Calcio, anticipo di serie A: Lazio-Fiorentina 2-0

Una doppietta di Kozak nel secondo tempo decide il primo anticipo della 22^ giornata del campionato di Serie A. La Lazio batte la Fiorentina 2-0 all’Olimpico, grazie alle due reti dell’attaccante ceco.

Il primo gol è arrivato al 24° della ripresa. Un fallo in area di Kroldrup è costato un rigore ai ‘Viola’. Il raddoppio due minuti dopo, quando Kozak insacca di testa su cross di Sculli.

(Ansa, 29 gennaio)

Calcio, anticipo di serie A: Catania-Milan 0-2

Cuore e determinazione sono le armi in più del Milan che va in fuga in vetta alla classifica. I rossoneri, in dieci per l’espulsione di Van Bommel a inizio ripresa, vincono a Catania grazie a Robinho ed Ibrahimovic, per un pesantissimo 2-0.

Simeone, alla prima al ‘Massimino’ sulla panchina del Catania, schiera in avanti Mascara, Gomez e Maxi Lopez. Leggi il seguito di questo post »

Il surreale tramonto di Silvio Berlusconi

di Leonardo Mazzei (www.campoantimperialista.it)

Silvio Berlusconi ©NuovoSoldoCome l’impazzimento di un uomo rivela la crisi di un intero sistema politico

Scrivere di politica in questo inizio 2011 è diventato assai arduo. A che serve interrogarsi su strategie, tattiche, alleanze, programmi, se ad irrompere sulla scena sono i festini a “luci rosse”, con il contorno di una prostituzione elevata nella circostanza ad una sorta di occasione di “promozione sociale” della donna? Leggi il seguito di questo post »

Pignatiello (Pdci): Masi ad Annozero ha superato ogni limite

Masi Berlusconi“La telefonata ad Annozero di Masi? Una figura da servo sciocco. Giovedì Masi ha superato ogni limite. E’ la conferma del pericolo democratico che corre l’Italia. Urge un’attenta e seria vigilanza democratica. Masi, così come il premier, farebbe bene a lasciare: la situazione è ben oltre la soglia massima di allarme”.

Lo dice Alessandro Pignatiello, coordinatore della segreteria nazionale del PdCI-FdS, commentando l’intervento in diretta del dg della Rai ad Annozero

DANNI ALLA SALUTE UMANA PROVENIENTI DALL’INCENERIMENTO DEI RIFIUTI

di Rifiuti Zero Palermo

Stop al consumo di territorio

Sintesi

Vorremmo innanzi tutto chiarire che in codesta relazione usiamo volutamente il termine “inceneritore” dal momento che la dizione “termovalorizzatore”, con cui questi impianti sono comunemente indicati, è un termine di fantasia, che non trova riscontro nel resto d’Europa, dove tutt’al più impianti di questo tipo sono indicati col termine di “inceneritori con recupero energetico”. Leggi il seguito di questo post »

Riceviamo e pubblichiamo: Lettera aperta all’On. Raffaele Lombardo, Presidente della Regione Sicilia

Con la presente lettera le Associazioni indicate in calce si pregiano di ricordare, all’On. Governatore Lombardo, che gli impianti di smaltimento dei rifiuti solidi urbani che si basano sulla combustione (inceneritori, cementifici e forni) e quelli che operano in assenza di ossigeno, come pirolisi, dissociazione molecolare, torce al plasma e gassificatori, comportano emissioni di inquinanti spesso non presenti nei rifiuti come i cancerogeni organoclorurati (diossine, dibenzofurani, Pcb (policlorobifenili) e le altrettanto pericolose nano-particelle. Leggi il seguito di questo post »

CONCERTO DEL TRIO ALBATROS ALLA LIBRERIA CIRCOLO PICKWICK

ALLA LIBRERIA CIRCOLO PICKWICK, IN VIA GHIBELLINA 32 MESSINA, LUNEDI 31 GENNAIO 2011, ALLE ORE 19,00:
“COME MUSICA 2. RASSEGNA DI SONORITA` CONTEMPORANEE”, A CURA DELL`ASSOCIAZIONE MUSICALE PARTHENIA.
“TRIO ALBATROS”, FRANCESCO PARRINO (VIOLINO), STEFANO PARRINO (FLAUTO) E ANDREA MARANGONI (PIANOFORTE).

L’INGRESSO E’ LIBERO.

