Intitolato a Pietro Bruno l’Archivio storico comunale

di Giuseppe Restifo

L’Archivio storico comunale sarà intitolato a Pietro Bruno: questa la decisione della Commissione Toponomastica. E in effetti Bruno lo meritava ampiamente, perché l’Archivio storico, dopo essere stato fondato il 29 marzo 1936 da Nitto Scaglione, è stato “rifondato” nel dopoguerra proprio da Pietro Bruno. Il direttore dell’importante struttura, che conserva oltre 14.000 volumi riguardanti la città, vi ha profuso energie e intelligenza. Leggi il seguito di questo post »

Confiscati beni per oltre 200 mila euro a clan messinesi

MESSINA –  Beni per oltre 200 mila euro sono stati sequestrati, nel messinese, con due distinti provvedimenti, dal Gico della guardia di finanza. Il primo ha riguardato un uomo di 48 anni di Furnari attualmente in carcere ad Ancona, sottoposto nel 2005 alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno e arrestato nell’ambito dell’operazione antimafia “Mare nostrum” per associazione mafiosa, sequestro di persona e rapina.

Detenzione di droga e armi, due giovani arrestati

MESSINA – La polizia ha arrestato Carmelo Spadaro, 28 anni, e Salvatore Maggio, 29, per detenzione di droga e armi. I due giovani sono stati seguiti dagli agenti fino a un terreno in contrada Dell’Oglio dove avevano nascosto un involucro con 486 grammi di eroina e una pistola calibro 6,35.

Lotteria Italia, il vincitore si fa vivo: è siciliano

‘Volevo ringraziarvi per avermi dato la felicità. Sono siciliano, padre di 3 figli. Sono venuto a Genova per cercare lavoro ma l’ho trovato a Roma e ora vivo qui.
Adesso però ho un futuro e vivo più sereno’. Con questo fax, il vincitore dei 5 milioni di euro alla Lotteria Italia ha voluto ringraziare il titolare della tabaccheria di Genova Pegli dove è stato acquistato il biglietto vincente. Dopo il fax, l’uomo ha anche telefonato per ringraziare di persona il proprietario del negozio. (Ansa, 7 gennaio)

Mafia: ancora ricerche nel messinese vittime lupara bianca

Ancora una giornata di scavi a Mazzarra’ Sant’Andrea dove la Dda messinese ritiene di aver scoperto il cimitero di mafia in cui sono stati seppelliti i corpi di 5 persone scomparse, durante la guerra che contrappose le cosche barcellonesi negli anni ’90. I resti di 2 persone sono già stati trovati. Per ora si scava lungo la strada per Novara di Sicilia. I resti che si stanno cercando apparterrebbero ad Alberto Smecca, originario di Gela, la cui scomparsa risale al ’92, Carmelo Grasso, del quale non si hanno notizie dal ’95 e Salvatore Munafò, scomparso nel ’97. (Ansa, 7 gennaio)

Grande successo di pubblico alla “Pedalata contro la Duchenne e Becker”

Una splendida mattinata di sole ha fatto da scenario, il giorno dell’Epifania, alla seconda edizione della “Pedalata contro la Duchenne e Becker”, organizzata dalla Associazione “Amici di Edy onlus” e svoltasi in una Piazza Duomo gremita sia da messinesi curiosi di assistere alla passeggiata della “Befana” curata dai Vigili del Fuoco, che, a partire dalle 9, dai numerosissimi ciclisti appartenenti a tanti gruppi sportivi, provenienti da tutta la Provincia ed anche dalla Calabria. Il loro obiettivo era dare un importante segnale di solidarietà, ma anche incontrare uno dei più grandi campioni italiani delle due ruote, quel Vincenzo Nibali che, nel 2010, ha furoreggiato sulle strade del Giro d’Italia e trionfato nella Vuelta di España e, da ormai un anno e mezzo, svolge con convinzione il ruolo di testimonial della lotta contro la distrofia di Duchenne e Becker, una mutazione genetica che colpisce un bambino maschio ogni 3500 nati e conduce alla progressiva regressione dell’uso di tutti i muscoli del corpo, con una aspettativa di vita che, solo grazie alle ultime scoperte, può arrivare fino ai 30 anni.

