Scacco a Dalmazio


MESSINA-  C’è un terremoto, in arrivo, che rischia di sconquassare definitivamente Messinambiente. Non bastasse il bando dell’Ato3 che mette a gara i servizi oggi (e fino al 31 dicembre) svolti dall’azienda di via Dogali, che potrebbe sancirne la definitiva cancellazione, a tremare, oggi, sono i numeri uno della partecipata. Per i vertici di Messinambiente, l’amministratore Antonino Dalmazio, ed il direttore generale Armando Di Maria, è in corso un procedimento penale per omesso pagamento di Iva e ritenute Inps ed Irpef. Un’evasione che, per somme superiori ai cinquantamila euro, diventa automaticamente reato penale che l’Agenzia delle entrate, una volta accertato il debito, comunica alla Procura. Una vicenda che Dalmazio aveva già segnata in rosso, con una serie di lettere inviate al direttore generale, e regolarmente archiviate al protocollo, all’interno delle quali l’amministratore avrebbe premuto per sanare la situazione debitoria. A scapito, però, del pagamento degli stipendi. Circostanza che Di Maria non si sarebbe sentito di affrontare. Della vicenda, si parlerà nel corso dell’assemblea degli azionisti che lo stesso Dalmazio ha convocato per il 9 dicembre.

Fonte:  “Centonove”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: