pur possedendo 90 immobili.

Copertura torrente Trapani, oggi l’avvio dei lavori

Messina – Il progetto, oltre il risanamento e la copertura del torrente,  prevede anche la realizzazione, nei lati lunghi dei marciapiedi esistenti, di 29 stalli per parcheggio auto. Il dipartimento mobilità urbana e viabilità ha disposto, per oggi,  la chiusura al transito veicolare della corsia nord di via Trapani, nel tratto compreso tra le vie Boner e Garibaldi, e di via Colapesce, nel tratto compreso tra le vie Legnano e Trapani, per un periodo di quattro mesi. Stamane il sindaco effettuerà un sopralluogo prima dell’inizio dei lavori.  Gli interventi, disposti dall’assessore ai lavori pubblici, Gianfranco Scoglio, erano stati approvati dalla giunta Buzzanca il 12 marzo 2009 e la loro durata è prevista in 365 giorni dalla data di consegna.

Lieve scossa nel distretto sismico dei monti Peloritani

Scossa di magnitudo 2.1 in provincia di Messina. Il sisma e’ stato registrato nella notte, 41 minuti dopo l’una, nel distretto sismico dei Monti Peloritani. Il terremoto e’ stato localizzato dagli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia a una profondita’ di circa sei chilometri, interessando, in particolare, i comuni di Basico’, Falcone, Furnari e Mazzarra’ Sant’Andrea. Non sono stati segnalati danni a cose o a persone.

Sicilia: Regione dice no ad albergo in nuovo porto di Siracusa

Siracusa (Adnkronos) – La Regione Siciliana ritiene nulla l’autorizzazione data dalla Sovrintendenza alla realizzazione di un albergo nel costruendo porto privato, a Siracusa. Il governatore Raffaele Lombardo, intervenendo ad un convegno organizzato dal suo partito, Mpa, ha ricordato il disastro provocato dall’alluvione dell’ottobre 2009 che colpi’ il Messinese. “Senza quell’ammasso di cemento si sarebbe evitato il sacrificio umano nello scempio del territorio”. Il direttore del dipartimento regionale dei Beni culturali Gesualdo Campo, a proposito dell’albergo ha sottolineato che “noi siamo certi che non si puo’ fare. E’ forse anche illecita l’approvazione del progetto. Siamo stati investiti da una interrogazione parlamentare, abbiamo chiesto le contro deduzioni alla Sovrintendenza e trovato conferma che si e’ permesso di autorizzare illegittimamente questo albergo in conferenza dei servizi. Quegli atti per noi sono nulli ed illegittimi”.

Gossip: la showgirl Belen é incinta?

Belen incinta?

Sarebbe questa la motivazione della mancata presenza di Belen Rodriguez alla conferenza stampa di presentazione del ‘Festival di Sanremo’?

E’ quanto ipotizza durante la puntata di ieri della trasmissione televisiva ‘Domenica In’ – ‘L’Arena’ in onda su Rai1, Massimo Giletti a proposito dell’assenza della showgirl argentina, alla conferenza di presentazione della kermesse sanremese.

Gianmarco Mazzi, direttore artistico del Festival, raggiunto telefonicamente in diretta dal conduttore, ha preferito non rispondere e ha riagganciato il telefono.

(Ansa)

Calcio, posticipo di serie A: la Juve perde in casa anche con l’Udinese

Nel posticipo della 22^ giornata di campionato di Serie A, la Juventus cade in casa contro l’Udinese. Finisce 1-2, dopo il momentaneo vantaggio della squadra di Delneri, passata al 60′ con una prodezza di Marchisio.

Sette minuti dopo rispondono i friulani che, con con un gol del difensore Zapata, raggiungono il pareggio. La parola fine alla partita la mette Sanchez, che all’85’ firma la rete della vittoria. Per la Juventus, ora 7^ in classifica scavalcata proprio dall’Udinese, è sempre più crisi. (Ansa, 30 gennaio)

Tre arresti per terrorismo nel Catanzarese

Dopo mesi di intercettazioni e pedinamenti, la polizia sta eseguendo, in provincia di Catanzaro, tre ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di immigrati islamici, accusati di addestramento al terrorismo internazionale. La Questura di Catanzaro e la Polizia postale di Roma stanno anche effettuando numerose perquisizioni nei confronti di altre persone indagate. I presunti terroristi coinvolti appartengono alle comunità islamiche delle zone di Catanzaro e Lamezia Terme. (Ansa, 31 gennaio)

Caso Ruby: Minetti sentita dai pm di Milano

Convocazione a sorpresa del consigliere regionale

I pm di Milano hanno interrogato oggi a sorpresa la consigliera regionale Nicole Minetti nell’ambito dell’inchiesta sulle feste ad Arcore. La convocazione della Minetti era in origine prevista per martedì alle 18,30, ma gli inquirenti l’hanno anticipata ad oggi per evitare clamore mediatico.

Leggi il seguito di questo post »

Spari da auto, grave bimbo di 6 anni nell’agrigentino

Il piccolo, che era con gli zii di 16 e 30 anni, è stato portato e operato all’ospedale S. Giovanni di Dio di Agrigento

AGRIGENTO  – Un’auto si è affiancata a una vettura nella campagne di S. Elisabetta, nell’Agrigentino, esplodendo colpi di fucile e ferendo gravemente un bambino di 6 anni che era in auto con gli zii di 16 e 30 anni, rimasti lievemente feriti. Il bimbo è stato subito portato e operato all’ospedale S. Giovanni di Dio di Agrigento e quindi trasportato in elisoccorso a Palermo.
Secondo il racconto dei feriti, i fratelli Vincenzo e Carmelo Marotta, di 30 e 16 anni, che erano in auto con il nipote di 6, un’auto ha superato una colonna di macchine che faceva ritorno da una scampagnata nelle campagne di S. Elisabetta ed ha affiancato quella in cui si trovavano i tre, esplodendo colpi di fucile. I feriti sono arrivati al pronto soccorso dell’ospedale di Agrigento, dove le condizioni del bambino sono subito apparse gravi, tanto che dopo l’intervento chirurgico i medici hanno deciso di trasferirlo a Palermo.