Leggi il seguito di questo post »

Rete No Ponte:«Nel progetto definitivo molte opere collaterali sono totalmente sprovviste di Via»

Dopo la “sospensione natalizia”, Rete No Ponte torna all’attacco e riprende la propria battaglia contro la realizzazione dell’opera. A qualche giorno di distanza dall’annuncio da parte della Società stretto di Messina Spa che le opere sulla sponda calabra connesse al ponte saranno realizzate dall’architetto di fama internazionale Daniel Libeskind, il movimento interviene con una nota criticando, criticando aspramente l’intera operazione. «Mentre calabresi e siciliani protestano per lo stato penoso in cui versano strade e autostrade e i sindaci dell’area ionica arrivano addirittura a minacciare le dimissioni di massa per lo stato di abbandono della statale 106 – si legge testualmente nel documento – il governo e la società Stretto di Messina spa rilanciano sulla progettazione del Ponte, come al solito, con nuovi annunci». «Così la lobby del Ponte, non contenta di avere già speso circa 420 milioni di euro – continua il comunicato – ovvero quasi 900 miliardi di vecchie lire, in propaganda e progettazioni che non hanno portato nemmeno ad un elaborato fattibile in oltre trent’anni, annuncia nuovi progetti disegnati da archistar.

Leggi il seguito di questo post »

Ennesimo “numero” di Felipe Melo

Felipe Melo

di Francesco Carini

Quando nell’estate del 2009, la Juve si assicurò le prestazioni di Felipe Melo versando nelle casse della Fiorentina ben 25 milioni di euro, molti credevano che i bianconeri avessero acquistato un campione. Purtroppo il costo del cartellino  non è direttamente proporzionale al rendimento di un giocatore e questo si addice in pieno al brasiliano.

Dopo aver iniziato la scorsa stagione alla grande, segnando alla Roma la rete del definitivo 3 a 1 che sancì il divorzio dei giallorossi da Luciano Spalletti, il rendimento dell’ex viola è andato sempre più calando in modo direttamente proporzionale a quello della squadra e soprattutto degli altri due connazionali. Melo ha cominciato a farsi notare per prestazioni nervose e molto lontane da quelle fatte vedere in Confederations Cup, quando stregò Alessio Secco e Blanc.

Ai mondiali disputati in Sudafrica non è andata sicuramente meglio, dal momento che ha causato l’eliminazione della nazionale allenata da Carlos Dunga ai quarti di finale contro l’Olanda, a causa della sua autorete e del cartellino rosso rimediato per il pestone su Robben. Questa prestazione ha rappresentato in meno di 90 minuti l’andazzo dell’intera annata in bianconero, proprio perché al 10’ Felipe aveva servito uno splendido assist per il vantaggio siglato da Robinho, salvo poi perdere le staffe pian piano e rovinare il buon inizio di gara.

Ieri non è stato da meno. Contro il Parma, la Juve è arrivata in campo per ottenere i tre punti ed invece si è trovata con il brutto infortunio occorso a Fabio Quagliarella ed il “capolavoro” del carioca, che immotivatamente ha stampato i tacchetti della sua scarpa sul volto di Paci. Fin qui, Melo sembrava un altro giocatore, più tranquillo e responsabilizzato, ma non sono passati nemmeno tre mesi che un “numero” dei suoi ha rovinato nuovamente tutto, provocando l’ennesimo danno d’immagine sia a sé stesso che al club che lo ha pagato profumatamente, trovatosi a soccombere per 4 reti ad 1.

