Il bando è chiaramente illegittimo

di Francesco Providenti

Il Sindaco di Messina non ha più la maggioranza in Consiglio Comunale. Esiste invece una diversa maggioranza formata dalle forze politiche che governano alla Regione, che ha chiesto il ritiro del bando emesso dall’ATO3, relativo alla raccolta e conferimento in discarica dei rifiuti solidi della città. Il bando è chiaramente illegittimo perché emesso, in costanza di una convenzione con Messina Ambiente, da una ATO in liquidazione, priva del potere di impegnare il servizio di raccolta per ben cinque anni. Leggi il seguito di questo post »

Bracconaggio nella località Battaglia del Comune di Caronia

In data 4.12.2010, nel corso di un servizio sono stati sorpresi in attività di
bracconaggio nella località Battaglia del Comune di Caronia in zona “A” del Parco dei
Nebrodi tre cacciatori: G.R. di anni 21, L.S. di anni 36 e L.D. di anni 28.
I cacciatori di frodo sono stati denunciati a piede libero.
Nell’operazione sono stati posti sotto sequestro n. 3 fucili del tipo
semiautomatico (n.1 calibro 20 e n.2 calibro 12) e n. 20 cartucce.
Le persone denunciate risiedono rispettivamente 1 a Messina e 2 a Reggio
Calabria. Leggi il seguito di questo post »

I genitori ritornano sui banchi: Corso di formazione permanente all’Istituto Comprensivo “Manzoni – Dina e Clarenza” nell’ambito del PON “Competenze per lo Sviluppo”, AOODGAI/2096 del 03/04/2009

di Giacomo Gugliandolo

Si è positivamente concluso nell’Istituto Comprensivo “Manzoni – Dina e Clarenza”, con il convinto apprezzamento dei corsisti genitori, il percorso formativo “Obiettivo educare”, F-1-FSE-2009-2631, nell’ambito del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo”, di cui alla Circolare Ministeriale prot. n. AOODGAI/2096 del 03/04/2009 – Autorizzazione prot. n. AOODGAI/2422 dell’ 11-03-2010, F-1-FSE-2009-2631. Leggi il seguito di questo post »

Ponte sullo Stretto, il no del “terzo Polo”

MESSINA – Un’opera dai costi faraonici, lievitati già del 28 per cento, ma senza un progetto definitivo. E una commissione parlamentare d’inchiesta, nata per vederci più chiaro, che in dieci mesi non ha ancora sentito i responsabili di quegli aumenti, “forse perché le spiegazioni da fornire sono troppo imbarazzanti”. Se il Terzo polo esiste, il Ponte sullo Stretto non è nei suoi programmi. O almeno non lo è in quelli di un fedelissimo di Pier Ferdinando Casini, il senatore udc, messinese, Giampiero D’Alia. Leggi il seguito di questo post »

Protesta degli studenti del Liceo Archimede di Messina

Il Liceo Scientifico Archimede di Messina si accoda alla protesta che da Nord a Sud sta tumultando l’Italia in ogni angolo. Noi studenti esasperati dalla situazione, dopo aver più e più volte manifestato il nostro dissenso siamo giunti all’inevitabile conclusione di occupare il nostro istituto al fine di ricoprire una solida posizione in questa protesta, non condividendo i tagli al nostro futuro commissionati dalla “Riforma Scolastica Gelmini”, che in maniera sconsiderata ha minato le fondamenta del sistema scolastico italiano, distruggendo di fatto le speranze di rivalsa dell’istruzione.

Leggi il seguito di questo post »

Boom on line per sito ‘Cetto La Qualunque’ e il suo ‘Partito du Pilu’

Debutto e boom on line per il sito del ‘Partito du Pilu’, la ‘nuova formazione politica’ di Cetto La Qualunque, il personaggio di Antonio Albanese, costruttore e politico corrotto calabrese, protagonista del film ‘Qualunquemente’, prodotto da Fandango in collaborazione con Rai Cinema e distribuito dal 21 gennaio da 01 Distribution.

In circa 7 ore il sito ( www.partitodupilu.it ) ha registrato oltre 30 mila contatti e, dopo una fase iniziale di crash, ora è perfettamente funzionante.

(ANSA)

Incidente del Segesta si avvicina l’udienza preliminare del processo. l’opinione dell’associazione Alamak-Sebastiano Mafodda

Riceviamo e ,volentieri, pubblichiamo il documento dell’associazione Alamak-Sebastiano Mafodda che fa il punto sull’inchiesta giudiziaria riguardante l’incidente del Segesta.

Il Segesta prima dell'incidente

di Francesco Musciumarra

(presidente associazione Alamak)

Ci stiamo avvicinando al quarto anniversario di quel tragico pomeriggio del 15 gennaio 2007, momento che segnò la drammatica fine dei quattro innocenti marinai del “Segesta Jet”, mezzo veloce di “Bluvia”, a seguito della collisione con la nave porta-container “Susan Borchard”, occasione in cui persero la vita il comandante Sebastiano Mafodda, il direttore di macchina Marcello Sposito e i marinai Palmiro Lauro e Domenico Zona.

Leggi il seguito di questo post »