Lettere non fa parte del “sistema” universitario

Il 21 gennaio il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare la nomina dei componenti del Consiglio Direttivo dell’Anvur, l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca. Dall’insieme dei sette componenti nominati in via preliminare risulta che la vasta area delle discipline umanistiche impegnate nella formazione e nella ricerca, in termini rilevanti per numerosità e qualità, non fa parte del “sistema” universitario: quell’area, cioè, che da sempre si riconosce nell’istituzione delle Facoltà di Lettere e Filosofia, e che in larga parte è impegnata nella ricerca e nella formazione nei campi che riguardano il patrimonio e la memoria della storia e della cultura italiane. Leggi il seguito di questo post »

زوجة بن علي هرّبت 1.5 طنا ذهبا



فساد ليلى الطرابلسي ومحيطها وأقرباء بن علي كان سببا رئيسيا لثورة التونسيين (الفرنسية)
أفادت مصادر فرنسية بأن عائلة الرئيس المخلوع زين العابدين بن علي فرت من تونس حاملة معها طنا ونصف الطن من الذهب، وهو ما تفترضه المخابرات الفرنسية، التي تحاول فهم أسرار يوم الجمعة 14 يناير/كانون الثاني، الذى شهد رحيل الرئيس وأسرته وسقوط نظامه. Leggi il seguito di questo post »

PETIZIONE DI ATENEO PER LA COSTITUZIONE DELLA COMMISSIONE PER LO STATUTO

La legge Gelmini, approvata nel mese scorso, prevede che gli statuti degli
Atenei vengano riscritti, entro 6 mesi dalla sua entrata in vigore, da una
commissione composta da 12 componenti designati da Senato Accademico e Consiglio di Amministrazione (6 ciascuno), da
due rappresentanti degli studenti e dal Rettore che la presiede.
Consapevoli che la legge di riordino limita fortemente gli spazi di
partecipazione democratica alla vita dell’Ateneo per tutto il personale, con una
parziale salvaguardia dei soli Professori Ordinari, i sottoscrittori di questa petizione
ritengono che, nell’interessedell’Istituzione ed a salvaguardia della libertà di ricerca e
di insegnamento e dei principi di autonomia sanciti dall’art. 33 della Costituzione, il
nuovo Statuto dovrà riuscire a preservare al massimo gli spazi di democrazia
all’interno dell’Ateneo. Leggi il seguito di questo post »

Calcio: Pazzini é dell’Inter, sborsati oltre 12 milioni di euro

Giampaolo Pazzini è dell’Inter per oltre 12 milioni di euro. La Sampdoria avrebbe ottenuto anche il cartellino del centrocampista offensivo Jonathan Biabiany. Lo si apprende in ambienti genovesi vicini alla società blucerchiata. Giampaolo Pazzini in serata sarà a Milano e domani mattina sosterrà le visite mediche utili al suo trasferimento dalla Sampdoria all’Inter. L’attaccante dovrebbe firmare un contratto che lo legherà al club nerazzurro fino al 30 gennaio 2015. (Ansa, 27 gennaio)

Il PD e la raccolta delle firme per mandar via Berlusconi.

Ci vuol ben altro che una raccolta di firme, come intenderebbe fare il PD (ma a tutt’oggi nessuna iniziativa in tale senso è  stata intrapresa) , per allontanare Berlusconi dal governo; fino ad oggi non vi sono riuscite le Procure di mezza Italia, figuriamoci quanto il “cavaliere”  possa tener conto di questa ipotesi lontana.  Altro che prima repubblica: il clima è quello di fine impero!  Proprietario di tre reti televisive nazionali e con il controllo delle reti pubbliche, così come ha fatto nei giorni scorsi – anche con l’intrusione telefonica piena di contumelie  in programmi di approfondimento politico di altre reti televisive  – avrà sempre modo di difendersi davanti agli italiani accusando la magistratura e la sinistra di complotto nei suoi confronti; se ne infischia pure della pur timida presa di posizione del Vaticano, che fino ad oggi non ha mai fatto il pur minimo accenno ai suoi ripetuti scontri con altre istituzioni dello Stato per i propri interessi, mentre lo stesso Vaticano non ha perso occasione di criticare anche aspramente iniziative come la legalizzazione  delle unioni omosessuali, sulla procreazione assistita o sulle coppie di fatto, pecunia non olet! Leggi il seguito di questo post »

Mafia: morto il pentito Salvatore Cancemi

E’ morto il collaboratore di giustizia Salvatore Cancemi, uno dei più importanti pentiti della storia della mafia palermitana, primo componente della Commissione di Cosa Nostra a rompere i legami con le cosche.

Cancemi, 69 anni, ex capomafia di Porta Nuova, è deceduto per un ictus il 14 gennaio scorso – ma la notizia si è appresa solo ora – nella località protetta in cui viveva. Latitante per anni, a luglio del 1993 si costituì ai carabinieri, temendo per la sua vita dopo essere entrato in contrasto con il boss Bernardo Provenzano.

Messina: Questa sera, Conferenza alla Chiesa del Ringo sul tema “Il Laico”

Appuntamento culturale e religioso alle ore 19

Conferenza sul tema “Il Laico” nella restaurata Chiesa di “Gesù e Maria al Ringo”, stasera, giovedì 27 gennaio 2011, alle ore 19. La splendida Chiesa del XVI Secolo sita lungo il Viale della Libertà subito dopo l’imbarcadero dei traghetti privati, che è stata da poco restaurata, ospiterà l’importante incontro coordinato dal Parroco Don Pippo Principato. La conferenza sarà tenuta da Padre Michele Giacoppo.