SENATO ACCADEMICO

Si riuniranno martedì 11 gennaio rispettivamente alle 9 e alle 16 il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione dell’Università, presieduti dal Rettore, prof. Francesco Tomasello.
All’ordine del giorno del Senato, tra l’altro, riconoscimento attività svolta da contrattisti a.a. 2009/2010; commissioni ricercatori: sostituzione componenti; nomina cultori della materia; scuola di specializzazione per le professioni legali: autorizzazione emissione bando per il conferimento insegnamenti A.A. 2010/2011. Leggi il seguito di questo post »

IL PRE GARA DI BATTIPAGLIA – AMATORI MESSINA

Prima gara del 2011 per l’Amatori Basket Messina che chiude il girone d’andata con la trasferta di Battipaglia. Peloritani che hanno chiuso il 2010 con un poker di vittorie che li ha proiettati in zona playoff.

Palla a due domenica alle ore 18:00. Leggi il seguito di questo post »

CONTRIBUTI AFFITTI PER L’ANNO 2009

Lunedì 10, alle ore 11, scade improrogabilmente il termine per la presentazione al Dipartimento Sociale, piazza della Repubblica – palazzo Satellite, personalmente, ed al Protocollo Generale del Comune, a mezzo raccomandata A/R, delle domande per la concessione di contributi integrativi per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione per l’anno 2009. Il reddito imponibile annuo familiare, rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14 per cento (fascia A), è di 11.901,76 euro; nel caso di incidenza non inferiore al 24 per cento (fascia B), il reddito familiare non dovrà essere superiore a 13.806,45 euro.

Gigantesco piano di aiuti militari NATO all’Afghanistan

di Antonio Mazzeo  

 

Quando il 2011 si concluderà, la NATO avrà speso 20 miliardi di dollari negli ultimi due anni per addestrare le forze armate afgane e fornire armamenti e tecnologie di guerra. Mai l’Alleanza atlantica aveva fatto tanto: la cifra corrisponde approssimativamente a quanto speso in “aiuti militari” dallo scoppio del conflitto in Afghanistan sino alla fine del 2009. “Il programma è finalizzato a sviluppare le capacità delle forze di sicurezza afgane e a pagare le esercitazioni e la fornitura di equipaggiamento e infrastrutture”, annuncia il generale statunitense William Caldwell, a capo delle operazioni di addestramento delle forze NATO nel paese asiatico. Leggi il seguito di questo post »

GIAN BURRASCA CON ELIO

Domenica 9 gennaio ore 18 al Palacultura Antonello riprendono gli appuntamenti della Filarmonica Laudamo con lo spettacolo musicale Gian Burrasca interpretato da Elio per la regia di Lina Wertmuller. Nel 1964 la Wertmuller dirigeva lo sceneggiato Rai Il giornalino di Gian Burrasca, cadenzato sulle musiche di Nino Rota dirette da Luis Bacalov. Fu un gradissimo successo, che rese immortali canzoni come Viva la pappa col pomodoro interpretate da una giovane Rita Pavone nel ruolo del protagonista. Leggi il seguito di questo post »

Arrestato dai Carabinieri per furto di un computer rubato in un ufficio dell’Università

Nella tarda mattinata di ieri,a  Messina, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, nell’ambito dell’attività di prevenzione e repressione dei reati, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di furto aggravato, il 35enne messinese Carmelo  Romano,  nullafacente, con precedenti di polizia. I militari operanti, attivati dalla Centrale Operativa a cui era giunta una segnalazione al Numero Unico di Emergenza 112, che informava della presenza di un uomo all’interno dell’Università, sono intervenuti in via dei Verdi, presso l’Istituto di Zoologia, sorprendendo il Carmelo Romano mentre usciva dalla predetta struttura, dopo esservi entrato forzando una finestra, con del materiale informatico asportato da una stanza.

Leggi il seguito di questo post »

Pregiudicato arrestato dai Carabinieri per evasione

Nella mattinata di ieri, a  Messina, nell’ambito delle attività finalizzate al controllo delle persone sottoposte agli arresti domiciliari, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno tratto in arresto in flagranza di reato di evasione il 37enne messinese GARGIULO Liberato, nullafacente, noto alle Forze di Polizia. Il predetto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, era stato autorizzato dal Tribunale di Messina ad allontanarsi dalla propria abitazione, per recarsi presso una struttura ospedaliera della città, in orario mattutino di alcuni giorni stabiliti nell’ordinanza.

Leggi il seguito di questo post »