Sanita’: Fp Cgil, da assessore Sicilia ricetta 3 ‘T’ tagli, tasse e ticket

(Adnkronos) – ‘‘Tasse, ticket e tagli. L’assessore regionale alla Sanita’ ripropone sempre la stessa ricetta. Una ricetta esclusivamente economica che non fa i conti con i bisogni dei siciliani e dei lavoratori del settore”. Lo dicono in una nota il segretario generale di Fp Cgil Sicilia, Michele Palazzotto, e Renato Costa, segretario di Fp Cgil Medici. ”Siamo stati i primi a sostenere il governo nella politica di risanamento dei conti, ma il piano di riforma della sanita’ prevedeva l’avvio di alcune garanzie precise per i cittadini – aggiungono – come la medicina territoriale che non e’ mai partita, e per i dipendenti che invece continuano a pagare sulla propria pelle il peso delle tante inefficienze organizzative”.

Fiom: lo sciopero dei metalmeccanici è riuscito con un’adesione media superiore al 70%

Concluse le 18 manifestazioni regionali e le 4 manifestazioni provinciali della Fiom in occasione dello sciopero generale della categoria di ieri indetto dal sindacato metalmeccanici Cgil.

FIOMCortei, comizi e presidi si sono svolti con grande partecipazione in alcune dei principali capoluoghi del nostro Paese (Aosta, Torino, Milano, Bolzano, Padova, Udine, Genova, Perugia, Ancona, Lanciano, Bari, Cagliari), così come in centri contrassegnati dalla presenza di stabilimenti del gruppo Fiat o da altri stabilimenti del settore automotive (Massa, Cassino, Termoli, Pomigliano d’Arco, Melfi, Vibo Marina e Termini Imerese). Leggi il seguito di questo post »

Fornaio sta male, abitanti di Panarea senza pane

PANAREA (MESSINA) – I 350 abitanti dell’isola di Panarea, nell’arcipelago delle Eolie, sono rimasti senza pane. L’unica dipendente del panificio isolano si è ammalata; oggi quindi non è stato sfornato il pane per la piccola comunità eoliana.

Terremoti: scossa di 4.8 gradi Richter in Ungheria

Un’insolita scossa di terremoto di gradi 4.8 della scala Richter si è verificata stasera alle ore 18,41 in Ungheria. L’epicentro è stato localizzato 6 km a nord-est della città di Oroszlány, 33 km a nord-ovest della città di Székesfehérvár nella provincia di Komárom-Esztergom (Ungheria settentrionale) e a 54 km da Budapest. L’ipocentro individuato alla profondità di 16 km. Non sono finora giunte notizie di danni a persone o cose. Il sisma è stato avvertito in tutta l’Ungheria e quindi anche nella capitale Budapest. E’ durato dai 5 ai 10 secondi e ha fatto riversare in strada la popolazione spaventata.

Lida: “Rispettare i diritti degli animali… Anche se non votano!”

lida

di Francesco Carini

 

“No! Non lo fa nessuno!Il muro di omertà li fa sentire potenti!Denunciare, segnalare è un nostro diritto-dovere!Chiedere che la legge venga rispettata, fino a prova contraria, non è reato!
Chiunque non vuole segnalare diventa moralmente complice del male che viene deliberatamente inflitto a chi non può difendersi!”.

Così tuona Marina De Liguori, responsabile della LIDA (lega italiana dei diritti dell’animale) sezione di Patti, riguardo il disinteresse della popolazione e dei comuni, con eccezioni di amministrazioni come quelle di Brolo e Piraino, verso la tutela dei diritti degli animali. La lotta contro le violenze e contro l’indifferenza verso qualsiasi essere vivente,le campagne di adozione per cani e gatti, il rispetto della Legge quadro  281/91 e della Legge Regionale 15/2000 sono le battaglie più dure della LIDA, soprattutto dopo che l’assessore regionale Russo in una direttiva del2009 haulteriormente sottolineato che: la registrazione all’anagrafe, la microchippatura, la sterilizzazione ed il ricovero in rifugi adeguati spetta ai servizi veterinari delle AUSL, mentre la cattura dei randagi spetta ai sindaci. Circa venti volontari,che abitano sparsi fra Sant’Agata Militello, Torrenova, Capo d’Orlando, Patti e Milazzo hanno permesso all’associazione di non avere più una semplice realtà di paese, ma bensì una dimensione intercomunale. Essi si prendono attualmente cura di diciotto affettuosissime cagnette randagie o abbandonate, in attesa che vengano adottate. Ciò avviene a Torrenova, in un terreno dato in usufrutto gratuito dal legittimo proprietario. Qui, nonostante non sia un canile (messaggio recepito a stento da amministrazioni e cittadini), queste cagnette vengono trattate con il massimo delle cure e tenute sotto il presidio medico da alcuni veterinari che contribuiscono con visite,cure ed interventi chirurgici a prezzi ridotti. Una di queste è la piccola Brenda, la quale era stata trovata a Patti con il collo divorato dalle larve mentre accudiva i suoi cinque cuccioli. Brenda è stata curata ed i piccoli che sono sopravvissuti (quattro,di cui due sono già stati adottati) adesso stanno benissimo.  I diciotto cani sono stati segnalati alle ASP competenti ed ai comuni dove sono stati ritrovati. Per legge questi dovrebbero provvedere a portarli in un canile a norma, però alle comunicazioni dell’associazione non è seguita alcuna azione.