Messina, Palacultura, Spettacolo musicale di beneficienza: “Francesca Ariosto, La voce… il pianoforte”

Incontro con la solidarietà: Sabato 29 gennaio, ore 17 e 30, Auditorium Palazzo della Cultura (V.le Boccetta), Messina  

Il ricavato delle offerte sarà devoluto alle

PICCOLE SUORE DEI POVERI (Via Emilia, 25 – Messina)

Per informazioni e ritiro degli inviti rivolgersi a Rosario Nicita, Tel. n. 328-2328034 E-Mail: nicitarosario@yahoo.it

Messina, Biblioteca Cappuccini: Presentazione libro di Foscarini

Intervolumina è lieta di invitarvi all’evento culturale che si terrà domani, 28 gennaio 2011, alle ore 17:30, presso la Biblioteca Provinciale dei Padri Cappuccini di Messina.
Il prof. Cosimo Cucinotta (Ordinario di letteratura italiana contemporanea Università di Messina) presenterà il volume:
“Un uomo possibile e altre poesie” di Sergio Foscarini. Interverranno Fabio Rossi e Chiara Cartaregia; modererà Giuseppe
Lipari, presidente di ‘Intervolumina’; intermezzi musicali di Sandra De Dominici.

Per ulteriori informazioni: ‘Intervolumina’ – Associazione Culturale, Viale Regina Margherita, 25, C/O Biblioteca Provinciale dei Cappuccini di Messina, Cell. n.  3274699359, Sito web: http://www.intervolumina.it, E-mail: info@intervolumina.it

Botte alla mula, condannato un fruttivendolo

PALERMO Condannato a due mesi di reclusione per aver maltrattato la sua mula: è questa la pena, sospesa, che la seconda sezione penale del Tribunale di Palermo ha inflitto al proprietario dell’animale usato per trasportare la frutta nel centro di Palermo. Secondo il racconto di alcuni testimoni che si sono rivolti alla Lav, la mula svenne in strada per l’inedia e fu percossa dal proprietario per farla rialzare. Quando la polizia giudiziaria, su richiesta della Lega anti vivisezione, andò dal proprietario per il sequestro, l’animale era stato venduto a soggetti mai individuati. Il proprietario della mula è stato condannato anche a risarcire la Lav quale parte offesa ed al pagamento delle spese processuali. “Una sentenza importante – dice la Lav – perché restituisce un po’ di giustizia a una specie incredibilmente ancora considerata ‘da traino’, dice Maurizio Santoloci, direttore dell’ufficio legale dell’associazione animalista. “Questa sentenza – aggiunge la Lav – smentisce clamorosamente il superficiale parere del medico veterinario che giudicò la situazione non grave tanto da non permettere il sequestro della mula e quindi la sua salvezza”.

Disagi nei collegamenti con le Eolie a causa del maltempo

LIPARI (MESSINA) – Il forte vento di levante impedisce i collegamenti con Panarea, Alicudi e Filicudi, Strombli e la frazione di Ginostra. Ma disagi si estendono anche a Lipari, a causa della forte risacca nel porto di Sottomonastero: alle 14 l’aliscafo della Siremar ha utilizzato lo scalo alternativo di Punta Scaliddi, mentre la nave veloce della Siremar “Isola di Stromboli”, proveniente da Salina, non è potuta attraccare ed ha proseguito per Milazzo.

Evoluzione della specie?

Servizi sociali, revocate in autotutela tutte le determine

Il sindaco di Messina, on. Giuseppe Buzzanca, ha riunito stamani a palazzo Zanca, la giunta municipale per un confronto politico e tecnico, sulla tematica relativa alle determine per i progetti dei servizi sociali. Il sindaco Buzzanca ha preliminarmente dato atto dell’impegno politico che l’assessore ai servizi sociali Pinella Aliberti ha dimostrato nella delega assegnatale ed ha evidenziato la sensibilità dimostrata rassegnando le dimissioni dalla giunta.

Leggi il seguito di questo post »

Il Cesv di Messina interviene sul caso contributi alle associazioni messinesi

“L’amministrazione comunale adotti criteri trasparenti e, dopo aver revocato la determina, destini i 300mila euro alla ristrutturazione di un bene confiscato alla mafia da utilizzare per l’avvio di una Casa del Volontariato a Messina.”

Servizi sociali. Il Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina, con il suo presidente, il docente universitario Antonino Mantineo, interviene sulla questione dei contributi (per un totale di 300mila euro) concessi dal Dipartimento dell’assessorato competente, con una determina, ad associazioni per lo più collegate a consiglieri comunali ed esponenti politici: “Prima di tutto vorremmo conoscere l’elenco completo delle associazioni beneficiarie. Da quello che è emerso sui giornali, ci sembra che prevalentemente si tratti di associazioni fittizie, collegate a uomini politici. Ci chiediamo dunque – sottolinea il presidente del Cesv Mantineo – perché non siano stati adottati criteri oggettivi e trasparenti, per dare sostegno a progetti socialmente rilevanti, e non legati alle logiche dell’amicizia e della conoscenza. Ci domandiamo anche perché non sia stato applicato il regolamento comunale, che non ci sembra sia stato revocato e che disciplina la materia, prevedendo contributi per progetti sociali davvero significativi, secondo criteri di trasparenza e oggettività”.

Leggi il seguito di questo post »

Alluvione, chiesta proroga agevolazioni alle imprese artigiane 27/01/2011

PALERMO – Il presidente di Confartigianato Sicilia, Filippo Ribisi ed il presidente di Confartigianato Messina Giuseppe Interdonato, viste le difficoltà della ripresa economica dei territori colpiti dall’alluvione dell’ottobre 2009, chiedono alla Crias di prorogare al 30 dicembre le agevolazioni in favore delle imprese artigiane che operano nel Messinese.