Dalla rete No Ponte

IL MEGA-CONCERTO NOPONTE GRATUITO SI AVVICINA SEMPRE PIU’, mancano ORMAI SOLO pochi GIORNI (è il 29, la data definitiva. Abbiamo dovuto spostarla perchè il 21 tutti i luoghi erano già occupati)!
SI SVOLGERA’ AL TEATRO “CRISTO RE” (in Viale Principe Umberto, di fronte all’omonimo bar. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

RIPERCUSSIONI PER I PASSEGGERI

Si fanno sempre più vicini e concreti i disagi, il peggioramento delle condizioni di viaggio e gli aumenti delle tariffe che, dal 1° gennaio 2011, i pendolari e i viaggiatori sulle linee di trasporto locale dovranno affrontare.

Grazie” ai tagli imposti dalle manovre del Governo, infatti, vi saranno gravissime ripercussioni per i passeggeri:- tagli al servizio; Leggi il seguito di questo post »

Ars, protesta di commercianti e artigiani. “Serve un piano straordinario per il lavoro”

Centinaia di artigiani, imprenditori e commercianti si sono radunati di fronte Palazzo dei Normanni per chiedere al governo regionale e alle forze politiche un piano straordinario per il lavoro, risorse per il sostegno al credito e allo sviluppo e il pagamento dei contributi pregressi. L’iniziativa è promossa da Rete imprese Italia. “La classe dirigente di questa Regione – ha detto Piero Agen, presidente regionale di Rete imprese Italia – deve rendersi conto che è la piccola e media impresa dell’artigianato e del commercio a muovere davvero l’economia siciliana. Siamo noi che produciamo lavoro vero, al governo regionale chiediamo solo ciò che ci spetta”.

GIUSTIZIA. Corte europea dei diritti dell’uomo condanna Italia: processi troppo lenti

I processi in Italia sono troppo lunghi e per avere un risarcimento si può attendere fino a 4 anni. Dalla Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo oggi arriva una condanna nei confronti del nostro Paese per i ritardi con cui vengono pagati gli indennizzi legati alla lentezza dei processi. La Corte ha adottato 475 sentenze che danno ragione ad altrettanti ricorsi presentati da soggetti che hanno dovuto attendere dai 9 mesi ai 4 anni per incassare il risarcimento che gli era stato riconosciuto, in base alla legge Pinto, per l’eccessiva lunghezza del processo.

Pubblicato da Help Consumatori

Studenti in piazza, scontri a Palermo

PALERMO – Al “Blocchiamo tutto day”, mentre il ddl della riforma Gelimi è al Senato, circa un migliaio di studenti con caschi e book block, pannelli di polisterolo con disegnate le copertine di libri famosi, si sono scontrati con i poliziotti in tenuta anti sommossa cercando di entrare a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. I giovani hanno tentato di superare più volte il cordone di protezione degli agenti di polizia senza riuscirvi. Indossando caschi e coprendosi il volto con sciarpe hanno lanciato pietre, petardi, uova e arance e gridando slogan contro il governo e la riforma Gelmini. Leggi il seguito di questo post »

ANAS: Pietro Ciucci riceve premio Merli per ambiente e sicurezza

“Per il grande impegno dimostrato nella tutela del territorio e della sicurezza per le nuove Opere stradali dell’Anas e per il Ponte sullo Stretto di Messina”. È questa la motivazione che ha determinato l’odierna assegnazione del Premio Gianfranco Merli 2010 al Presidente dell’Anas e Amministratore della Stretto di Messina, Pietro Ciucci. Il Premio, promosso dall’Associazione ambientalista Movimento Azzurro, considera le straordinarie azioni predisposte per tutelare e migliorare l’ambiente nella realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina e l’impegno dell’Anas nella sicurezza con particolare riferimento al recente ottenimento – per la prima volta in Italia – della valutazione “Ottimo” nei severi test dell’European Tunnel Assessment Programme (EuroTAP), per la galleria San Demetrio sull’autostrada Catania-Siracusa, in gestione diretta Anas.

Leggi il seguito di questo post »

Universita’: al via corteo Palermo con centinaia di studenti

Palermo (Adnkronos) – E’ appena partito da piazza Castelnuovo a Palermo il corteo degli studenti medi che si era dato appuntamento davanti il teatro Politeama. Alla testa del corteo c’e’ uno striscione con la scritta: “Blocchiamo la citta’ per cacciare la Gelmini e Berlusconi”. Il corteo degli studenti medi confluira’ con quello degli universitari all’altezza dei Quattro Canti. Nella giornata in cui e’ prevista l’approvazione del Ddl Gelmini al Senato, gli studenti hanno organizzato una mobilitazione con l’obiettivo di bloccare le vie del centro storico e assediare i “Palazzi del Potere”.