Marina De Liguori sostiene chela LIDApotrebbe fungere, attraverso degli stalli temporanei (progettati dall’architetto e volontario Marco Mannelli), da rifugio e da struttura di ricovero per cuccioli,cani malati e sterilizzati. Dal momento che le AUSL che sterilizzano sono solo quelle di Sant’Agata Militello e Messina (che si occupa anche della fascia ionica) e non hanno neanche posti di degenza; questi stalli sarebbero una manna dal cielo per l’associazione, per gli animali, per le ASP e per i comuni stessi, che risparmierebbero denaro e personale di servizio. Un’altra area a Patti dovrebbe servire alla realizzazione di 6 box e di un’area sgambatura per i cani, ma il mancato aiuto economico da parte delle istituzioni per la sistemazione del terreno (anch’esso in usufrutto gratuito) blocca tutto. Attualmente tutte le attività si svolgono con donazioni private ed autotassazioni dei singoli associati.

Parafrasando una frase di Gandhi, Marina de Liguori conclude: ”La grandezza di un’amministrazione comunale ed il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui essa tratta gli animali” ed aggiunge chela LIDAnon vuole far altro che far rispettare le leggi esistenti ed i diritti legittimi che gli animali hanno già… Anche se non votano.

Caso Ruby, migliaia di firme di poliziotti all’appello lanciato da Concita De Gregorio

Maccari: “Che come un fiume in piena lavino via l’onta che l’Italia è costretta a subire”.

www.grnet.it – Roma, 28 gen – «Una risposta che giunge da noi, uomini in divisa, può sembrare inappropriata, dal momento che la domanda di Concita De Gregorio era “dove siete ragazze?”. Ma, invece, sia concesso anche a noi rispondere, e forte. Sia concesso anche a noi dire che non ne possiamo più della squallida mercificazione delle donne che alcuni uomini pensano sia la regola, e che alcune donne, ahimè, assecondano come fosse la regola.

Leggi il seguito di questo post »

CASELLI A BERLUSCONI, “LA MISURA E’ COLMA”

(AGI) – Torino, 29 gen – “La misura è colma. Non la misura della nostra pazienza (l’impopolarità dei magistrati nelle stanze del potere è fisiologica e talora necessaria per una giurisdizione indipendente: la provarono in vita anche Falcone e Borsellino). Vicina al livello di guardia è la misura della compatibilità con le regole di convivenza istituzionale proprie di un sistema democratico”. E’ un passaggio del discorso del procuratore capo della Repubblica di Torino, Giancarlo Caselli, all’apertura dell’anno giudiziario. Discorso in cui ha citato direttamente il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che, ha detto Caselli, “ha sostenuto in un videomessaggio a reti unificate che i Pm devono essere ‘puniti’, mentre si preannunciano manifestazioni di piazza contro i ‘giudici politicizzati’ per il 13 febbraio”.

Leggi il seguito di questo post »

Ateo denuncia vescovo, abuso credulita’

Ancona, ex comandante vigili urbani chiede esame dna eucaristia

(ANSA) – ANCONA, 29 GEN – Somministrare l’ostia consacrata affermando che è ‘corpo di Cristo’ è abuso della credulità popolare. E per questo Dante Svarca, ex comandante dei vigili urbani di Ancona e membro dell’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti, ha presentato un esposto contro il vescovo mons. Menichelli. Svarca chiede che vengano acquisiti ‘campioni di ostia’ per procedere all’esame del Dna. Il vescovo non commenta l’episodio.