COME GESTIRE IL PALAZZO DELLA CULTURA

di Panteno

Meglio tardi che mai. Finalmente esiste il palazzo della cultura dedicato al grande “Antonello”. Si pone ora il problema della gestione che ovviamente dovrebbe essere pubblica coinvolgendo, a nostro avviso, quelle associazioni culturali che hanno un rispettabile curriculum e che diano affidamento. Leggi il seguito di questo post »

Alla Laudamo “Reazionaria” di Acacia

di Francesco Saija

Nella sala Laudamo, per la sezione “Eventi”, è stata presentata dalla “Compagnia Efrem” la piéce “Reazionaria” scritta dall’attore e cantante Paride Acacia.

Il lavoro viene presentato come “Storia di amicizie, pistole, spettri e fenomeni di sincronicità”. Gli anni del dopo ’68, soprattutto la fine degli anni ’70 sono stati affrontati dal cinema e, in parte, dal teatro. Non sono solo storie di amicizie, di pistole e di sensi di colpa. Leggi il seguito di questo post »

Libere riflessioni sulla chiesa cattolica messinese

di Giorgio Siculo

Il vostro Giorgio Siculo intende aprire un dibattito con i lettori su ciò che si muove o non si muove nella Chiesa cattolica messinese. Negli incontri, soprattutto privati, con vari credenti cattolici ma anche con appartenenti al clero si ascoltano spesso lamentele e mugugni. Ci sembra che qualcosa non funzioni. Leggi il seguito di questo post »

L’avvocatura messinese del terzo millennio.

Si è svolto ieri, nel salone della Borsa della Camera di Commercio di Messina, il convegno, molto partecipato, promosso dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Messina per un rilancio della professione e nell’ottica di costituire delle sinergie con gli altri attori socio-economici anche al fine di uscire dallo stato di crisi che da più di un decennio investe la città. Il convegno-dibattito moderaro dal capo-redattore della Gazzetta del Sud dott. Lino Morgante è stato introdotto dal Presidente dell’Ordine degli Avvocati avv. Francesco Marullo di Condojanni ed ha visto la partecipazione: del presidente di Confindustria dott. Antonino Messina, del presidente degli industriali messinesi dott. Ivo Blandina, del presidente avv. Marco Umbertini , del vice presidente avv. Alberto Bagnoli e del vice direttore generale dott. Michele Proietti della cassa forense, dell’on. Nino Lo Presti vice-presidete della bicamerale di controllo degli enti previdenziali. Leggi il seguito di questo post »

Il futuro di Mirafiori – Dolori e motori dei nostri tempi a cura di Francesco Paternò

Dal Blog del Manifesto-

Il risultato del referendum di Mirafiori è il peggiore dei risultati possibili per Sergio Marchionne. Il 46% dei no e il 54% dei sì grazie al voto degli impiegati non gli permette né di abbandonare né di governare. Sicuramente, è un risultato che si aspettava, avendo usato ogni mezzo mediatico per minacciare, dunque con parziale effetto boomerang: non come a Pomigliano, dove il 36% di no (40, senza il voto favorevole degli impiegati) lo aveva sorpreso e indispettito. Di fronte a sé, l’amministratore delegato del gruppo Fiat-Chrysler ha ora ipoteticamente solo una terza via da qui al 2012, quando dovrebbe cominciare la nuova produzione di Alfa Romeo Giulia, suv Jeep e suv Alfa (più la continuazione di Alfa Mito per almeno un anno, poi si vedrà) : vendere l’Alfa Romeo alla Volkswagen con la fabbrica di Mirafiori compresa. Leggi il seguito di questo post »

Fini: legalità, ponte ed infrastrutture, giacimento culturale del sud

Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, questa mattina è stato a Messina nella sua doppia veste: terza carica dello Stato e leader di Futuro e Libertà. Una visita, quindi, politico-istituzionale.
Il saluto di Fini alla Magistratura messinese, il ricordo dei Magistrati caduti per compiere il loro dovere in difesa della legalità, indicare nella legalità il senso stesso della libertà – concetto ripetuto anche dopo al teatro Vittorio Emanuele – e quindi riconoscere il ruolo indispensabile della Magistratura nella democrazia, è parso una chiara presa di posizione diversa, e divergente, rispetto agli ormai giornalieri attacchi di Berlusconi. “Se la qualità della nostra democrazia in questi 50 anni è cresciuta è stato anche grazie ai magistrati.

Leggi il seguito di questo post »

Dopo “I Siciliani”…I giornalisti e le mafie

Ne parlano Riccardo Orioles ed Enzo Raffaele.

Nell’ambito degli appuntamenti di riflessione del ciclo Al servizio della legalità, organizzati anche quest’anno dalla Parrocchia S. Maria di Gesù, a Provinciale, il 19 gennaio alle ore 18,30, nella stessa chiesa, si svolgerà l’incontro dal titolo Dopo “I Siciliani”… I giornalisti e le mafie. Leggi il seguito di questo post »

Mostra ‘Mediterraneo e Cinema’ per la ‘Berlinale’ del prossimo febbraio

di Maria Teresa Prestigiacomo

Straordinaria mostra, quella che si svolgerà a Berlino, dal 10 al 23 febbraio, in concomitanza con la ‘Berlinale’, attesissimo appuntamento internazionale dei cinefili e degli amanti dell’arte e della cultura. In una splendida Galleria centralissima, nel triangolo tra Alexander Platz e Branderburstrasse, una mostra di pittori italiani, olandesi e francesi, dal titolo ‘Mediterraneo e Cinema’. Di genere prevalentemente astratto, ‘Mediterraneo e Cinema’ intende rendere omaggio ai temi mediterranei e ricordare in qualche opera , il Cinema che affronta molteplici temi di vita. Leggi il seguito di questo post »

Il Ponte e le mafie per la diplomazia USA

di Antonio Mazzeo

Il Ponte sullo Stretto di Messina? Un grande affare per le organizzazioni mafiose. Parola di uno dei responsabili del corpo diplomatico statunitense in Italia, J. Patrick Truhn, console generale a Napoli. Leggi il seguito di questo post »

Incidenti stradali: un morto e tre feriti a Palermo

Un morto e tre feriti è il bilancio di un incidente stradale avvenuto la notte scorsa a Palermo in via Messina Marine, nell’impatto tra una Lancia e una Fiat Punto. La vittima è deceduta sul colpo; i feriti, le cui condizioni non sarebbero gravi, sono stati trasportati negli ospedali ‘Buccheri La Ferla’, ‘Civico’ e ‘Policlinico’. Sul posto sono intervenuti, per accertare la dinamica dell’incidente, gli uomini della sezione antinfortunistica della Polizia Municipale. (Ansa, 15 gennaio)

Mafia: sequestrati beni per 16,7 milioni a cugino boss Riina

Beni per un valore complessivo di oltre 16,7 milioni di euro sono stati sequestrati dal Gico della Guardia di Finanza a Bernardo Riina, 72 anni, cugino del capo di ‘Cosa Nostra’, Totò Riina. L’indagato, arrestato quattro anni fa, è stato condannato nel 2008 dalla Corte d’appello di Palermo a otto anni di reclusione per associazione mafiosa e favoreggiamento nei confronti di Bernardo Provenzano, di cui avrebbe coperto la latitanza recandosi più volte presso il covo in cui fu arrestato a Montagna dei Cavalli. (Ansa, 15 gennaio)

Fini: “La credibilità della democrazia italiana è cresciuta grazie all’impegno dei magistrati”

Messina – “La democrazia italiana è più credibile” grazie all’impegno dei magistrati, come dimostrano i colpi inferti al terrorismo, alla mafia e al “martiriologio” delle toghe. Gianfranco Fini, presidente della Camera, ha scagliato una nuova frecciata al premier Silvio Berlusconi nel corso di una manifestazione pubblica al palazzo di Giustizia di Messina. Fini è intervenuto dopo che il presidente del tribunale Gianbattista Macrì e gli altri operatori della giustizia avevano sottolineato le difficoltà in cui si trovano a operare, per la scarsezza di personale.

Leggi il seguito di questo post »

Panetti di hascisc dentro l’auto, arrestati due uomini agli imbarcaderi per la Sicilia

VILLA SAN GIOVANNI (REGGIO CALABRIA) – Due persone, R.A., di 34 anni, e P.O.C. di 32, sono state arrestate a Villa San Giovanni dalla guardia di finanza, per detenzione di droga. I due sono stati fermati e sottoposti a controllo nell’area degli imbarcaderi per la Sicilia di Villa San Giovanni a bordo di una Opel Agila all’interno della quale sono stati trovati sei panetti di hascisc per un totale di 11 chilogrammi. La sostanza stupefacente, che era stata sistemata nell’intercapedine dei due sportelli posteriori dell’autoveicolo, è stata individuata grazie all’ausilio di un cane antidroga. Leggi il seguito di questo post »

Visita di Fini al Palazzo di giustizia di Messina

E’ iniziata con una visita a Palazzo di giustizia la giornata del presidente della Camera, Gianfranco Fini a Messina. Fini ha incontrato il presidente della Corte d’appello Nicola Fazio, il presidente del tribunale, Gianbattista Macrì, il procuratore generale Franco Cassata e il presidente dell’Ordine degli avvocati, Francesco Marullo.

La Regione boccia i tagli di Tremonti

PALERMO – In Sicilia non saranno applicate le norme di contenimento della spesa e contro gli “sprechi” negli enti locali introdotte dalla finanziaria del ministro Tremonti due anni fa e poi inasprite con leggi successive. Lo stabilisce una circolare emanata qualche giorno fa. Leggi il seguito di questo post »